(Video) Presentazione della giunta, De Magistris : “saremo una casa di vetro”

NAPOLI – (di Daniele Pallotta). Nella sede di Palazzo San Giacomo il sindaco di Napoli Luigi De Magistris presenta la sua giunta; sono dodici assessori, otto uomini e quattro donne: “non condivido le cosiddette quote rosa, questa è secondo me la miglior giunta possibile in questo momento”.
La presentazione inizia con “il legittimo godimento” – espresso dal sindaco – “per il risultato straordinario del referendum.” De Magistris annuncia che verranno eliminate le società per azione dalla gestione dell’acqua.
Il sindaco afferma di aver scelto la sua squadra in assoluta libertà e indipendenza, e si dice contento del lavoro svolto: “si tratta di persone capaci di dare attuazione al programma per cui sono stato eletto, persone con autonomia di giudizio e senza nessun vincolo coi partiti, che hanno competenza, entusiasmo, passione. Questa giunta inaugura nuovo modo di fare politica a Napoli, nel Mezzogiorno, nel Paese. Sarà una giunta senza alcun rapporto diretto e indiretto con la criminalità organizzata. Se la camorra esiste ancora è perché ha rapporti con la politica. Noi creeremo le condizioni per eliminare la linfa della camorra. Il lavoro deve diventare un diritto e si devono creare luoghi di aggregazione sociale.” Giovedì ci sarà la delibera sulla questione rifiuti, verranno sbloccati 10 milioni di euro per la raccolta differenziata, “non vorrei essere troppo ottimista, ma penso che se resta questo entusiasmo supereremo Torino come differenziata.” E sull’informazione De Magistris assicura: “il comune sarà una casa di vetro, i cittadini saranno informati su tutto.”

ASSESSORI E DELEGHE
Il sindaco mantiene le deleghe alla Promozione della Pace; difesa e attuazione della Costituzione; cooperazioni e relazioni internazionali; grandi eventi; forum delle culture; riforma della macchina comunale; attuazione del programma e organizzazione; comunicazione e promozione dell’ immagine di Napoli.

Viene precisato che ciascuno degli assessori avrà competenza funzionale per le rispettive società partecipate. Tommaso Sodano è Vicesindaco e assessore all’Ambiente con deleghe ai rifiuti; sviluppo sostenibile; igiene e sanità; parchi e giardini; mare; tutela degli animali. Si ricorda che Sodano fu il primo a sporgere denuncia contro le irregolarità nella gestione dei rifiuti in Campania.
Riccardo Realfonzo “avrà un compito difficile, considerando quello che ha lasciato la giunta Iervolino”, ossia l’assessorato al Bilancio, finanza e programmazione; fondi europei; investimenti e mutui; controllo della spesa; risorse strategiche; tributi; servizi pubblici e società partecipate in accordo con gli assessori di competenza che ne gestiranno il coordinamento funzionale. Realfonzo si dimise dalla giunta Iervolino denunciando i debiti fuori bilancio.
Assessore ai Beni Comuni è Alberto Lucarelli, professore di diritto pubblico dell’Università Federico II – “l’assessorato più politico, in cui rientra anche la delega alla democrazia partecipativa e ai rapporti con la cittadinanza attiva – spiega De Magistris”.
Il magistrato Giuseppe Narducci è l’assessore ai Diritti, trasparenza e sicurezza; Gare e contratti; coordinamento per la realizzazione di lavori e opere pubbliche; avvocatura; polizia urbana; studi e pareri; regolamenti comunali; URP; beni confiscati; racket e usura; politiche anticorruzione; contenzioso del lavoro; PON sicurezza; videosorveglianza – “sono contento della scelta professionale e di vita fatta da Narducci, che testimonia come qui a Napoli sia avvenuta una rivoluzione pacifica –è il commento di De Magistris su una nomina che aveva suscitato molte polemiche sui giornali.
Sergio D’Angelo, ex presidente della Gesco, un gruppo di imprese sociali, sarà assessore alle Politiche sociali e politiche dell’immigrazione; migranti. Anche su D’Angelo il sindaco si sofferma: “non esistono conflitti d’interesse nella sua nomina”

Luigi De Falco, architetto, è l’assessore all’Urbanistica; edilizia pubblica e privata; antiabusivismo edilizio; condono edilizio; centro storico ed edifici storici; rapporti con l’autorità portuale; politica della casa.

