Tag Archive | "serie a"

Serie A tutta in ritiro, il 21 agosto di nuovo in campo!

Tags: , ,

Serie A tutta in ritiro, il 21 agosto di nuovo in campo!


NAPOLI (di Cristina Accardo) – Calato il sipario sui Campionati Europei che hanno visto inaspettatamente la vittoria del Portogallo per 1 a 0 sui favoriti “galletti” francesi e mentre i nazionali impegnati nel torneo sono in giro a godersi l’ultimo scorcio di vacanze, i riflettori si accendono sul prossimo Campionato della Serie A 2016 – 2017. Con la partenza fissata dalla Lega Calcio per il 21 agosto, il campionato è più imminente di quanto sembri. Tra fine giugno ed inizio luglio, complice preliminari per Europa League e Champions, tutte le venti squadre che fanno parte della Serie A 2016/2016 hanno dato il via ai ritiri estivi di preparazione alla lunga stagione calcistica. Primi a radunarsi i giocatori del Sassuolo impegnati già da fine luglio nei preliminari di Europa League; Inter e Milan sono volati negli Stati Uniti d’America dove parteciperanno alla International Champions Cup; i campioni di Italia della Juventus, si divederanno per la preparazione estiva tra l’Italia e l’Asia ed Australia dove saranno impegnati in una tournée di amichevoli. Inizio di stagione tormentato in casa Lazio, dove la partenza della squadra verso il ritiro estivo è stato accompagnato dalla contestazione dei tifosi stufi della gestione societaria del Presidente Lotito, ora alle prese con il caso Keita, dopo la farsa-Bielsa.
Casa Napoli – Il Napoli, invece, per il sesto anno consecutivo prepara i suoi uomini al prossimo campionato ai piedi delle Dolomiti, a Dimaro dove Sarri ed i suoi uomini sono arrivati il 9 luglio dando ufficialmente il via alla nuova stagione, in attesa dei reduci delle competizioni internazionali (Europei e Coppa America) e dei nuovi rinforzi. La Val di Sole ospiterà gli azzurri fino al 30 luglio: tre settimane in cui i partenopei saranno impegnati in una preparazione atletica con allenamenti mattutini, pomeridiani ed amichevoli con squadre locali. Solo per il 23 luglio, però, il mister potrà disporre della rosa completa. E’ questo il giorno in cui faranno rientro anche i giocatori impegnati nell’Europeo e soprattutto il capocannoniere della Serie A 2015-2016 Gonzalo Higuain, attesissimo dai tifosi, sempre più in ansia di conoscere le intenzioni del bomber dopo le dichiarazioni del fratello, procuratore dell’argentino.

 

Serie a, pallone, calcioDe Laurentis ed il mercato – Per sciogliere i grandi nodi legati ad acquisti e cessioni del club azzurro il Patron De Laurentis è rientrato in Italia dal suo lungo viaggio di lavoro a Los Angels; una settimana delicata quella che dovrà affrontare il Presidente, senza il cui benestare non si muove una foglia in casa Napoli. Prima mossa sarà sicuramente quella di stringere per la firma dei giocatori contattati che dovranno infoltire la rosa di Sarri costretto a lavorare attualmente con un organico incompleto. Successivamente ci sarà da affrontare la questione Higuain che sta tenendo banco in questo calciomercato estivo: resta o non resta, arriva l’offerta record o il progetto societario non è all’altezza del campione? Sono queste le domande che serpeggiano tra tifosi ed addetti ai lavori, domande a cui solo i protagonisti potranno dare risposte certe nel face to face tra giocatore e Presidente sempre più vicino.

Share

Posted in SportComments (0)

Serie A: il Napoli risponde ancora presente

Tags:

Serie A: il Napoli risponde ancora presente


NAPOLI (di Eleonora Posabella) – Ad una sola giornata dalla conclusione di questa stagione 2015 – 2016 il campionato italiano non ha ancora decretato tutte le possibili sentenze; la testa e la coda della classifica sono però ormai certe.

