Tag Archive | "sindaco"

“Salvini inqualificabile contro il Sindaco e i napoletani”

Tags: , , , ,

“Salvini inqualificabile contro il Sindaco e i napoletani”


NAPOLI – “Le parole di Salvini contro il Primo cittadino di Napoli De Magistris e i napoletani – dichiarano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e i consiglieri comunali del Sole che Ride Stefano Buono e Marco Gaudini – sono a nostro avviso ignobili e squallide. Si è accorto della nostra città e del sud solo per raccattare voti e trasformisti. Non a caso i suoi uomini sul territorio tutti ex esponenti della destra post missina e berlusconiana non hanno avuto neanche il coraggio di presentarsi alle ultime elezioni comunali del 2016 con il simbolo della lega e di Salvini ma si sono “nascosti” nelle liste civiche del centro destra come è avvenuto alle comunali di Napoli con il coordinatore regionale di Noi con Salvini che si è presentato con la lista civica in appoggio del candidato del centro destra non menzionando in alcun modo le sue appartenenze leghiste. Il leader del carroccio ha parlato anche del record di sinistri a Napoli ma lo basa su luoghi comuni non su dati. Gli ultimi disponibili sono quelli dell’osservatorio Facile.it che la Toscana guida la classifica 2016 dei sinistri stradali in Italia seguita da Luguria e Lazio. Salvini si metta l’animo in pace”.

“Non basteranno qualche slogan e qualche trasformista di lungo corso come il Sindaco giravolta di Torre del Greco – continuano i Verdi – a conquistare i napoletani che per noi sono molto migliori dell’ex tesoriere della lega Belsito e della famiglia Bossi tutti accusati e sotto processo di gravi ruberie con soldi pubblici. Se vuole dare un esempio concreto di inversione di rotta accetti la sfida del Presidente della Regione Campania De Luca e faccia accettare ai governatori della lega che le risorse per la sanità distribuite da anni a favore delle regioni con più anziani siano invece divise equamente in base al numero effettivo degli abitanti. Infatti a causa di questo sistema introdotto dall’allora ministro leghista Calderoli il sud che ha sempre avuto una maggiore presenza di giovani è sempre risultato danneggiato”.

Share

Posted in PoliticaComments (0)

[video] Josi Della Ragione: “Non cedo ai ricatti, mi ricandido per Bacoli”

Tags: , , ,

[video] Josi Della Ragione: “Non cedo ai ricatti, mi ricandido per Bacoli”


(foto) Josi Della RagioneBACOLI – Josi Della Ragione ringrazia i suoi cittadini, due giorni dopo la sfiducia in Consiglio Comunale. Un ringraziamento a tutti e l’inizio di una n uova fase, “una Rivoluzione democratica”. “Da oggi comincia una nuova fase della rivoluzione democratica che sta animando la nostra Città – dichiara l’ex Sindaco di Bacoli – e continueremo a fare politica, tra la gente. Josi della Ragione non intende cedere ai poteri forti ed intende continuare a combattere per la rinascita del territorio: “Qualcuno, – dice – ha remato contro con azioni meschine, fatte di nascosto, per delegittimare un’amministrazione votata dal popolo in modo plebiscitario solo un anno fa. Hanno voluto mettere a tacere la gente, soffocando la democrazia e costringendo la Città ad un commissario”. Per l’ex Sindaco è solo questione di tempo, “in quanto – dichiara – tra qualche mese tutto tornerà come prima”. “Col vostro sostegno, – incalza Josi Della Ragione – che da ieri è dirompente alla stregua di un fiume in piena, resterò il Josi di sempre, il Sindaco del popolo, il Sindaco della Bacoli che vuole cambiare.

