Editoriali

(La) Passera non piace più a Berlusconi

Silvio Berlusconi

NAPOLI (di Attilio Iannuzzo)  – Bei tempi quelli in cui si andava d’accordo. Oggi non è più così. Diciamo che ad una certa età le cose cambiano. Cambiano gli atteggiamenti che gli uomini hanno verso i propri simili, cambiano gli orientamenti, intendo quelli politici. Oggi Passera pensa che Berlusconi non debba più scendere in politica (in milioni lo condividono) ed il presidente va su tutte le furie.  Ovviamente mai una dichiarazione a sua firma, ma sempre dal portavoce di turno: ”Solo il presidente Berlusconi, con il carisma che lo contraddistingue, con la sua lungimiranza e la sua forza da combattente, puo’ arginare l’avanzata della sinistra delle tasse e della Cgil. Solo lui può combattere i grillini e ridare fiducia e speranza al popolo di centro-destra. Passera, quindi, eviti di pronunciare slogan consumati da campagna elettorale e, semmai, torni alle banche e continui a rappresentare gli interessi dei banchieri. Interessi che ha ben rappresentato fino a oggi pur essendo stato chiamato a lavorare per il bene degli italiani”, dichiara Gabriella Giammanco (Pdl). ”Berlusconi ha sempre cercato d’interpretare i sentimenti e le necessita’ della gente. Ha dimostrato grande sensibilita’ nel recepire le istanze del nostro elettorato e, oggi piu’ che mai, con la crisi che sta vivendo la politica, e’ la persona giusta a riavvicinare tanti delusi all’area di centro-destra. Con il presidente Berlusconi si tornera’ a parlare concretamente di riforme, di lavoro, di rilancio delle imprese e di riduzione delle tasse”, conclude Giammanco”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.