Sport

Tre reti per la vittoria

NAPOLI (di Cristina Accardo) – La sfida tra diavolo e ciuccio ha sempre un fascino particolare; fa ritornare alla mente scontri scudetti dove in campo, a giocarsi il titolo di Campioni d’Italia, c’erano calciatori dai nomi altisonanti.

Napoli MilanLa gara tra Napoli e Milan disputata al San Paolo per il posticipo della Serie A, in una domenica sera di primavera inoltrata, ha tutt’altro spessore: se gli azzurri sono ancora alla rincorsa di un posto Champions, in casa rossonera il clima è teso per una stagione poco favorevole e voci di un possibile acquisto societario da parte dei cinesi. Mister Inzaghi a Napoli cerca il riscatto, ma la sua speranza si vanifica ben presto: a soli quaranta secondi dall’inizio del primo tempo, i suoi uomini restano in dieci e devono ringraziare Diego Lopez, che limita i danni, grazie alla parata su rigore di Higuain. Ma la partita diventa a senso unico, è un vero assedio dell’area milanista degli azzurri che, nel secondo tempo, in soli dieci minuti mettono il sigillo alla gara. Ad aprire le danze è il ritrovato capitan azzurro Marek Hamsik che al 70’, con un destro preciso, gonfia la rete degli ospiti e si lascia andare ad un’esultanza per dar libero sfogo a tanta amarezza repressa dopo il difficile periodo attraversato. Pochi minuti ed Higuain si fa perdonare l’errore dal dischetto: su perfetto cross di Mertens, velo di Gabbiadini e destro piazzato e vincente dell’ argentino per il 2 a 0. Al 76’il gol che chiude definitivamente la gara: Mertes pesca Ghoulam che crossa per Higuain che tira di destro, respinta del portiere e colpo di tacco di Gabbiadini a porta vuota: è 3 a 0. Per il Milan non c’è più possibilità di rimonta, per il Napoli arrivano 3 punti che consentono a Benitez ed i suoi di consolidare il quarto posto e di avvicinarsi alla Lazio, staccata di quattro lunghezze. La vittoria casalinga dopo la pesante sconfitta di Empoli è un toccasana per gli azzurri che da ora, devono pensare alla gara di andata di semifinale di Europa League prevista giovedì sera contro il Dnipro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.