Enogastronomia

Natale il bello della cucina

NAPOLI (di Isabella Forte Nele) – Quale momento migliore per riprendere le nostre chacchierate culinarie e per tenere fede al nostro originario motto “cucinare tutti, presto e bene”? Un mese circa a Natale, la festa dell’anno per laici e credenti, per bambini ed adulti, la festa comunque della famiglia, del ritrovarsi, del piacere di stare insieme, magari con un ritmo più lento e pacato. La cucina, dunque, regno della festa, protagonista più che mai. Ci siamo lasciati con la promessa di chiacchierare di antipasti di mare, lo faremo più in là, quando ci dedicheremo alle cene delle due vigilie. Ora, sono sicura di assecondare il desiderio di tutti coloro che come me amano il Natale, se passo a parlare di dolci natalizi. Nulla di più tranquillo e rasserenante di una casa colorata di Natale  e profumata dei suoi dolci. Mia nonna diceva che i profumi dei dolci e delle leccornie, quando si diffondono in una casa, sono di buon augurio. Capisco che può sembrare un pensiero stupido, banale e frutto di superstizione, ma avete mai fatto caso a quanti sorrisi in più in casa ci sono, se dolci ed appettitosi profumi ne invadono le stanze? Quindi…all’opera con il nostro dolce natalizio per antonomasia: il roccoco’!!

 

Procuratevi 500g di mandorle con la pellicina, 500g di zucchero semolato, 500g di farina00, una bustina di vanillina, una bustina di pisto e 2,5 g di ammonio ( si trovano facilmente nei negozi specializzati per la pasticceria). Amalgamate il tutto con 200cc di acqua e 70cc di liquore ( a vostra scelta limoncello o liquore strega) ed infine aggiungete la buccia grattugiata di un’arancia, di un limone e di un mandarino. Con le mani umide fate dei salsicciotti che chiuderete ad anello ed appoggiateli delicatamente in un ruoto foderato di carta forno. Non vi avvilite se l’impasto risulterà appiccicoso, non avete sbagliato, è proprio così: proseguite con fermezza, il gioco vale la candela! Una volta esaurito l’impasto, spennellate i roccocò con un tuorlo diluito con due cucchiai di latte  ed infornateli a 200°  in forno già caldo per 15 minuti e a 220° per 4 minuti. Dovreste ottenere circa trenta pezzi di queste delizie. Si conservano in scatole di latta anche per più di un mese, quindi è proprio il caso che …la festa cominci!

Sarà già Natale a casa vostra e, di questi tempi, forse non è peccato ricercare la serenità di questa festa, i suoi profumi ed i suoi piaceri che sanno tanto di famiglia e di tranquillità. Alla prossima con i regali mustacciuoli. Buon appetito!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.