Antonella Di Nocera, è l’assessore alla Cultura e turismo; spettacoli; biblioteche ed archivi; toponomastica.

Anna Donati, ex parlamentar dei Verdi, ha le deleghe ai Trasporti e mobilità; viabilità; strade; parcheggi; protezione civile; gestione delle emergenze; suolo e sottosuolo; pubblica illuminazione; impianti tecnologici; metropolitane; infrastrutture.

Il giornalista Marco Esposito, responsabile delle politiche del Mezzogiorno per Italia dei Valori, è l’ assessore al Lavoro, sviluppo, attività produttive, commercio; sviluppo economico; commercio e mercati; produzione e servizi; ricerca e innovazione; pubblicità e affissioni; tutela dei consumatori; polizia amministrativa; formazione professionale; zone franche; artigianato; made in Naples. Esposito è un esperto in gestione dei Fondi strutturali europei.

.
Ad Annamaria Palmieri spetta la delega per Scuola e istruzione; asili nido; diritto alla studio; educazione alla legalità; lotta alla dispersione scolastica; attuazione dell’integrazione scolastica dei bambini diversamente abili e dei migranti; città dei bambini; progetti speciali per l’infanzia.

L’assessore allo Sport è Giuseppina Tommasielli, medico di base che dovrà occuparsi anche di politiche giovanili, politiche familiari e pari opportunità; tempo libero; impianti sportivi.

Bernardino Tuccillo, ex sindaco del Comune di Melito, è l’assessore al Patrimonio e personale; demanio; assegnazione immobili; manutenzione immobili; conservazione e logistica uffici; decoro e arredo urbano; cimiteri; autoparchi comunali; provveditorato; economato; personale; utilizzo delle risorse umane; rapporti con le municipalità; rapporti con i sindacati; anagrafe; stato civile; servizio elettorale; protocollo; archivi; statistica; censimenti.

Capo di gabinetto sarà Attilio Auricchio, del quale De Magistris afferma di “aver verificato affidabilità e competenze dal 1995, è una delle persone di cui mi fido di più.”

I CITTADINI IN ATTESA DI RISPOSTE.
Durante la presentazione della giunta, davanti palazzo San Giacomo, cittadini, comitati, operatori sociali, movimenti della lotta per il lavoro si sono riuniti per dare un segnale alla nuova giunta. Simona Pucciarelli, del Comitato cittadini campani per un piano alternativo dei rifiuti, spiega che i “cittadini manterranno alta l’attenzione sulla gestione dei rifiuti, e la nostra presenza qui oggi è un modo per ufficializzare la nostra esistenza come entità civica”. Giovanni Manzo, del collettivo operatori sociali, ricorda che “il comune di napoli ha ancora un debito per 34 milioni di euro la regione Campania ha commissariato queste risorse;la nuova giunta dice di caratterizzarsi per attenzione al sociale,ma noi non guardiamo in faccia nessuno e continueremo a dare battaglia per i nostri diritti.” Paola Bianco , del coordinamento lotta per il lavoro, ha incontrato sindaco e vicesindaco subito dopo la presentazione della giunta: “ ci è stato chiesto uno screening del nostro percorso, le nostre competenze, una proposta per la raccolta differenziata e la bonifica. Domani porteremo lo screening e la prossima settimana incontreremo Sodano per decidere le prospettive future. Un primo passo è stato fatto, è andata bene, poi dovranno esserci i fatti a seguire i buoni propositi.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.