Tag Archive | "spettacolo"

Sergio Assisi in “L’ispettore Drake e il delitto perfetto”, al Teatro Lendi

Tags: , , , ,

Sergio Assisi in “L’ispettore Drake e il delitto perfetto”, al Teatro Lendi


NAPOLI – Il mese di febbraio del Teatro Lendi, in via A. Volta 176 (Strada Provinciale Grumo Nevano-Sant’Arpino) si chiude con Sergio Assisi e “L’ispettore Drake e il delitto perfetto” di David Tristram, in scena mercoledì 22 febbraio, alle 21 (in replica 23 e 24 febbraio). Adattamento e regia Sergio Assisi. Nel cast: Luigi Di Fiore, Francesco Procopio, Fabrizio Sabatucci, Beatrice Gattai. Musiche originali Louis Siciliano Aluei-Edizioni musicali GDM Music. Scenografia Roberto Crea. Disegno luci Francesco Adinolfi. Costumi e Grafica Mirjana Panowsky.

Quando un genio decide di commettere un delitto, il piano che mette in pratica per portare a termine il suo progetto è a prova di errore.
Ma è anche a prova di idiota?

L’Ispettore Drake e il suo fido aiutante Plod si ritrovano a dover affrontare la più grande sfida delle loro carriere: risolvere un misterioso e intricato delitto. E quando diciamo intricato, intendiamo proprio intricato, intricato come… come una cosa molto intricata, per intenderci.
Chi è il misterioso dottor Short? E perché ha sposato un facocero? E’ stato lui ad uccidere la sua quarta moglie o è stata la sua quarta moglie a uccidere lui? Ha veramente due figlie di nome Sabrina o una delle due mente? Che ci fa il Papa nel bosco? Ma soprattutto, perché c’è un lampione in salotto?
Queste sono solo alcune delle tante domande a cui l’ispettore dovrà dare una risposta.

Personaggio surreale al servizio di un thriller surreale, l’Ispettore Drake racchiude in sé tutti i luoghi comuni del detective esasperati all’ennesima potenza, fino ad ottenere una miscela esplosiva e irresistibilmente comica. La sua lampante incompetenza, malcelata da un atteggiamento serioso e goffamente beffardo, è resa ancora più esilarante dall’accoppiata con il sergente Plod, il peggior assistente che un detective possa desiderare di avere al suo fianco quando si sta indagando su un omicidio!
In questa fortunata commedia inglese si alternano continue e inaspettate gag e innumerevoli colpi di scena, trascinando lo spettatore in un universo goliardico dove tutto, ma proprio tutto può accadere, e dove ciò che è incredibile diventa magicamente plausibile.

Share

Posted in SpettacoloComments (0)

Si accendono le stelle al Cilea, sesta edizione del gala solidale

Tags: , , , ,

Si accendono le stelle al Cilea, sesta edizione del gala solidale


NAPOLI – Anche per la sesta edizione del gala solidale “Ancora insieme per accendere una Stella “, c’è stato tanto pubblico al Teatro Cilea di Napoli, e tutti gli amici artisti, giornalisti e campioni di sport, invitati dall’associazione no profit “ Accendiamo una Stella for you” . Questo il commento della presidente Maria Rotunno, soddisfatta dell’attenzione ricevuta per la progettualità solidale dell’associazione, sempre attenta alle richieste dei minori disagiati della X Municipalità Bagnoli e Fuorigrotta, e Pianura , e dei minori della casa famiglia “Piccoli Soli “.

