Notizie dall'Italia e dal mondo

Cronaca

Tragedia a Suviana, sei vittime e un disperso nella centrale idroelettrica

La tragedia di Suviana, in provincia di Bologna, continua a scuotere il paese mentre emergono ulteriori dettagli sull’incidente che ha causato sei vittime accertate e un disperso ancora in attesa di essere ritrovato. Tra le vittime, tre dei dispersi sono stati ritrovati senza vita dopo giorni di ricerche disperate. La moglie di uno dei dispersi, Vincenzo Garzillo, 68 anni di Pianura, ha pubblicamente implorato il ritorno del marito sui social media, insieme ai loro figli Fara e Mario, nella speranza di un miracolo che li riunisca.

L’inchiesta della procura di Bologna si concentra sull’ipotesi di errore umano nella riattivazione di una turbina, con verifiche in corso sui collaudi e sui subappalti coinvolti. Il ritrovamento dei dispersi è stato un momento di amaro sollievo, con i corpi di Paolo Casiraghi, Alessandro D’Andrea e Adriano Scandellari identificati tra le vittime dell’esplosione avvenuta nella centrale idroelettrica di Bargi, gestita da Enel Green Power.

L’incidente ha colpito in modo drammatico gli operai al piano -8 dell’impianto, mentre altri erano al livello -9, dove si sono concentrate le ricerche. Si apprende che Garzillo, esperto incaricato di supervisionare le operazioni di riattivazione delle macchine, era stato assegnato a Suviana dalla Lab Engineering, con sede a Ortona, dopo aver svolto simili compiti per Enel nella Centrale di Presenzano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.