Cronaca

Parte dal Cuore di Napoli la Marcia della Legalità e della Pace

NAPOLI – «Piazza Mercato deve diventare un presidio di legalità, un luogo di incontro e di amicizia: da anni ci battiamo per questo nel nome di Gaetano Montanino, la guardia giurata che a quarantacinque anni è morta compiendo il suo dovere», così Gianfranco Wurzburger presidente dell’Asso.gio.ca., l’associazione che a piazza Mercato si occupa di giovani e minori a rischio e che, domani 29 aprile con una marcia commemora l’anniversario della morte della guardia uccisa barbaramente nel 2009.

La manifestazione partirà alle 9.30 da piazza Guglielmo Pepe: lì si raduneranno gli alunni dell’Istituto Campo del Moricino che daranno un messaggio di speranza. «La presenza dei giovani – spiega Wurzburger, che ha promosso la manifestazione d’intesa con l’Istituto Comprensivo Campo del Moricino, la Fondazione Polis, Libera Campania, con la collaborazione del Comune di Napoli – è un segnale forte per l’intero quartiere: siamo certi che la presenza dei giovani del territorio rappresenti un esempio per tutti gli altri».

Uccisione Gaetano MontaninoAlle ore 11 la marcia arriverà a piazza Carmine e qui ci sarà la deposizione dei fiori sulla targa in memoria di Gaetano Montanino; alle 12.00, poi, la celebrazione della messa presso la basilica del Carmine Maggiore, presieduta da don Tonino Palmese, Vicario episcopale. Alla manifestazione sarà presente, tra gli altri, Lucia Montanino, la vedova di Gaetano, che ancora oggi testimonia con la sua presenza i valori della legalità e della onestà pere cui la guardia giurata è stata barbaramente uccisa. «Gaetano – conclude Wurzburger – rappresenta per noi la vittoria del lavoro onesto sull’illegalità, l’innocenza che vince sul malaffare: in lui ci riconosciamo come quartiere e in lui speriamo che si riconoscano sempre più giovani che educhiamo e seguiamo con la nostra associazione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.