Cronaca

«Basta Ztl»: i consiglieri occupano la Municipalità

Controlli nella Ztl
Controlli nella Ztl

NAPOLI (di Attilio Iannuzzo – Il Mattino) –  Oltre i commercianti ed i residenti, anche i consiglieri municipali combattono la ztl del centro antico ritenendola inefficace e di ostacolo alla vita quotidiana degli abitanti della zona. Proclamato dunque un consiglio permanente con l’intento di ottenere risposte certe e risolutive dalla giunta municipale e dall’esecutivo di Palazzo San Giacomo: «Abbiamo deciso di convocare un’assemblea consiliare ad oltranza – dice il presidente della commissione viabilità della II Municipalità Marcello Cadavèro – che ci appare l’unico strumento democratico per avere risposte dall’amministrazione sul disastro Ztl che ha portato all’esasperazione commercianti e residenti della zona; resteremo qui in Consiglio fino a quando non verranno a darci delle risposte». Due le proposte avanzate per dare vivibilità ai cittadini e speranze ai commercianti del centro antico: «Innanzitutto – continua Cadavèro – è necessario trasformare la corsia preferenziale di piazza Dante in Ztl, ovvero dare la possibilità ai residenti di circolare in quell’area che è chiusa a tutti ed aprire la circolazione ai ciclomotori, così come avviene in altre parti della città; la seconda proposta è revocare categoricamente la delibera 12, con la quale si decide la sorte dei quartieri spagnoli e zone limitrofe, mai discussa in Consiglio ma trasmessa direttamente a San Giacomo dalla nostra presidenza, violando il regolamento municipale». Sulla vicenda il presidente della seconda municipalità Francesco Chirico attacca: «Questa protesta è strumentale, in linea con la campagna elettorale e frutto di agitatori di piazza; il dialogo con l’amministrazione comunale, che ad oggi non è mai stato negato a nessuno, porterà presto i correttivi che tutti noi abbiamo più volte chiesto e che vogliamo fermamente».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.