(Video) 1 Maggio a Napoli

(Servizio: Andrea Messina – Video: Carlo Maria Alfarano)

Anche la città di Napoli ha avuto il suo bel concerto del 1° Maggio. Certo visti i tempi c’è poco da festeggiare, soprattutto per quei lavoratori sempre più messi alle strette e ridotti a vivere in modo sempre più precario. Il Presidente della Repubblica ha bacchettato anche i sindacati che, hanno dimenticato l’unitarietà e la lotta a favore dei lavoratori. Il concerto, si è tenuto in piazza Dante una piazza non gremita nonostante, la bella giornata. Tanti sono stati gli artisti che sul palco si sono avvicendati sino alla mezzanotte. Forse, i napoletani hanno preferito fare altro o magari spostarsi sulla capitale, visto lo svolgimento di un evento ancora più grande del concerto stesso; quello sulla beatificazione di Giovanni Paolo II. E’ solo un ipotesi. Napoli in questo periodo sta vivendo momenti davvero particolari. Tornando al concerto, la chicca è stata sicuramente la presenza di Peppino di Capri, Biagio Izzo, etc.. Sarà forse mancata l’adeguata informazione, o pubblicizzazione dell’ evento fatto sta’, che sotto certi aspetti sembrava più la sagra del tarallo che un concerto. I Sindacati ce l’hanno messa comunque tutta per organizzare tutto questo. Conduttori d’eccezione sono stati Rosaria De Cicco e Enzo De Caro che per tutta la sera si sono alternati. Dopo aver incontrato i Sindacati CGIL,CISL,UIL e posto alcune domande abbiamo avuto modo anche di incrociare il Sindaco uscente Iervolino che scambiava battute scherzose con De Magistris presente anch’egli in piazza e successivamente, Morcone ai quali, abbiamo chiesto loro di esprimersi sui fatti accaduti in piazza e a Lettieri. Ha chiuso la serata Maurizio Capone e che con i suoi strumenti riciclati ha deliziato quelli che in piazza erano rimasti. Resta comunque un dato se i lavoratori erano costretti a lavorare nel giorno a loro dedicato, nelle piazze hanno festeggiato studenti, precari e pensionati? Allora sarebbe il caso di chiamarlo 1° Maggio Festa ……. per chi se lo può permettere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.