Politica

Vozza rilancia la sfida: «Noi la vera alternativa»

NAPOLI (di Attilio Iannuzzo – Il Mattino) –  Partiti e associazioni legate al mondo della sinistra fanno quadrato attorno a Salvatore Vozza, coordinatore regionale di Sel che ha formalizzato ieri la sua candidatura per la Presidenza della Regione Campania.

Salvatore VozzaOltre al partito di Nichi Vendola, Vozza ottiene l’appoggio di Rifondazione comunista, Partito del lavoro, Comunisti italiani, Sinistra in movimento, i giovani di Act e Green Italia. “Tra un “candidato invisibile come Caldoro – afferma Vozza – e uno ineleggibile come De Luca, ora i cittadini hanno un’alternativa; siamo convinti di poter vincere – aggiunge – e siamo pronti a governare la Regione Campania con un programma di cambiamento che mette finalmente in primo piano le necessità dei cittadini campani”. Al centro del dibattito “il disastro sociale, economico e civile creato dalla Giunta Caldoro e che – secondo Vozza – ha creato grossi danni con le sue enormi opacità”. Il coordinatore di Sel non risparmia critiche al Pd nazionale: “Il Partito Democratico ha mostrato poco rispetto nei confronti dei cittadini campani, prima col teatrino delle primarie ed ora con una candidatura, quella di De Luca, che disattende le leggi e lascia gli elettori nella completa incertezza”. Lo slogan scelto per la campagna elettorale è ‘Ora puoi scegliere’, perché i cittadini “non sono più costretti ad accettare il ricatto di una riconferma di Caldoro, spiega Vozza. Nessuna questione personale con De Luca, ma una posizione netta nei confronti dei Democrat e del segretario Matteo Renzi, che “scappa ancora dalle proprie responsabilità, come ha fatto con la nomina del commissario per la bonifica di Bagnoli e del presidente dell’Autorità portuale di Napoli”. L’ex sindaco di Castellammare di Stabia parla ai tanti indecisi, rivolge un appello all’unità e annuncia che “entro 10 giorni” rivelerà i componenti della sua Giunta. A chi lo accusa di favorire Caldoro con la sua candidatura, Vozza replica sostenendo che “e’ il Pd che sta aprendo un’autostrada all’attuale governatore”. Si esclude l’ipotesi di un accordo in extremis con i Democrat, nel caso in cui si scegliesse un sostituto di De Luca, perché’ “in questi mesi il Pd troppe volte ha giocato con le primarie, rinviandole e facendo intravedere altre possibilità, ora siamo partiti e andiamo avanti”. Le priorità sono i giovani e il lavoro, oltre alla sicurezza, visti anche gli ultimi episodi di criminalità organizzata a Napoli. Ed ancora la sanità, con “Caldoro che sbandiera un falso risanamento, mentre si sta praticando un’eutanasia tra i cittadini che non possono permettersi le cure”. ”Sono sicuro – ha concluso Vozza – che il nostro progetto sarà condiviso da elettori e forze politiche che non vogliono rassegnarsi all’alternativa impossibile fra Caldoro e De Luca”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.