 

Il Video 

Share

Posted in PoliticaComments (0)

[video] Comune di Napoli, De Magistris riconferma la Giunta precedente

Tags: , ,

[video] Comune di Napoli, De Magistris riconferma la Giunta precedente


NAPOLI – Smentite le voci circolate in mattinata, secondo cui il riconfermato sindaco, Luigi De Magistris, avrebbe composto una Giunta di ”soli” 8 Assessori, lasciando quindi fuori gli eletti in consiglio comunale, Clemente, Fucito e Borriello. L’ex Pm, infatti ha confermato in toto gli 11 assessori. Il sindaco tiene per sé alcune deleghe: Promozione della pace; difesa e attuazione della Costituzione; relazione ed eventi internazionali; città metropolitana; finanziamenti europei; informatizzazione; sicurezza urbana e polizia municipale; pari opportunità; comunicazione, immagine e promozione della città; toponomastica; personale; avvocatura; statistica; anagrafe; stato civile; servizio elettorale; protocollo e archivi correnti; censimenti; centro unico degli acquisti; rapporti con le Municipalità. De magistris conferma la Giunta precedente

Nel dettaglio, tutti gli incarichi e le deleghe dei riconfermati assessori:

– Raffaele Del Giudice Vice-Sindaco, Assessore all’Ambiente
con delega a: ambiente; rifiuti; igiene della città; parchi e giardini; mare; tutela degli animali; bonifiche; coordinamento funzionale delle partecipate operanti nei settori di competenza.

– Ciro Borriello Assessore allo sport ed al decoro urbano
con delega a: sport; impianti sportivi; arredo, decoro e riqualificazione urbana; qualità della vita ed aree abbandonate; agricoltura urbana; sviluppo sostenibile; pubblica illuminazione; politiche energetiche; protezione civile e sicurezza abitativa.

– Mario Calabrese Assessore alle Infrastrutture, Lavori Pubblici e Mobilità
con delega a: infrastrutture; coordinamento dei grandi progetti; coordinamento per la realizzazione di lavori e opere pubbliche; mobilità urbana; metropolitana; trasporto pubblico locale e coordinamento funzionale delle partecipate operanti nel settore; parcheggi; strade, suolo e sottosuolo; acqua pubblica e ciclo integrato delle acque; porto di Napoli; smart city; impianti tecnologici; coordinamento funzionale delle partecipate operanti nei settori di competenza.

– Alessandra Clemente Assessore ai Giovani
con delega a: giovani e politiche giovanili, creatività e innovazione.

– Nino Daniele Assessore alla Cultura e al Turismo
con delega a: cultura; turismo; biblioteche e archivi.

– Sandro Fucito Assessore al Patrimonio
con delega a: demanio; politiche della casa; cimiteri; edilizia pubblica; autoparchi comunali; cooperazione decentrata; impianti tecnologici; rapporti con il Consiglio Comunale; coordinamento funzionale delle partecipate operanti nei settori di competenza.

– Roberta Gaeta Assessore al Welfare
con delega a: politiche sociali; migranti; famiglia e politiche familiari; pianificazione ed attuazione piano socio-sanitario; coordinamento funzionale delle partecipate operanti nei settori di competenza; sanità e rapporti con enti di programmazione e gestione dei servizi sanitari.

– Salvatore Palma Assessore al Bilancio, Finanza e Programmazione
con delega a: bilancio; programmazione economica; investimenti e mutui; controllo della spesa; risorse strategiche; tributi; politiche di direzione, coordinamento e controllo delle società partecipate di concerto con gli assessori competenti ai rispettivi settori.

– Annamaria Palmieri Assessore al Bilancio, Finanza e Programmazione
con delega a: bilancio; programmazione economica; investimenti e mutui; controllo della spesa; risorse strategiche; tributi; politiche di direzione, coordinamento e controllo delle società partecipate di concerto con gli assessori competenti ai rispettivi settori.

– Enrico Panini Assessore al Lavoro e Attività produttive
con delega a: lavoro; sviluppo economico; commercio e mercati; pubblicità e affissioni; tutela dei consumatori; polizia amministrativa; artigianato; impianti tecnologici; made in Naples; coordinamento funzionale delle partecipate operanti nei settori di competenza.

