Palazzo dello Spagnolo apre le sue porte al duo pianistico Campisi-de Vero

di Maria Stella Spiniello

NAPOLI – Il giorno 13 ottobre nel cuore del Rione Sanità, precisamente nella suggestiva cornice di Palazzo dello Spagnolo di Napoli il duo pianistico formato da Giuseppe Campisi e Aldo de Vero si è esibito in musiche di Mozart, Schubert, Gioia, Shostakovich. Un’atmosfera magica si percepisce già all’ingresso dello storico palazzo eretto nel 1738, in epoca moderna su commissione del marchese di Poppano Nicola Moscati, unificando due lotti ricevuti dalla moglie. Il palazzo è caratterizzato dalla suggestiva scala ad “ali di falco” la cui realizzazione è opera di Ferdinando Sanfelice. La serata è iniziata sulle note di Mozart che come ben sappiamo iniziò in giovanissima età a comporre i primi brani. Ascoltando le melodie suonate dal duo Campisi-de Vero ci si può lasciare trasportare dalle emozioni vere, autentiche e speciali. Basta chiudere gli occhi ed immergersi nei suoni, nelle melodie, nei colori dei quadri che si trovano all’interno del palazzo, nelle atmosfere magiche di Schubert e nei suoni raffinati di Gioia. Il duo ha riscosso molto successo a Londra, Parigi, Edimburgo, Irlanda, Romania con le orchestre sinfoniche di Stato di Arad, Iasi e Botosani, all’ambasciata italiana, New York , Toronto e in numerosi teatri. Inoltre, a St. Martin-in-the-fields hanno ricevuto una standing ovation un’ audience di circa 1200 persone. Hanno inciso un cd dal vivo che ha finora venduto più di 2000 copie. Ciò che si percepisce osservando il duo Campisi-De Vero è anche il legame di entrambi, difatti sono ben 12 anni che suonano insieme. Durante la serata c’è stata un’estrazione tra i partecipanti per un soggiorno di un weekend 2-3marzo 2019 nello splendido b&b Morfeo di Avola in Sicilia. La serata si è conclusa con calorosi applausi e un ricco buffet nelle stanze del palazzo. Le prossime tappe del duo saranno: Malta, Dublino, Edimburgo, Philadelphia e New York.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.