Accndi una stella for youSerata solidale che ha visto alternarsi sul palco amici artisti, scrittori, campioni di sport, giornalisti ed un gruppo di alunni dell’I.C. 53 – Gigante Neghelli con il piccolo Alessio Cavaliere, campione nazionale di hip hop , intervallati dalle immagini delle giornate solidali di sport, realizzate nel corso dell’anno, dall’associazione con l’Azzurro Napoli Basket, ASD Cotena Boxing, CUS Napoli, Capri Napoli Marathon, Sporting Club Flegreo, ASD Grande Napoli Rugby, FIN Campania , che hanno visto protagonisti allievi di alcune scuole partenopee di ogni ordine e grado. La conduzione effervescente è stata determinata dell’eclettico Diego Sanchez con Ciccio Petulli . Un ringraziamento alla Consigliera della Regione Campania, Enza Amato , ed al presidente della X Municipalità Bagnoli – Fuorigrotta, Giorgio De Francesco, che hanno presenziato al gala solidale per l’intera serata. Il pubblico, solidale anche quest’anno, è stato deliziato dai prodotti di Berna Parmalat.

Share

Posted in SpettacoloComments (0)

“E’ tutta una farsa”, torna la grande tradizione del teatro comico napoletano

Tags: , ,

“E’ tutta una farsa”, torna la grande tradizione del teatro comico napoletano


Da Troisi a Petito, da Totò a Groucho Marx, arriva la grande tradizione del teatro comico napoletano nelle sue moderne proiezioni con “E’ tutta una farsa – ovvero Petito’s Play”, il nuovo spettacolo di Gianfranco Gallo con Gianfranco e Massimiliano Gallo, prodotto da Anfhoras Production in scena dal 12 al 22 novembre 2015 al Teatro Cilea.

Un lavoro innovativo interpretato da una famiglia come quella dei Gallo che già da qualche stagione si riunisce sulla scena. Sul palco, accanto ai fratelli, anche Gianluca Di Gennaro (nipote d’arte), Bianca Gallo (figlia di Gianfranco) e poi Arduino Speranza, Anna De Nitto, Francesco Russo, Ursula Muscetta.

“Mi piace definire il mio teatro di “Oltradizione”, – spiega Gianfranco Gallo – un teatro che viene dall’Oltre ed è diretto ad Oltre. Io riscrivo tutto e svelo ciò che dal passato deriva e che si è trasformato e trasmesso fino a me per andare oltre me. Non riuscirei a imbalsamare Petito, io lo rivelo come calco del volto di Totò, di Troisi e di tanti altri”.

Dal progetto alla scenografia sino ai costumi, tutto è stato curato sin nei particolari come nel teatro di una volta, quello costruito e interpretato da veri artigiani della scena.

gallo's petito'sUna maschera gigante di Pulcinella accoglie sul palcoscenico lo spettatore. Una maschera che vela e svela gli attori, simbolo di un’intera genìa di teatranti. Lo spettacolo racchiude dunque un mondo di maschere in cui però “la maschera” non ci sarà, come sottolinea Gianfranco Gallo: “Non sarà necessaria in un Teatro potente quanto più nudo. Antonio Petito, che è stato il Pulcinella più famoso della storia, è secondo me il vero assassino di Pulcinella. Le sue farse sono talmente dirompenti nell’invenzione e nella vis comica, che possono fare a meno di essere storicizzate, vestite e mascherate, sono già oltre quel che rappresentarono”.

“E’ tutta una farsa – ovvero Petito’s Play” dopo Napoli e la Campania sarà in tournée a Roma, dall’8 al 20 dicembre al Teatro Marconi. In conferenza stampa è stata distribuita anche una pubblicazione dedicata allo spettacolo.

Share

Posted in SpettacoloComments (0)

La solidarietà vince al Cilea con “Accendi una Stella for you”

Tags: , , , ,

La solidarietà vince al Cilea con “Accendi una Stella for you”


NAPOLI – Una grande serata di solidarietà al Teatro Cilea di Napoli, si è svolta lunedì 24 novembre 2014, organizzata dall’associazione no profit “ Accendiamo una Stella for you “, che ha festeggiato i primi cinque di attività solidale.