– Carmine Piscopo Assessore alle Politiche urbane, urbanistica e Beni comuni
con delega a: politiche urbane; spazio pubblico urbano; urbanistica; centro storico, edifici storici e sito Unesco; coordinamento delle politiche e delle azioni per il territorio; beni comuni; democrazia partecipativa; processi di trasformazione e gestione partecipata delle aree negate; proprietà collettive democratiche; beni confiscati; edilizia privata; antiabusivismo edilizio; condono edilizio; impianti tecnologici; coordinamento funzionale delle partecipate operanti nei settori di competenza.

Il Video

Share

Posted in PoliticaComments (0)

De Magistris: “Oggi vince il popolo napoletano”

Tags: , , ,

De Magistris: “Oggi vince il popolo napoletano”


NAPOLI – “Abbiamo vinto contro il candidato del Presidente del Consiglio e del Governo, abbiamo vinto contro il Movimento 5 Stelle, contro Gianni Lettieri e Forza Italia: quello di oggi non è un voto di protesta, ma la vittoria netta di Luigi de Magistris e del popolo napoletano”.

Luigi De Magistris

Luigi De Magistris

Queste le parole a caldo del sindaco del capoluogo campano, confermato alla guida della città con il 66% dei voti contro il 33% del candidato del centrodestra Gianni Lettieri. Dunque de Magistris si prepara a un secondo mandato a Palazzo San Giacomo anche se ha già annunciato che “di Napoli si parlerà molto nei prossimi mesi” facendo riferimento al movimento politico che vuole guidare. La vittoria del sindaco uscente è netta ma è il dato dell’affluenza a rovinare la festa: si è recato ai seggi solo il 35.98% degli aventi diritto, in pratica ha votato solo un napoletano su tre. La città partenopea diventa caso nazionale per l’astensione dalle urne: una cifra record che sfiora il 65%.

Share

Posted in PoliticaComments (0)

Tangenti, coinvolto anche il Sindaco di Ischia

Tags: , , , ,

Tangenti, coinvolto anche il Sindaco di Ischia


NAPOLI – Undici misure cautelari emesse dal Gip del Tribunale di Napoli nell’ambito di un’inchiesta sulle opere di metanizzazione che hanno interessato i comuni dell’isola di Ischia.

CarabinieriAd eseguirle sono state i Carabinieri del Comando per la Tutela dell’Ambiente in collaborazione con i colleghi dei Comandi provinciali di Roma, Napoli, Caserta, Modena, Mantova, Terni e Savona. Nel mirino degli investigatori un sistema di tangenti versate a pubblici ufficiali per aggiudicarsi appalti pubblici. Tra gli arrestati anche il sindaco pd di Ischia, Giuseppe Ferrandino.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Intimidazioni al sindaco, 19 misure cautelari

Tags: , , ,

Intimidazioni al sindaco, 19 misure cautelari


NAPOLI – I carabinieri stanno notificando nel Casertano 19 misure cautelari ad affiliati al clan dei Casalesi, fazione Schiavone, per associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione, detenzione e porto d’armi e materiale esplodente, associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti con l’aggravante del metodo mafioso, reati contestati a vario titolo.

