Sport

La Juventus torna a vincere

NAPOLI (di Eleonora Posabella) – Dopo la battuta d’arresto subita domenica scorsa al Bentegodi di Verona la Juventus ritrova la propria strada battendo allo Juventus Stadium un indifeso Chievo, che ha la sventura di trovarsi di fronte una formazione resa nuovamente agguerrita dalla lavata di capo subita lunedì ad opera di Antonio Conte.
Appare subito chiaro che la ramanzina del tecnico barese ha sortito i suoi effetti, poiché nonostante il turnover applicato sia al reparto difensivo che a quello offensivo, i bianconeri dopo soli 29 minuti di gioco sono già doppiamente in vantaggio, grazie alle reti di Asamoah prima, davvero splendida e inaspettata e Marchisio poi, reattivo sulla goffa respinta di Agazzi.

In questo match è davvero semplice notare quanto il centro campo sia ancora una volta la chiave del successo bianconero con Pirlo fonte inestimabile di grazia e precisione tecnica, Arturo Vidal giocatore inesauribile e costantemente propenso a piegarsi alle volontà del mister e Claudio Marchisio sempre positivo anche se impiegato come riserva rispetto a Paul Pogbà. La Juventus è davvero protagonista assoluta di questa gara senza lasciare particolare spazio ai rari tentativi di inserimento da parte degli avversari, sicchè l’unica rete che varca la porta di un arrabbiatissimo Buffon è proprio dello juventino Lichtsteiner, il quale nello sfortunato tentativo di spazzare fuori il pallone trova l’opposizione della schiena di Caceres.

JuveChiude definitivamente il discorso al 58° minuto Fernando Llorente tornato al gol secondo quella che è la sua specialità: il colpo di testa.
Migliore in campo: Il centro campo tutto, chiave di volta del bellissimo gioco messo in atto dalla squadra bianconera. Peggiore in campo: nonostante la sensibilità dimostrata da Conte nel tentativo di difendere Sebastian Giovinco dai fischi del pubblico bianconero, è innegabile l’insufficienza della prestazione dell’ attaccante torinese, probabilmente non all’ altezza di questa Juventus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.