Zona d’ombra, la storia dell’uomo contro l’America

NAPOLI (di Sabina De Silva) – Se siete alla ricerca di un film appassionante, emozionante – senza mai scendere nel patetico – “Zona d’ombra” è la scelta giusta per il week end.

“Zona d’ombra” è la storia dell’uomo che decise di sfidare una delle organizzazioni sportive più potenti al mondo: il neuropatologo nigeriano Bennet Omalu, che scoprì la CTE  (encefalopatia cronica traumatica), malattia degenerativa che colpisce soprattutto i giocatori di football.

Tutto pZona d’ombra - filmarte dalla morte di Mike Webster, stella del foootball che a 50 anni, senza motivi apparenti, inizia a dare segni di squilibrio accompagnati da atteggiamenti violenti ed autolesionistici che da lì a breve lo porteranno al suicidio. Omalu comincia ad interessarsi al caso, e dopo varie analisi e la morte di un altro giocatore in circostanze simili, arriva a capire che cioè che ha colpito entrambi gli atleti è una malattia degenerativa che intacca il cervello, causata dai ripetuti colpi alla testa che i giocatori subiscono sul campo.
Omalu intraprende così la sua battaglia per portare all’attenzione pubblica il problema e per convincere la NFL, la maggiore lega di football americano, a prendere maggiori precauzioni per la salute degli atleti.

La strada si rivelerà essere tutta in salita ed il dottor Omalu si troverà ad affrontare i dilemmi, le minacce e l’ostruzionismo dettati sia dalle sue origini “non americane” sia dai notevoli problemi che la sua scoperta porterà alle lobby sportive.
Forse il bello del film sta proprio nell’essere riuscito a raccontare una storia vera trasmettendo tutta la frustrazione e gli sforzi di Omalu, che si ritrova da solo a combattere la sua battaglia.
A concorrere alla bellezza del film è sicuramente anche l’interpretazione di Will Smith nei panni del neuropatologo: non è più l’attore che possiamo ricordarci in “Bad Boys” o “Man in Black”, ogni suo nuovo film sembra scandire le tappe della sua crescita artistica, portandolo ad essere più maturo e più consapevole dei ruoli che si trova ad interpretare.

Sabina De Silva

cell. 334 9645446

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.