Maria Rotunno, Accendi una Stella for youIn apertura del gala è intervenuto il Sindaco Luigi de Magistris , che ha ribadito l’importanza di sinergie positive, costruttive a sostegno dei minori di Napoli. Ed ancora la Presidente della Commissione Anticamorra, Angela Cortese, l’Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli, Alessandra Clemente, il presidente della X Municipalità Bagnoli – Fuorigrotta, Giorgio de Francesco. Tanti gli ospiti che hanno partecipato alla serata, Enzo De Caro con Antonio Onorato, Lino D’Angiò , Alessandro Bolide, Salvatore Gisonna e Salvatore Misticone da Made in Sud, Coro Vox Nova, Coro Canto Insieme, Peter’s Gospel Choir, Marina Giulia Cavalli e Ilenia Lazzarin da Un posto al sole, D.N.A. Danza Nuda Anima,Mago Elite, Maurizio Capone BungtBangt, Mario Porfito, Salvatore e Ciro Urzitelli, Mimmo Guerra . Per lo sport , sono stati presenti , Franco Porzio e Stefano Luongo , Patrizio Oliva, Elio e Luciano Cotena, Paolo Trapanese, Francesco Vespe e Luca Infascelli. Encomiabili, bravi ed eclettici, i conduttori della serata , Francesco Mastandrea e Diego Sanchez. Soddisfatta la presidente dell’associazione, Maria Rotunno, che ha illustrato la progettualità solidale e le collaborazioni attivate nel corso dei cinque anni, con società sportive ,federazioni, ed ha menzionato il percorso realizzato con alcune scuole della X Municipalità , di Pianura, e con la casa famiglia “ Piccoli Soli”. Appuntamento al prossimo anno !!

Share

Posted in SpettacoloComments (0)

“Il Teatro cerca casa” presenta all’Ombra della Sera

Tags: , , , ,

“Il Teatro cerca casa” presenta all’Ombra della Sera


NAPOLI – Sabato 22 novembre alle 20:30 a Napoli, in un salotto privato di Fuorigrotta, va in scena All’ombra della sera con Fausta Vetere (voce e chitarra) accompagnata da Corrado Sfogli (chitarre). Nel concerto dei due protagonisti storici della Nuova Compagnia di Canto Popolare, si sviluppano le fantasie e i racconti che hanno scandito il ritmo della nostra vita. “Una volta avevamo una visione dell’esistenza molto ristretta – spiegano gli artisti – mentre adesso, con il trascorrere degli anni e con l’esperienza, la stessa visione si è allungata come l’ombra degli oggetti al calare del sole.

Corrado Sfogli e Fausta VetereLe canzoni legate alla nostra storia musicale si rincorrono, vanno e vengono senza mai fermarsi come le nuvole, costringendoci spesso ad una sorta di forzato ricordo che cerchiamo poi di fermare”. Napoli ha una storia musicale eccezionale per qualità e bellezza che viene cantata attraverso le villanelle, le tammurriate, le tarantelle e i brani tratti dal repertorio più interessante della canzone classica partenopea. Così le parole di Gian Leonardo dell’Arpa, insieme a quelle di Viviani, di Di Giacomo, di Bovio e dei tantissimi anonimi riprendono corpo e raccontano il loro tempo. E la voce risuona per l’ennesima volta insieme a una chitarra che cerca di impreziosirla dandole più luce, appunto, all’ombra della sera.

Lo spettacolo organizzato da Livia Coletta e Ileana Bonadies è promosso da Il Teatro cerca casa di Manlio Santanelli. Per assistere basta navigare il sito ilteatrocercacasa.it, a chi prenota verrà inviato l’indirizzo dell’appartamento che ospita il concerto. Sabato inoltre, alle 20:30 a Quarto, si terrà un altro concerto: Ella&Louis – Omaggio a Ella Fitzgerald, con il duo jazz formato da Carlo Lomanto ed Emilia Zamuner.

Share

Posted in SpettacoloComments (0)

Quinta edizione del gala solidale “Ancora insieme per accendere una Stella”

Tags: , , , , ,

Quinta edizione del gala solidale “Ancora insieme per accendere una Stella”


NAPOLI – Anche quest’anno il Gala Solidale organizzato dalla presidente Maria Rotunno, dell’associazione no profit “Accendiamo una Stella for you”.