Serie-ALa Juventus capolista è infatti già da tempo campionessa d’Italia, nonostante la brutta figura rimediata al Bentegodi di Verona contro per altro l’ultima in classifica. Dunque Verona e Frosinone sono anch’esse già certe della matematica retrocessione in serie B, mentre restano in bilico le sorti di Palermo e Carpi. La penultima giornata di serie A inizia però con l’anticipo delle 18.00 tra Inter ed Empoli; i nerazzurri di Mancini, ormai praticamente sicuri del proprio quarto posto scendono in campo contro i Toscani senza troppe ansie e forse proprio per questo ottengono una bella vittoria, che passa attraverso le reti di Icardi prima e Perisic poi.

In serata un Milan ai limiti dell’orrore espugna il Dall’Ara di Bologna grazie al rigore concesso dall’arbitro Doveri e realizzato dal dischetto da Bacca; i rossoneri giocano in superiorità numerica per ben 80 minuti di gioco, senza però che nessuno se ne accorga. La vittoria non addolcisce dunque il finale di campionato dell’ undici di mister Brocchi, il quale avendo avuto a disposizione pochissime giornate, non è riuscito a dare una propria impronta alla squadra, che pecca infatti ancora di personalità. Domenica alle 12.30 la Roma disintegra la formazione di Maran, che si presenta all’Olimpico senza nessuna pretesa e per questo subisce mestamente il gioco dei padroni di casa.

Il successo casalingo dei giallorossi lascia una porta aperta rispetto al secondo posto in vista del posticipo tra Torino e Napoli. Alle 15.00 il Genoa stende letteralmente una Sampdoria in ginocchio, vincendo così “fuori casa” il derby della lanterna. La sorte è avversa anche per il Carpi che ospita allo stadio Braglia la Lazio; la squadra di Inzaghi si impone nettamente contro gli emiliani, anche grazie ai ripetuti errori dal dischetto di Mbakogu, il quale si lascia parare da Marchetti ben due rigori. Intanto il Sassuolo batte il Frosinone al Matusa, spegnendo definitivamente i sogni dei laziali di giocare anche nella prossima stagione in serie A.

Non vanno oltre il pari le gare tra Atalanta e Udinese e Fiorentina e Palermo, quest’ultimo pareggio porta i rosanero a superare il Carpi di appena un punto, rimandando così la sentenza sulla retrocessione all’ultima giornata. In serata la Juve, come già accennato, si lascia vincere da un Verona già retrocesso senza dare l’impressione di voler combattere, mentre il Napoli ottiene una vittoria sofferta ma meritata contro il Torino, dopo tanti minuti di dominio assoluto, riportandosi così ancora una volta seconda.

Share

Posted in SportComments (0)

Serie A: La Juve ringrazia il Napoli e festeggia il quinto scudetto

Tags:

Serie A: La Juve ringrazia il Napoli e festeggia il quinto scudetto


NAPOLI (di Eleonora Posabella) – La XXXV giornata di serie A incorona la Juventus, che si laurea campionessa d’Italia per il quinto anno consecutivo, risultato quasi inedito nel nostro campionato. Alla Juve però non basta vincere per gioire, la squadra di Allegri è infatti costretta ad attendere l’esito del match tra Roma e Napoli, in bilico fino all’ultimo minuto.

Serie-APrima di ciò però la giornata viene inaugurata dalla gara di sabato sera tra Inter e Udinese, nella quale i padroni di casa rimontano il prematuro vantaggio della squadra di mister De Canio, a segno dopo appena 9 minuti di gioco grazie alla rete si Thereau. La vittoria dei nerazzurri passa attraverso un ritrovato Jovetic, autore di una bella doppietta, che spiana appunto la strada all’undici di Mancini. Domenica alle 12.30 il Palermo batte al Matusa il Frosinone, restando così attaccato alla speranza ed infrangendo quella degli avversari di rimanere in serie A anche nella prossima stagione. Alle 15.00 tutte vittorie casalinghe ad eccezione del match tra Torino e Sassuolo, terminato nettamente in favore dei neroverdi, ora davvero a pochi passi dal sogno europeo.

