Notizie dall'Italia e dal mondo

Sport

Napoli-Milan, i partenopei incassano la seconda sconfitta in campionato

Napoli (di Cristina Accardo) – Sotto una pioggia battente, contro un Milan determinato, ma non imbattibile e contro un Rizzoli  disastroso, il Napoli incassa la seconda sconfitta in campionato. Un 1 a 2 ingiusto per gli azzurri che, dopo un primo tempo mediocre, sotto di un goal e in dieci per l’espulsione di un ingenuo Pazienza che si fa ammonire due volte dall’arbitro per aver toccato il pallone con le mani, nel secondo tempo cercano in tutti i modi di cambiare le sorti della partita. Una partita in cui accade di tutto: dal gaol contestato dei milanisti, al grave scontro tra Maggio ed Antonini; dal rigore non concesso a La vezzi, alla rissa sul finire del secondo tempo per cui Rizzoli a caso, estrae un giallo contro un incolpevole Campagnaro. Ma andiamo con ordine. Inizia il match ed è il Milan a fare la partita, il Napoli concede campo e sono i rossoneri a passare in vantaggio con Robinho su cross di Oddo, panchinaro di Allegri, (subentrato ad Antonini), che nella notte del San Paolo si trasforma in assist-man. 1 a 0 ed il Napoli inizia a reagire attaccando con La vezzi, Cavani, Dossena e Yebda, subentrato a Maggio ed autore di una buona prestazione. Si va negli spogliatoi con il Napoli in dieci e voglia di vincere la partita, ma alla ripresa, dopo straordinarie parate del solito De Sanctis e dopo vari tentativi degli azzurri di andare in goal, sono i rossoneri a trovare la porta con Ibrahimovic al 27’. Ma il Napoli non molla; Lavezzi prende in mano la squadra e semina panico tra la difesa milanista trovando il goal della speranza al 33’: pallonetto da terra ed Abbiati battuto. Il Napoli lotta fino alla fine, ma la porta rossonera sembra stregata, l’arbitro ci mette del suo “usando due pesi e due misure” e la serata termina con gli azzurri sconfitti ma cullati dall’applauso dei 50 mila e più del San Paolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.