Gala Solidale - Accendi una stella for youEvento conclusivo, per quest’anno, della progettualità solidale, è il gala denominato “ Ancora insieme per accendere una Stella “, quinta edizione, nel corso del quale saranno proiettate le immagini delle giornate solidali di sport , facenti parte del progetto “ Tutti insieme con lo Sport “ ( borse di studio di sport e giornate solidali) , che l’associazione organizza per le scuole della X Municipalità Bagnoli- Fuorigrotta, Pianura, e per i minori della Casa Famiglia “ Piccoli Soli”di Pianura, in collaborazione con società sportive, con la FIN Campania e con la Capri- Napoli Marathon di Luciano Cotena. L’evento gode del patrocinio morale del Comune di Napoli e della X Municipalità Bagnoli – Fuorigrotta. Ci saranno la vice presidente Commissione Sanità del Consiglio Regionale, Angela Cortese, l’assessore alle Politiche Giovanili , Alessandra Clemente, il presidente X Municipalità, Giorgio De Francesco, il presidente Centro Studi Sebetia Ter, Ezio Ghidini Citro.

Tanti saranno gli amici che parteciperanno, e che condivideranno questo traguardo con l’associazione, al teatro Cilea di Napoli, lunedì 24 novembre 2014, alle ore 20.30 . Hanno già aderito, ad oggi : Antonio Onorato ed Enzo Decaro, Lino D’Angiò, Mago Elite, Maurizio Capone BungtBangt, Salvatore Gisonna ed Alessandro Bolide di Made in Sud, Mario Porfito, Giovanni Rienzo, Compagnia D.N.A. Danza Nuda Anima, Peter’s Gospel Choir, Salvatore Calise, gli amici di “ Un posto al sole “, Mimmo Guerra, Eduardo Tartaglia e Veronica Mazza, Coro Vox Nova, Coro Canto Insieme. Il maestro pizzaiolo acrobatico Salvatore Urzitelli con il figlio Ciro. Ed ancora per lo sport e giornalismo : Amaurys Perez, Franco Porzio, Elio Cotena, Patrizio Oliva, Azzurro Napoli Basket, Sporting Club Flegreo con Francecso Vespe e Luca Infascelli, Marty Fierro, Marco Lobasso, Attilio Iannuzzo e l’editore Gino Giammarino. Altri amici si aggiungeranno alla serata condotta dagli eclettici Diego Sanchez e Francesco Mastandrea. Ci sarà anche quest’anno la postazione di ”E’ Azzurro “, in sala, che accoglierà ed intervisterà gli amici presenti.

Si ringraziano i sostenitori che in questi cinque anni hanno condiviso la progettualità solidale dell’associazione : Berna Parmalat, HDI Assicurazioni di Friello Domenico, Farmacia Kennedy, Maratona Capri – Napoli, Piluc Cioccolateria, Add’O’ Guaglione, Fondo Interno di Solidarietà Selex –Fusaro, E’ Azzurro, Lido Miramare Gaeta, Terme di Agnano.

Per info :
www.accendiamounastellaforyou.it
ausforyou@gmail.com
tel. 339.1791221

Share

Posted in SpettacoloComments (0)

Percorsi di Luce, la Reggia di Caserta ritorna nel ‘700

Tags: , ,

Percorsi di Luce, la Reggia di Caserta ritorna nel ‘700


(di Flavia Di Lena) – I cancelli si aprono e dopo aver percorso il viale d’accesso al bagliore delle fiaccole, sorprende lo spettacolo della Reggia avvolta dalla notte. Immersi in un’atmosfera Settecentesca, complici le musiche dell’epoca che accompagnano durante la passeggiata, si prosegue fino alla Fontana di Diana ed Attone, per poi addentrarsi nel Giardino Inglese e lasciarsi incantare dai giochi che l’acqua crea.