Vincono dunque l’Atlanta contro il Chievo, il Bologna che strapazza il Genoa di mister Gasperini ed infine la Sampdoria in rimonta contro la Lazio, complice anche il rigore sbagliato da Candreva. In serata la Juventus vince sul campo della Fiorentina grazie alla solita determinazione e alle belle parate di Gigi Buffon, il quale sembra quasi vivere una seconda giovinezza. Quasi 24 ore dopo arriva per i bianconeri anche la sicurezza matematica, poiché il Napoli ospite all’Olimpico di Roma, si lascia beffare sul finale dall’undici di Spalletti, dopo aver dominato la gara per gran parte dei 90 minuti. La sconfitta partenopea oltre a sancire l’ennesimo incredibile successo per la squadra di Allegri, costringe il Napoli ad un finale di campionato davvero poco tranquillo, poiché la Roma è distante adesso solo 2 punti. Alle 17.00 altra pesante sconfitta per il Milan di mister Brocchi, che dopo l’iniziale vantaggio si lascia battere in rimonta dal Verona, ultimo in classifica. Alle 19.00 poi chiude la XXXV giornata la partita tra Carpi ed Empoli, terminata in favore dei padroni di casa, che con questa vittoria si staccano in maniera forse decisiva dalla zona retrocessione.

Share

Posted in SportComments (0)

Serie A: Napoli e Roma non stanno al passo

Tags:

Serie A: Napoli e Roma non stanno al passo


NAPOLI (di Eleonora Posabella) – Ancora conferme nella XXXIII di serie A per la Juve di Massimiliano Allegri, che veleggia indisturbata verso il quinto scudetto consecutivo, mentre le dirette inseguitrici non solo non tengono il passo, ma addirittura rallentano vistosamente.
Prima che avvenga ciò però, la XXXIII giornata viene inaugurata dall’ anticipo di sabato alle 15.00 tra Bologna e Torino, nel quale i granata ospiti al Dall’Ara beffano i padroni di casa proprio quando il match è in pieno recupero grazie al rigore realizzato da Andrea Belotti.
Poco più tardi alle 18.00 il Carpi travolge un’inerme Genoa, che senza motivazioni e soprattutto senza Perin subisce ripetutamente la carica degli emiliani, ad oggi fuori per un pelo dalla zona retrocessione.
In serata scontro tra big, poiché l’Inter ospita il Napoli a San Siro, senza riservargli però una gran bella accoglienza; i padroni di casa passano infatti in vantaggio dopo appena 4 minuti di gioco grazie ad un gol irregolare.
Serie-AIl prematuro svantaggio e la pesante assenza di Higuain lasciano dunque sprofondare nel baratro la squadra partenopea, che non riesce mai nel corso della gara ad opporsi in maniera pericolosa, lasciandosi così dietro punti preziosi.
Domenica alle 12.30 la Roma ha l’occasione di avvicinarsi al secondo posto grazie alla sconfitta subita dal Napoli, ma ne approfitta in maniera molto relativa, poiché all’Atleti Azzurri d’Italia contro l’Atalanta non riesce ad andare oltre il pareggio.
L’undici di Reja infatti da prima recupera l’ampio divario, passando poi in vantaggio fino quasi al termine della partita; dunque altra ghiotta occasione sprecata per i giallorossi di mister Spalletti.
Alle 15.00 la Juve, già consapevole dei passi falsi compiuti dalle inseguitrici, stende letteralmente il Palermo, condannandolo ad un fine stagione molto poco sereno.
Intanto torna a vincere la Fiorentina di Sousa in casa contro il Sassuolo, mentre non vanno oltre il pareggio e per giunta senza gol per Udinese e Chievo.
Vince anche il Frosinone al Bentegodi contro il Verona ultimo in classifica, ottenendo così un importane successo che lascia ancora accesa la speranza di rimanere in serie A.
Alle 18.00 scende in campo la Lazio, che contro l’Empoli ottiene ancora una vittoria, dimostrando di aver ritrovato equilibrio e continuità grazie all’arrivo di mister Inzaghi.
Chiude infine la XXXIII giornata di serie A il match di Marassi tra Sampdoria e Milan, vinto dagli ospiti, che, battendo i doriani, regalano il successo all’esordio di mister Brocchi, subentrato dopo l’esonero di Mihajlovic.

