Accordo Alenia, i ricatti di Bossi penalizzano i lavoratori e la Campania

Sede dell'Alenia a Pomigliano d'Arco

NAPOLI – ‘Togliere dal tavolo della trattativa tra azienda e forze sociali la decisione di spostare la sede legale di Alenia da Pomigliano a Varese è stato un  danno oltre che una beffa, anzi una truffa ai danni delle future generazioni meridionali. Un Governo moribondo non può infliggere un colpo così duro al Mezzogiorno.

Per questo non comprendiamo il coro di consensi, da Union Sacrèe, (dai  sindacati nazionali,  al  PD, a Caldoro) sull’esito della riunione di ieri, svoltesi a Roma, sulla proposta di piano industriale  per il maggior gruppo aereonautico del Paese. Si perdono, invece, circa 800 posti di lavoro (non calcolando quelli dell’indotto) e si vorrebbero chiudere tre siti: Casoria, Tessera, Roma.

Continueremo a sostenere le ragioni dei lavoratori di Alenia della Campania, a partire da quelli di Casoria, contro la chiusura degli stabilimenti e delle sedi; per fermare le esternalizzazioni selvagge della produzione, per difendere il lavoro’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.