Reggia di Caserta, percorsi di luceNella suggestiva cornice del parco, in un continuo alternarsi di luce ed ombre, verrà narrata la storia della creazione del Giardino voluto da Maria Carolina di Borbone e saranno svelati i significati massonici ed esoterici che vi si nascondono. Protagonisti dello spettacolo sono la natura e le sculture che, magistralmente illuminate, sembrano dar vita alle vicende mitiche di cui sono protagoniste: è cosi che, nella fontana di Eolo, sembra avvenire l’ incontro tra Giunone ed il dio dei venti. Giunti quasi al termine del percorso la proiezione sul “sogno” di Luigi Vanvitelli e Carlo di Borbone che si concretizza nella costruzione di una Reggia grandiosa che avrebbe reso il loro nome immortale. L’iniziativa proseguirà questo fine settimana e Sabato 4 Ottobre.

Share

Posted in SpettacoloComments (0)

Danza e Musica a Villa San Michele

Tags: , , , ,

Danza e Musica a Villa San Michele


NAPOLI – Non solo concerti a Villa San Michele. Il prossimo spettacolo avrà come protagonista la danza. Più precisamente venerdì 18 luglio alle ore 20,00 saliranno sul palcoscenico della terrazza panoramica la ballerina canadese Heather Ware, accompagnata al violoncello dal musicista svedese Jacob Koranyi.

Snow in June door LeineRoebana, muziek Tan Dun, première 28 oktober Muziekgebouw aan 't IJ, AmsterdamLa performance, intitolata “Bach – A play in motion” è un chiaro omaggio al compositore tedesco barocco, universalmente riconosciuto come uno dei più grandi geni della musica mondiale. Infatti, utilizzando le suite per violoncello di Bach come punto di partenza, i due artisti hanno intrapreso una ricerca per comprendere meglio, dalle due diverse prospettive della musica e della danza, che cosa accade quando, questa musica scritta originariamente per essere eseguita da solista, incontra una seconda forma d’arte. Heather Ware, per montare la sua coreografia, si è lasciata ispirare dalle più note e più virtuosistiche opere mai scritte per violoncello, approfittando della grande opportunità di essere supportata, musicalmente dal vivo, da uno dei più interessanti solisti europei. Jacob Koranyi vanta il primato di essersi classificato sul podio di tutti i concorsi musicali svedesi e di aver ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali. Suona un violoncello del 1692 di Giovanni Grancino da Milano, gentilmente in prestito dalla Fondazione Järnåker.

La rassegna di eventi, ospitata nella casa museo del medico e scrittore Axel Munthe, diretta dal nuovo Console On. Staffan de Mistura, è realizzata con il patrocinio dell’Ambasciata di Svezia e con il contributo di Progetto Piano. Per l’acquisto dei biglietti (prezzo concerti € 15,00; ridotto ragazzi e studenti € 5,00) basta recarsi alla biglietteria un’ora prima o, in prevendita, presso il bookshop del museo, tutti i giorni dalle 9 alle 18. Per chi viene da Napoli vi è la possibilità di rientro con l’ultima corsa marittima. Per informazioni: tel. 081.8371401 www.villasanmichele.eu

Share

Posted in SpettacoloComments (0)

Candeline Doppie per l’associazione “Accendi una stella for you”

Tags: , , ,

Candeline Doppie per l’associazione “Accendi una stella for you”


NAPOLI – Doppio compleanno in casa dell’associazione no profit “Accendiamo una Stella for you “,  quello della presidente prof .Maria Rotunno e dell’associazione per i primi cinque anni di attività solidale.

