Primo Piano

(Video) Napoli,presidio contro la guerra in Libia

Servizio di Carlo Maria Alfarano

Si è svolto dalle ore 16.oo un presidio all’ingresso dell’ Aereoporto militare in Viale Umberto Maddalena per protestare contro l’intervento militare in Libia. Molte le associazioni e la società civile presente tra le quali: Donne in Nero, Cobas, Iskra Area Flegrea, Coordinamento Secondo Policlinico, Cdup Ingegneria, Studenti autorganizzati Campani e molti altri.
Durante il presidio sono stati scanditi slogan contro la guerra e distribuiti volantini d’informazione.

In allegato il comunicato stampa della manifestazione:

Dopo la ex-Jugoslavia, l’Irak e l’Afghanistan le grandi potenze occidentali scatenano una nuova guerra di chiaro stampo coloniale.
La posta in gioco ce la raccontano spudoratamente i mass-media: ci si vuole riappropriare del petrolio, a maggior ragione dopo il disastro nucleare in Giappone, proteggere gli affari delle grandi imprese, intimorire le ma…sse in rivolta di tutto il Nord Africa.
L’Italia è in prima fila in questa nuova crociata. dopo i fasti delle celebrazioni patriottiche, torna a mostrare il suo volto feroce che proprio in Libia si era scoperto già cento anni fa.
Ma la nuova guerra di aggressione è rivolta anche contro gli italiani a cui in nome dell’emergenza e della patria si impongono nuove misure repressive ed antisociali.
Intanto mentre si finge di aiutare i libici, in Italia si aggravano le politiche razziste contro i migranti.
Mentre le forze di governo e di opposizione da La Russa a Vendola si schierano in nome degli “interessili nazionali” a favore dei bombardamenti facciamo sentire la nostra voce contro queste nuova aggressione dei lupi che si travestono d’agnello.

Giù le mani dalla Libia e dai popoli del Nord Africa
Diritto d’asilo per tutti i migranti
Fine immediata dei bombardamenti e delle azioni militari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.