Share

Posted in SportComments (0)

Serie A: il traguardo è più vicino per Juve e Napoli

Tags:

Serie A: il traguardo è più vicino per Juve e Napoli


NAPOLI (di Eleonora Posabella) – La XXII giornata di serie A copre ancora una volta l’intero week end e viene inaugurata con l’anticipo delle 15.00 di sabato pomeriggio durante il quale l’Inter di Mancini fatica e non poco a battere il Frosinone al Matusa.

I padroni di casa riescono infatti a tenere testa ai nerazzurri per gran parte del match, fino al 74° minuto quando Icardi elude la guardi di Leali, regalando alla propria squadra la vittoria. Alle 18.00 si scontrano Chievo e Carpi al Bentegodi di Verona, dove l’undici di mister Maran proprio agli sgoccioli del match spegne le speranze degli ospiti emiliani. In contemporanea il genoa stende al Mapei stadium il Sassuolo di Di Francesco, stoppando così la corsa all’Europa dei verdenero. In serata il Milan ospita la Juventus capolista a San Siro, illudendosi di potersi aggiudicare il match a causa del prematuro vantaggio. I bianconeri però trovano la forza di rimontare, ottenendo così l’ennesimo risultato positivo, che li porta un po’ più vicini allo scudetto. La sconfitta ottenuta in casa dai rossoneri costa caro al tecnico Mihajlovic, molto vicino all’esonero; al suo posto è infatti in arrivo Brocchi, per traghettare la squadra fino a fine anno.

Serie-ADomenica alle 12.30 va in scena il derby toscano, che dopo svariati anni cambia colore e si veste di azzurro, poiché è l’Empoli di mister Giampaolo a trionfare, di fronte ad un’inerme Fiorentina, troppo sbiadita per essere vera. Alle 15.00 il Napoli, orfano di Higuain ma non della sua grinta, sbaraglia la formazione del Verona, che al San Paolo mette in scena una performance a dir poco grottesca. Intanto vittorie casalinghe anche per il Torino contro l’Atalanta e per la Sampdoria di Montella, che fa centro contro l’Udinese, allontanandosi così dalla zona pericolosa della classifica. In serata si danno battaglia, si fa per dire, Palermo e Lazio; la squadra del neo tecnico Simone Inzaghi infatti travolge i padroni di casa siciliani, letteralmente impietriti di fronte all’entusiasmo di Klose e compagni. L’ennesimo risultato negativo comporta l’ennesimo esonero sulla panchina rosanero, dove torna a sedere Ballardini, chissà per quanto tempo. Chiude la giornata il posticipo di lunedì sera tra Roma e Bologna, durante il quale i giallorossi si fanno ipnotizzare dal gioco della squadra di Donadoni per gran parte della gara, andando così sotto, per poi riuscire a trovare il pareggio solo dopo l’ingresso di capitan Totti. Il finale è surreale, poiché tanti sono i pali colpiti dai padroni di casa quanti i rimpianti per i punti gettati via, punti che permettono al Napoli di riacquistare un buon margine di vantaggio, preservando così il secondo posto. A meno 6 giornate dalla fine sono dunque sei i punti che separano rispettivamente Juventus, Napoli e Roma.