CarabinieriTra i destinatari del provvedimento, gli autori di un atto intimidatorio con l’allora neoeletto sindaco di Teverola, contro il cui portone di casa nel 2010 esplosero colpi d’arma da fuoco. Tra gli episodi considerati nell’indagine dei militari dell’Arma, anche l’omicidio di Salvatore Ricciardi, sempre nel 2010, e tre tentati omicidi.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Lettera aperta al Sindaco, la Municipalità: “Il Rione Sanità non sia più un ghetto”

Tags: , , , ,

Lettera aperta al Sindaco, la Municipalità: “Il Rione Sanità non sia più un ghetto”


Egregio sig. sindaco,
le scrivo per farle sapere che ai cittadini del Rione Sanità interessa ben poco avere una piscina come quella che è stata annunciata in pompa magna per via Nicolardi o un campo di calcetto che pure gli farebbe comodo, visto che i ragazzi del quartiere non possono nemmeno usufruire del parco San Gennaro, ormai abbandonato a se stesso. Quest’ultimo, infatti, non funziona come dovrebbe e forse bisognerebbe chiederne conto al suo vice Tommaso Sodano.

Rione SanitàMa, tornando a quel che le dicevo, i cittadini della Sanità chiedono di avere cose semplici: lo spazzamento delle strade, la pulizia delle caditoie, la possibilità di camminare per strada senza paura di finire in ospedale per via di una buca, la presenza di qualche vigile urbano in più dato che da queste parti ormai sono una presenza “fantasma”. Ebbene mi preme ricordarle, caro sindaco, che per queste cose i cittadini del Rione Sanità pagano le tasse, come tutti gli altri, e fa male vedere che alcuni commercianti siano costretti a pagare dei privati per l’espurgo delle caditoie, o che alcune anziane devono provvedere da sole a pulire le strade dai rifiuti, compito che, se non erro, spetterebbe agli operatori dell’Asia. Ma anche questi, alla Sanità, sono quasi un miraggio, tanto si vedono di rado. A dir la verità le scrivo perché so che lei, come ha più volte dimostrato, tiene molto ai problemi del nostro quartiere e poiché non posso dire lo stesso dei suoi assessori, i quali sono sordi o fingono di esserlo alle mie richieste quotidiane inviate via fax e via e-mail con tanto di foto allegate per cercare di risolvere i problemi, spero che almeno lei possa aiutare i residenti della Sanità con piccoli interventi, ma concreti. Forse lei potrebbe obiettarmi che sono le Municipalità ad avere il compito di provvedere alla pulizia dei tombini o del verde pubblico. Io le risponderei che ho già sentito questa risposta dal suo vice sindaco, a cui ho ricordato che da anni siamo in attesa di ricevere i mezzi idonei per consentire agli operatori di lavorare, come un furgone cassonato per il ritiro del materiale di risulta (peraltro promesso e mai concesso). Pensi che i nostri fognatori non hanno un proprio mezzo e sono costretti ad usarlo in “condominio” con la quarta Municipalità, non potendo di conseguenza essere in servizio a tempo pieno.
Per quanto riguarda poi l’eterna questione dello spazzamento, pur avendo invitato più volte il presidente dell’Asia in Municipalità per fornirci delucidazioni sul perché il servizio non funzionasse, ebbene Del Giudice ha ritenuto opportuno declinare il nostro invito (mentre pare non manchi mai agli incontri con le associazioni).
E che dire infine dell’emergenza buche che ci ha praticamente “intrappolati” con la chiusura di numerose strade a causa di voragini dovute al maltempo? Sì, è vero, il problema riguarda tutta la città, ma non è corretto leggere su un quotidiano come “Il Mattino” che la Napoli servizi è andata via dalla Sanità perché minacciata. Cosa dobbiamo fare allora per far riparare le strade? Le ricordo, tra l’altro, che in questo quartiere spesso arrivano turisti per visitare il Palazzo dello Spagnuolo ai Vergini, la Casa di Totò in via Santa Maria Antesaecula, Palazzo de’ Liguori in via Arena Sanità, il Cimitero delle Fontanelle e tanti altri siti storici. Ecco perché credo che non sarebbe una malsana idea pensare di investire di più da queste parti in termini di risorse, uomini e mezzi. Il Rione Sanità aspetta da tempo di uscire dal ghetto nel quale si continua a volerlo relegare.
Vincenzo Rapone
Vice presidente Municipalità di Stella San Carlo all’Arena

