Muore in carcere Cosimo di Lauro, si indaga sulle cause

Stava scontando l’ergastolo per gli omicidi commessi durante la prima faida di Scampia. Gli avvocati raccontno che avesse turbe psichiche ma non è stato mai visitato. Aperto un fascicolo per omicidio colposo a carico di ignoti.

Il suo corpo non presenterebbe segni di violenza e nella sua cella, ispezionata dopo il rinvenimento del cadavere, non sarebbero stati trovati elementi che potessero far pensare a una causa di decesso diversa dalla morte naturale. La Procura di Milano ha disposto l’autopsia e una consulenza medico legale e tossicologica per chiarire non solo le cause della morte ma anche le condizioni del detenuto, che da anni lamentava problemi psichiatrici come allucinazioni e disturbi del sonno. Per questo motivo il pm di turno, Roberto Fontana, ha aperto un fascicolo con l’ipotesi di reato di omicidio colposo a carico di ignoti, atto “prudenziale” necessario per poter svolgere sia gli accertamenti medico legali e tossicologici sia la stessa autopsia.

La data per i funerali di Cosimo Di Lauro non è stata ancora fissata, si dovrà attendere l’espletamento dell’autopsia e degli altri accertamenti sul corpo. In queste ore la Questura di Napoli starebbe però disponendo il divieto per la cerimonia in forma pubblica, prassi per circostanze del genere e in particolar modo quando il deceduto è inquadrato in un clan ancora attivo sul territorio. La decisione dovrebbe essere ratificata nelle prossime ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.