Terremoto, gente spaventata scende in strada

NAPOLI – Ore 18.08, scossa di terremoto avvertita a Napoli, con epicentro Tra Molise e Campania. Gente in strada a Napoli,  in particolare quelle che si trovavano ai piani alti di abitazioni, a seguito del forte terremoto avvertito nel pomeriggio. Diversi anche i turisti spaventati che sono usciti dagli alberghi nei quali alloggiano in questi giorni di festività’. Momenti di paura si sono registrati nell’Avellinese. Molti i fedeli che stavano partecipando alla messa del pomeriggio. Stessa situazione anche nel Beneventano dove al momento, comunque, non si registrano danni.Il Sindaco De Magistris raccomanda:”Al momento non si registrano danni a persone o cose. Utilizziamo i cellulari solo per estrema necessita’ per qualche ora”.

terremoto-napoliRisale al 1980 l’ultimo forte terremoto che ha scosso la Campania: il 23 novembre di 33 anni fa – anche allora una domenica – alle 19:34 una scossa di magnitudo 6.9 in
Irpinia provoco’ 2.914 morti e 8.848 feriti, oltre a circa 280.000 sfollati. L’epicentro fu identificato tra i Comuni di Teora, Castelnuovo e Conza della Campania.

Il terremoto colpi’ le province di Avellino e Salerno, oltre a quella di Potenza in Basilicata. I paesi piu’ feriti, oltre a quelli dell’epicentro, furono Laviano, Lioni e Sant’Angelo dei Lombardi. Ma crolli si verificarono anche a Napoli. In totale, furono 679 i Comuni colpiti in otto province: tutte quelle della Campania e della Basilicata e la provincia di Foggia in Puglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.