Share

Posted in CronacaComments (0)

De Magistris alla Pedamentina in uno scenario teatrale

Tags: , , , ,

De Magistris alla Pedamentina in uno scenario teatrale


NAPOLI (di Maurizio Scialdone) – Sembra una piece teatrale di Marco Paolini. L’attore al centro della scena e il pubblico seduto dove capita. Sui gradini, sulle sedie o su muretti. E invece è Luigi de Magistris che da “Sindaco di strada” (come ama definirsi) parla e si confronta con la gente. Anche e soprattutto con chi non è proprio dalla sua parte.

Luigi De Magistris alla PedamentinaNel pomeriggio di giovedì, 16 ottobre, è Marcello Cadavèro, del Comitato Pedamentina a fare gli onori di casa. Con lui il prof. Vincenzo de Simone ed il comitato del Corso V. Emanuele “Mi Riguarda”. Dopo le introduzioni, de Magistris ha preso al parola per raccontare la sua vicenda calabrese. Non è stato uno sfogo, quanto piuttosto il racconto del suo percorso inteso a spiegare il perché del suo deciso “no” alle richieste di dimissioni.

De Magistris è stato bravo a tenere le persone incollate alle sedie fino al termine del suo racconto. Ma da quel momento in poi si sono sentite anche le voci dei cittadini. Le più disparate. Da chi ne voleva sapere di più sulla sua vicenda personale a chi voleva, anzi pretendeva, maggiore attenzione dell’amministrazione nelle periferie. Da chi voleva conoscere aspetti tecnici della tenuta della maggioranza in Consiglio Comunale a chi sollecitava raccolta dei rifiuti e potenziamento della differenziata. E poi i grandi temi della città. I progetti di Napoli est, il Centro Antico e la stessa Bagnoli. Quali potrebbero essere i rimedi per una civiltà, quella napoletana, per certi versi esasperatamente anarchica.

Dopo aver raccolto tutte le domande, il “Sindaco di strada” ha risposto senza tralasciare nulla. Forse, com’è giusto che sia, l’attenzione si è spostata maggiormente sullo stato dello spazzamento e raccolta dei rifiuti. De Magistris ha chiesto ancora più sforzi a tutti i suoi collaboratori, compreso Raffaele del Giudice, presidente di Asia, al quale riconosce però enormi difficoltà dovute ad un personale di età media troppo alta e, per questo, da affiancare, quando ci saranno i fondi per farlo, necessariamente con macchine e mezzi adeguati. Ha parlato delle aree orientali della città, quelle interessate dagli impianti di compostaggio. Ha ribadito la sua opposizione ai piani per le discariche, quelle di Chiaiano per la città e Quarto, Mugnano, e Marano per l’area metropolitana. Di come sia stata inaspettata e solida la risposta dei Quartieri Spagnoli alla raccolta differenziata.

Ha ricordato le dimensioni degli interessi che girano in questo momento intorno alla città di Napoli per i progetti dell’area Est e Nord e di quanto questi siano di fondamentale importanza per il riallacciamento delle periferie al centro della città. Della riqualificazione degli assi viari: Corso San Giovanni, Via Brin, Via brecce di Sant’Erasmo, via Ferrante Imparato e la stessa via Marina i cui lavori partiranno il 7 del gennaio prossimo. “Al termine di questi lavori Napoli avrà il più grande impianto infrastrutturale mai raggiunto in precedenza“.

Ormai si è fatta sera e la curiosità è stata tanta. Riportare tutte le sollecitazioni è impossibile. Ma in chiusura, alla domanda del curioso di turno: “Sindaco… cosa le dice la gente che incontra in questi giorni in cui lei è più per strada?”, de Magistris ha risposto: “La gente mi chiede di non mollare… e io non mollo. Anzi…“.

