Sport

Per la Juventus c’è da stare Allegri!

NAPOLI (di Eleonora Posabella) – Fortunato esordio per la Juventus all’ insegna del neo tecnico Massimiliano Allegri, il quale ha dovuto ricoprire il posto, lasciato vuoto da Antonio Conte dopo 3 anni di fantastica intesa con la società bianconera.

Massimiliano AllegriL’abbandono a metà luglio da parte del tecnico leccese, divenuto da poco il nuovo ct della nazionale italiana, aveva lasciato sgomento e soprattutto tanta tristezza nell’ ambiente bianconero ed in particolar modo nell’ animo dei tifosi. Dunque Allegri ha dovuto farsi largo tra la sfiducia generale, legata anche all’ ultima catastrofica stagione vissuta dall’ allenatore toscano al Milan, interrotta a metà anno a causa dell’ esonero. Grazie alla schiacciante vittoria, se non nel punteggio quantomeno dal punto di vista del gioco, ottenuta durante la prima giornata di campionato al Bentagodi di Verona contro il Chievo, Allegri ha potuto però dimostrare la propria adeguatezza e l’ha fatto mettendo in campo la migliore delle formazioni possibili, nonostante le numerosissime defezioni.

La scelta più azzeccata ed allo stesso tempo più azzardata, effettuata dal neo tecnico bianconero è stata sicuramente quella di puntare fin dal primo minuto su Coman, giovanissima promessa, cresciuta tra le fila del Psg; l’inesperto centrocampista francese ha infatti allietato il pomeriggio dei tifosi juventini, dando prova del carattere e della grinta, che non ci si aspetterebbero da un diciottenne all’ esordio. La squadra nella sua totalità ha esibito la voglia di vincere ancora, puntando sulla qualità dei nuovi acquisti e sulle capacità ormai assodate dei veterani, primo tra tutti Arturo Vidal, al solito inarrestabile.

Restano ovviamente da sottolineare gli aspetti negativi emersi nei novanta minuti di gioco: innanzitutto le molteplici occasioni create, che se concretizzate avrebbero portato ad una più tranquilla conclusione del match ed inoltre la poca fermezza da parte di Allegri nell’ imporsi ai suoi nuovi giocatori. Migliore in campo: come già sottolineato per questa prima giornata la vera piacevole sorpresa è l’esordiente Kingsley Coman, al quale è mancato solo il gol per coronare la bella prestazione. Peggiore in campo: poco da segnalare in questa categoria, se non l’eccessiva stanchezza con cui tutta la squadra è giunta agli sgoccioli della partita, il cui esito sarebbe stato di sicuro compromesso senza il puntuale intervento di Gigi Buffon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.