Sport

La lotteria dei rigori premia il Napoli

NAPOLI (di Cristina Accardo) – Un mese dopo la finale di Supercoppa, il Napoli si ritrova a fare i conti con la lotteria dei rigori; questa volta non a Doha, ma al San Paolo contro l’Udinese di Stramaccioni, dove gli azzurri affrontano i bianconeri per gli ottavi di finale della Coppa Italia.

Pallone, serie ACentoventiminuti di gioco non bastano a determinare la vincente che, il 4 febbraio disputerà la gara dei quarti contro l’Inter. Il Napoli parte bene ed al 3’ è già rigore per gli uomini di Benitez; sul dischetto va Mertens che spreca l’occasione. La pioggia scende forte, l’Udinese si difende, ma all’8’ Thereau tira una diagonale che va fuori. Al 10’ Gabbiadini di testa, devia Scuffet. Al 36’ il sinistro di Gargano prende il palo pieno. Niente più e si va alla ripresa, quando al 58’ arriva la rete dell’Udinese dopo le avanzate azzurre. A metterla dentro è Thereau.

Al 63’ di nuovo rigore per il Napoli, questa volta sul dischetto va Jorginho che spiazza Scuffet. E’ 1 a 1.

Al 68’ l’udinese resta in dieci, ma lo stesso il Napoli non approfitta e si va ai supplementari. Al 99’ Hamsik ritorna ad essere il bambino-campione e, con un destro potente e preciso, che si infila all’incrocio dei pali, fa avanzare la propria squadra. Sembra essere fatta, ma su una ripartenza, arriva il pareggio dell’Udinese con Kone, bestia nera degli azzurri dai tempi del Bologna. E’ 2 a 2 e avanza lo spettro dei rigori. Si va sotto la curva A; ed il primo errore è dei friulani con il migliore in campo, Allan. Tutto è nei piedi di Higuain che non sbaglia: finisce 7 a 6 con gli azzurri che staccano il tagliando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.