Cronaca

Differenziata, parte la raccolta “fai da te” nei market e nelle scuole

NAPOLI «Oggi abbiamo inaugurato il primo apparecchio offerto dalla società Garby per la differenziata nel supermarket MD Discount di piazza Nazionale. In pratica, abbiamo spiegato ai cittadini, insieme al direttore commerciale dell’azienda, come si utilizzano i raccoglitori per carta, plastica e lattine che sono stati installati nel negozio.

DifferenziataPortando lì questa tipologia di rifiuti differenziati, i clienti avranno in cambio un buono sconto del valore di tre centesimi da spendere, dopo averli accumulati, per la spesa al supermercato. Una filosofia che vede il rifiuto come una risorsa, in cui sono tanti i costi che si abbattono». Lo dice in una nota Armando Coppola, presidente della Quarta Municipalità a margine della presentazione del progetto “Il rifiuto è una risorsa”, con cui grazie all’accordo con la Garby, su nove siti del territorio (tre supermercati, tre scuole e tre parrocchie) saranno collocati raccoglitori automatici per il recupero di materie plastiche e alluminio. Oltre all’MD Discount di piazza Nazionale, i luoghi individuati per ora sono le scuole Miraglia e Bovio-Colletta.

«Andremo a coprire tutta la zona del quartiere Vicaria – rimarca Coppola – in questa fase iniziale, che è di sperimentazione. Poi sarà la volta di piazza Bellini, dove partiremo con l’installazione di raccoglitori automatici per la raccolta differenziata del vetro, dato che quell’area è il cuore della movida nel centro storico. Dov’è il vantaggio in questa operazione? Non solo i cittadini ne trarranno un beneficio economico, ma si abbatteranno i costi di raccolta, trasporto e smaltimento, mentre il sindaco de Magistris e il suo vice Sodano continuano a sperperare denaro pubblico, facendo realizzare cassonetti sotto terra e approvando ordinanze sindacali che non risolvono il problema dei rifiuti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.