Vandalizzata una scuola a Poggioreale, l’ira dei genitori

NAPOLI – Numerosi bambini di Poggioreale non sono potuti entrare al 76° circolo didattico  “Mastriani  – Gesmundo” (scuola infanzia)  a causa di  atti vandalici avvenuti stanotte.

Il primo bilancio :Asportati i rubinetti dei bagni, che hanno provocato l’allagamento della struttura ed il furto di uno stereo.                                      .

Nelle prossime ore, sarà effettuato un bilancio dei danni definitivo.

Scuola vandalizzata a apoggiorealeIl Consigliere della IV Municipalità Pietro Contemi dichiara: Nel quartiere di Poggioreale la criminalità sta colpendo continuamente dopo il ferimento di un Agente di Polizia, adesso si colpiscono le scuole, Non Bisogna abbassare assolutamente  la guardia e non dobbiamo rimanere inermi di fronte ad azioni che calpestano i diritti dei bambini.

I Consiglieri Salvatore Pane  e Giovanni GemitoPresidente della Commissione Scuola IV Municipalità dichiarano: Chiederemo alla Presidenza della IV Municipalità la convocazione di un Consiglio Municipale sulla sicurezza del Territorio dove inviteremo le istituzioni competenti e se anche questa volta non si presenterà nessuno degli invitati saremo noi ad andare dalle Istituzioni a chiedere maggiore sicurezza.

Il Consigliere della IV Municipalità Pietro  Contemi conclude: E’ importante poter prevedere un tavolo istituzionale come  un osservatorio sulla sicurezza in cui possano interagire tutte le forze che operano nel settore per monitorare e garantire la sicurezza del territorio, attraverso interventi  mirati delle forze dell’ordine:Noi siamo inoltre per la video-sorveglianza: via web avrebbe costi irrisori perché una stanza pubblica municipale sarebbe a costo zero. Servirebbero  un computer in rete ed una Web – Cam  per la copertura completa del territorio!

Sulla vicenda anche il Consigliere Comunale Vincenzo Moretto che dichiara: In queste ore sto preparando gli atti per richiedere un consiglio comunale monotematico sulla Sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.