Il Presidente Maria Rotunno

Il Presidente Maria Rotunno

Tanti gli amici che sono intervenuti per gli auguri che sono stati variegati. In video l’attore Mario Porfito,( fuori sede per impegni teatrali),  Patrizio Rispo che ha raccontato gli esordi della collaborazione solidale con Maria Rotunno, Monica Sarnelli, Franco Porzio, Elio Cotena, Marty Fierro, Fausta Molfini dei Peter’s Gospel Choir. Ed ancora Diego Sanchez che ha cantato la canzone “ Rose Rosse” live e Mimmo Guerra che ha creato un componimento , entrambi dedicati alla festeggiata. Ma non finisce qui, c’erano ancora il Presidente del Premio Internazionale Sebetia Ter prof. Ezio Ghidini Citro, Domenico Friello di HDI  Assicurazioni, l’editore Gino Giammarino,  il responsabile della Casa Famiglia “ Piccolo Soli ”  dott. Salvatore Sarno , e Massimiliano Giuliani delle produzioni Video- Foto- Audio.  Numerosi anche gli esponenti del mondo della scuola tra dirigenti e docenti,  amici e familiari , che seguono la progettualità dell’associazione dalla nascita ( gala solidale, giornate solidali di sport…). Buffet curato nei minimi particolari con al finale le due torte per i due compleanni , e la proiezione di un video celebrativo dei 5 anni di attività dell’associazione.

Un ringraziamento speciale va a Luciano Cotena che ha curato la parte musicale facendo danzare i partecipanti con musiche degli anni ’70, ’80, ’90 , ed al Maresciallo Razzini, del Circolo Sottufficiali Esercito .

Share

Posted in SpettacoloComments (0)

Al Teatro di Documenti a Roma la storia di Emanuele Scieri

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Al Teatro di Documenti a Roma la storia di Emanuele Scieri


NAPOLI (di Claudia Carbone) – Va in scena a Roma dal 4 al 6 marzo al Teatro di Documenti lo spettacolo: “Emanuele Scieri, vittima della Folgore”, per la regia di Paolo Orlandelli, un’opera tratta dal libro di Isabella Guarino e Corrado Scieri “Folgore di morte e di omertà”.

Emanuele ScieriUna scelta forte e coraggiosa quella di portare a teatro la triste storia di Emanuele Scieri.  Forse molti ricorderanno il terribile fatto di cronaca che vide il giovane protagonista nel 1999 e che viene ripercorso con estrema puntualità in quest’opera teatrale. A quel tempo Emanuele, partito per il servizio militare, era uno dei tanti allievi paracadutisti della caserma Gamerra di Pisa, ma la notte del 13 agosto 1999 qualcuno approfittò di lui per trascinarlo in un crudele scherzo di morte. Quella sera infatti, probabilmente tra lo scherno generale dei suoi carnefici, Emanuele fu costretto ad arrampicarsi su una scala della caserma con la sola forza delle braccia ed avendo i piedi bloccati tra loro. Non solo, qualcuno infatti giudicò non abbastanza umiliante il trattamento e decise che Emanuele dovesse essere colpito alle mani durante la salita, fino a che qualcosa non andò storto. Un colpo, forse inverto con maggiore ferocia, fece perdere la presa al giovane che precipitò di sotto spezzandosi la schiena. Nemmeno la tragica circostanza fece rinsavire i suoi aggressori, anzi, Emanuele non fu soccorso ma addirittura occultato e lasciato a morire. Nessuno, nei giorni seguenti, si preoccupò di denunciare la sua scomparsa, tutto tacque fino a che il suo corpo non fu ritrovato. Varie inchieste furono aperte allora per far luce sulla morte di Emanuele, ma nessuna è mai riuscita a dare nomi e volti ai suoi assassini poichè l’intera caserma Gamerra si chiuse fin dall’inizio dietro un vigliacco muro di omertà.

Nei prossimi giorni un segnale forte arriverà dalla madre di Emanule, Isabella Guarino, che domenica 9 marzo assisterà allo spettacolo e sarà disponibile ad incontrare i giornalisti, mettendo ancora una volta da parte il dolore per la crudele ed ingiusta morte del figlio.

L’augurio che vogliamo fare a questo spettacolo è che laddove la giustizia dei tribunali non è riuscita a smuovere le coscienze, ci possa riuscire la giustizia poetica, come accadde nell’Amleto Shakespeariano: oggi a Roma, come allora in Danimarca.

Share

Posted in CulturaComments (0)



Seguici su FaceBook