 

 

 

Share

Posted in CronacaComments (0)

Why not, De Magistris: “Non sempre magistratura ha ragione”

Tags: , , , , ,

Why not, De Magistris: “Non sempre magistratura ha ragione”


NAPOLI – Chiede di evitare di dare vita a “un conflitto nel quale la magistratura ha sempre ragione e la politica sempre torto”. Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, condannato per l’inchiesta Why not, spiega: “Ci sono politici e magistrati perbene – afferma – e magistrati collusi e politici disonesti”. Di fronte alle sentenze di condanna nei confronti di politici, dice di aver valutato “volta per volta”.

Luigi de magistrisCosi’ “in alcuni casi sono stato molto duro”, in altri, invece, “non ho chiesto le dimissioni perche’ ci sono state volte in cui non c’era alcuna ragione”. Ha dunque avuto, a suo giudizio, “un atteggiamento laico” in questo. Condannato per “la mia attivita’ di magistrato, per essere entrato in un gioco troppo grande”, de Magistris pensava che “dopo i miei primi 40 anni quelle persone non fossero piu’ dietro di me”. E invece “continuano a inseguirmi”. “Fa bene l’Anm a difendere quando c’e’ un attacco duro come il mio – sottolinea – pero’ farebbe altrettanto bene se andasse a scandagliare e, qualora verificasse degli errori come nel caso della mia sentenza disciplinare definita da tutti un gravissimo vulnus all’autonomia e all’indipendenza dei giudici, facesse autocritica”.

Diversamente si corre “il rischio che la politica si chiuda a riccio”. “Ma questo non e’ il mio caso”, precisa. Il fatto che oggi ha tutti “contro” come politico, ricorda al sindaco “di quando facevo il magistrato”, periodo durante il quale “ho avuto il primato di aver acquisito il maggior numero di interrogazioni parlamentari e qualche motivo deve pur esserci”. Per lui, il motivo e’ che da magistrato “ero entrato in un gioco molto grande”. “Avevo individuato che la corruzione del nostro Paese non e’ solo politica ma anche in pezzi di forze dell’ordine, delle istituzioni e della magistratura – conclude – sono cose molto gravi che ho documentato e che nei prossimi giorni continuero’ a rispolverare”.

Share

Posted in Cronaca, PoliticaComments (0)

Port’Alba, Coppola: “Sindaco Ignavo, faccia ordinanza sulle bancarelle”

Tags: , , , , ,

Port’Alba, Coppola: “Sindaco Ignavo, faccia ordinanza sulle bancarelle”


NAPOLI – “Il sindaco si dimostra ancora una volta un ignavo, che non si assume le responsabilità del suo ruolo e che non rispetta le tradizioni storiche della città come quella dei librai di Port’Alba”. Lo dice in una nota Armando Coppola, presidente della quarta Municipalità, che venerdì 18 luglio scenderà in piazza al fianco dei librai insieme a Paolo Russo di Forza Italia.

Armando Coppola

Armando Coppola

“Già due anni fa come Municipalità presentammo un progetto di riqualificazione per la zona che va da piazza Bellini a Port’Alba – dice Coppola – ma non se ne è mai fatto nulla. Oggi, dagli ultimi incontri avuti con il Comune, è stato assegnato a noi Municipalità il compito di rilasciare le autorizzazioni per l’occupazione di suolo pubblico. Ma si tratta semplicemente di concedere ai librai i 70 centimetri previsti dal regolamento comunale fuori ai loro negozi. Mentre i librai chiedono di allestire le bancarelle al centro della strada”. Per Coppola il provvedimento del Comune significa “scaricare sulle due Municipalità interessate, la II e la IV, questa patata bollente. Ma se il sindaco vuole davvero risolvere la questione faccia piuttosto un’ordinanza sindacale o una delibera di giunta, che regolarizzi i librai storici di Port’Alba, invece di penalizzarli e causare la chiusura di una strada che rappresenta una tradizione culturale della città”.

Share

Posted in CronacaComments (0)