Share

Posted in SportComments (0)

Serie A: Il tracollo partenopeo mette in fuga i bianconeri

Tags:

Serie A: Il tracollo partenopeo mette in fuga i bianconeri


NAPOLI (di Eleonora Posabella) Al rientro dalla pausa, dovuta alle amichevoli delle nazionali, la serie A torna a far sognare i tifosi di tutta Italia, dei quali però la gran parte è costretta a tornare bruscamente con i piedi per terra.
La XXXI giornata si apre con il solito anticipo delle 18.00, nel quale il Sassuolo stende letteralmente il Carpi al Braglia di Modena, rifilando agli emiliani ben tre reti e stoppando almeno per questa settimana le speranze dei padroni di casa di soggiornare in serie A anche nella prossima stagione.
Serie-AIn serata è la volta della capolista che rimette ordine nelle sorti di questo campionato; la Juventus infatti ospita l’Empoli di mister Giampaolo, riuscendo a concretizzare facilmente l’ennesimo successo e staccando così di 6 punti il Napoli, secondo in classifica.
Proprio al Napoli tocca rispondere nel match di domenica delle 12.30, svoltosi al Friuli di Udine; i partenopei però non brillano come al solito e anzi pregiudicano la gara a causa delle tante sviste difensive, delle quali l’undici del neo tecnico De Canio approfitta immediatamente.
La sconfitta è doppiamente cocente, poiché la squadra di mister Sarri oltre ai punti preziosi in chiave scudetto perde anche il suo uomo migliore: Gonzalo Higuain, per il quale il giudice sportivo ha decretato ben 4 giornate di stop.
Alle 15.00 occhi puntati sul derby della capitale, che offre la possibilità ai giallorossi di Spalletti di guadagnare terreno sul secondo posto.
La Roma sfrutta al meglio l’occasione mandando completamente in panne la difesa biancoceleste, surclassata dalla potenza degli avversari.
La batosta è tale per la squadra di Pioli, che costa l’esonero al tecnico emiliano, prontamente sostituito da Simone Inzaghi.
Intanto l’Atalanta batte in rimonta il Milan di Mihajlovic, il quale ancora una volta deluso dalla prestazione della propria squadra è costretto ad optare per il ritiro.
Solo pareggio per la Fiorentina in casa contro la Sampdoria, ai viola non basta infatti un Ilicic più che ispirato per superare la squadra dell’ ex tecnico Montella; mentre il Genoa e il Chievo ottengono importanti vittorie casalinghe rispettivamente contro Frosinone e Palermo, la cui classifica a questo punto del campionato è davvero preoccupante.
Nel posticipo domenicale si scontrano a Milano Inter e Torino; entrambe le formazioni anche se con ambizioni diverse scendono in campo per vincere.
I padroni di casa trovano subito il vantaggio grazie al rigore concesso dall’arbitro Guida, ma sono presto costretti a scontrarsi con l’entusiasmo ritrovato degli avversari, i quali, in parte aiutati dalle due espulsione tra le fila nerazzurre, si aggiudicano la vittoria.
Chiude la giornata il match di lunedì sera tra Bologna e Verona, conclusosi con una bella vittoria degli ospiti, che hanno il rimpianto di essersi destati dal sonno forse troppo tardi, trovandosi oggi a fare i conti con un classifica tutt’altro che comoda.

Share

Posted in SportComments (0)

Serie A: La corsa continua

Tags:

Serie A: La corsa continua


NAPOLI (di Eleonora Posabella) – Al via la XXIX giornata di serie A con il match tra Juventus e Sassuolo, giocato eccezionalmente di venerdì sera, per consentire ai bianconeri di riposare in vista della gara di Champions League contro il Bayern Monaco.

