Tre reti all’Udinese ed il Napoli vola

NAPOLI (di Cristina Accardo) – Tre reti all’Udinese e tre punti guadagnati da Mister Benitez. Al San Paolo, nella ventiduesima giornata della massima serie, gli azzurri a distanza di quindici giorni, ospitano in casa ancora i bianconeri di Stramaccioni.

I friulani giunti a Napoli con la voglia di vendicarsi dell’ eliminazione ai rigori dalla Coppa Italia ad opera dei partenopei soli quindici giorni fa, dopo novanta minuti lasciano il campo di gioco a testa bassa. Napoli 3 Udinese 1 è questo il risultato finale; ad aprire le danze dei gol è, dopo soli pochi minuti di gioco Dries Mertens, oggi in campo dal primo minuto ed autore di una buona prestazione. E’ ancora il primo tempo quando il Napoli raddoppia; Hamsik serve palla a Gabbiadini che la infila per il 2 a 0.

Napoli - UdineseLa partita sembra essere gestibile dagli azzurri, ma al 27’ Thereau che si infila in area e supera Rafael. E’ 2 a 1. Si va negli spogliatoi; alla ripresa ancora Thereau che, con un’autorete, spinge nella sua porta un cross di Mertens: è 3 a 1. Da questo momento la partita non subisce più grandi scossoni, se non con De Guzman che in due occasioni sfiora la rete. Finisce al San Paolo con il Napoli che guadagna tre punti e mantiene saldo il terzo posto, con un distacco di meno quattro dalla Roma, vincente sul Cagliari.

Le formazioni – Napoli: Rafael, Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam, Gargano (82′ Jorginho), Inler, Gabbiadini (55′ Callejon), Hamsik, Mertens (66′ De Guzman), Higuain. A disp.Andujar, Colombo, Henrique, Koulibaly, Strinic, David Lopez, Duvan. All.Rafa Benitez Udinese: Karnezis, Hertaux, Danilo, Piris, Widmer, Allan, Guilherme, Hallberg (63′ Aguirre), Pasquale, Fernandes (78′ Perica), Thereau (87′ Gabriel Silva). All. Andrea Stramaccioni Fuori dal campo – Ancora la firma di Gabbiadini sulla vittoria azzurra “Volevo questo gol, l’ho cercato e l’ho voluto tanto. Devo continuare così, sono arrivato in una grande squadra con grandi giocatori e per me è stato facile inserirmi. Arriveranno momenti un po’ più difficili, ma lì si vedrà la nostra forza. Hamsik è stato bravo, dopo il goal l’ho indicato perchè mi ha dato una bella palla, ho solo dovuto appoggiarla in porta. Sono arrivato da poco e piano sto entrando in sintonia con la squadra. Sono contento di aver trovato questi due goal, ma devo imparare ancora dei movimenti nella fase passiva. Per i giocatori che ha il Napoli, per la società e per i tifosi, questa squadra vale veramente molto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.