Sport

Juve, di nuovo in testa

NAPOLI (di Eleonora Posabella) – E’ ancora una volta in fuga la Juventus di Massimiliano Allegri, che, approfittando dello scivolone giallorosso a Napoli, si riporta da sola in testa alla classifica, nonostante l’ approccio al match con L’Empoli sia decisamente molle e poco incisivo.

Alvaro Morata, 22 anni, e Paul Pogba 21 la meglio gioventù bianconera. LaPresse
Alvaro Morata, 22 anni, e Paul Pogba 21 la meglio gioventù bianconera. (LaPresse)

La formazione bianconera scende in campo notevolmente rimaneggiata probabilmente in vista del match di Champions League contro l’Olympiacos previsto per martedì sera, che potrebbe restituire qualche speranza ai tifosi. Dunque Giovinco e Morata in sostituzione della collaudata coppia d’attacco Tevez – Llorente, mentre torna a dirigere il centrocampo Andrea Pirlo; la partita però non prende da subito la piega sperata a causa dei ritmi molto lenti e della concentrazione degli avversari toscani, perfettamente disposti da mister Sarri. Agli ospiti serve una scossa che arriverà solo nel corso della seconda frazione di gioco grazie alla rete di Pirlo su punizione, procurata da Giovinco; il gol e l’ingresso di Tevez dopo pochi minuti restituiscono ai bianconeri un po’ d’entusiasmo, che propizia il raddoppio al 72° minuto, firmato da Morata.

Tante buone intenzioni per l’ Empoli che si presenta al Castellani davanti al proprio pubblico con umiltà e con la voglia di sacrificarsi, che però non paga contro la forza della Juventus, a cui basta porre attenzione nei 30 minuti finali del match per tornare a casa con il bottino pieno. Migliore in campo: Alvaro Morata, il giovane attaccante spagnolo scalpita ed ha voglia di essere preso finalmente e giustamente in considerazione da mister Allegri, nei pochi minuti concessigli nel corso di questa stagione ha dimostrato di poter essere la giusta risposta offensiva. Peggiore in campo: la squadra tutta dal punto di vista dell’ entusiasmo e della grinta, è infatti deprimente la poca determinazione con cui la Juventus scende in campo a distanza di un’ ora dal match del San Paolo, già quindi conscia della sconfitta giallorossa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.