I padroni di casa superano gli avversari grazie al gol gioiello di Paulo Dybala, il quale concretizza lo splendido assist di Cuadrado, portando la propria squadra alla vittoria. Sabato alle 18.00 scendono in campo al Castellani Empoli e Sampdoria; gli ospiti si portano in vantaggio nel corso della prima frazione di gioco, per poi farsi recuperare proprio negli ultimi minuti, perdendo così punti importantissimi in chiave salvezza. In serata a Sansiro di fronte al proprio pubblico l’Inter fa bottino pieno contro il buon Bologna di mister Donadoni.

Serie-AI nerazzurri finalmente propositivi, perdono Icardi dopo appena 12 minuti di gioco, ma questo non basta a scoraggiarli e gli da anzi la carica giusta per tenere in mano le redini della partita, almeno fino al 90° minuto, quando il gol di Brienza riapre una partita, che sembrava finita. L’undici di Mancini riesce dunque ad approdare al successo, anche se con qualche brivido sul finale, agganciando la Fiorentina e rimanendo quindi attaccata al sogno Champions League per la prossima stagione. Domenica alle 12.30 il Milan non va oltre il pari a Verona contro il Chievo, nonostante le tante occasione avute, che non schiodano il punteggio dalle 0-0. Alle 15.00 scendono in campo al Friuli Udinese e Roma, i giallorossi impongono da subito la loro rinnovata superiorità, concedendo spazio agli avversari soltanto nel finale dopo che il bel gol di Florenzi aveva già apposto il sigillo definitivo alla partita.

Contemporaneamente la Fiorentina non va oltre il pareggio con il Verona ultima della classe, facendosi così raggiungere dall’ inter; mentre il Genoa vince in rimonta in casa contro il Torino e il Carpi agguanta tre punti fondamentali contro il Frosinone, avversario diretto per la salvezza. In serata si svolgono due match: al Barbera il Napoli batte un Palermo rinvigorito dall’ arrivo dell’ennesimo nuovo tecnico, Novellino; mentre la Lazio stende all’ Olimpico l’Atalanta, che non vince da ormai 14 giornate, avvicinandosi così in maniera pericolosa alla zona calda della classifica. A nove giornate dalla fine del campionato restano dunque invariate le sorti delle prima tre in classifica, che non sembrano voler cedere di un centimetro, mentre le inseguitrici si affannano a tenere il passo.

Share

Posted in SportComments (0)

Serie A: testa a testa tra Napoli e Juve

Tags:

Serie A: testa a testa tra Napoli e Juve


NAPOLI (di Eleonora Posabella) – Al via la prima del girone di ritorno del campionato italiano di serie A, che si presenta molto diversa soprattutto per quelle big, il cui approccio ad inizio stagione non era stato dei migliori.
Ad inaugurare la XX giornata è il match di sabato allo stadio Atleti azzurri d’Italia tra Atalanta ed Inter, nel quale i nerazzurri dimostrano ancora una volta di aver quasi terminato la benzina, che li aveva portati ad essere padroni del campionato per tante settimane consecutive.
Serie a, palloneIl risultato della gara è infatti un goffo pareggio, maturato grazie a ben due autoreti e costa agli ospiti un ulteriore allontanamento dal vertice della classifica, nonchè il secondo posto.
A seguire alle 18.00 il Torino in casa cala il poker contro il Frosinone, scacciando così le turbolenze delle ultime giornate; dà il via al successo dei granata il rigore realizzato da Ciro Immobile, ancora una volta a disposizione di mister Ventura grazie alla sessione invernale di calciomercato.
In serata riflettori puntati sul Napoli, che accoglie al San Paolo il pericoloso Sassuolo già conscio del risultato dei nerazzurri diretti avversari.
L’avvio del match è però da brividi per i padroni di casa, che dopo appena 3 minuti si trovano già sotto di un gol, a causa della svista commessa da Albiol in area, che l’arbitro Giacomelli punisce con il rigore in favore dei verdenero.
La reazione tuttavia non tarda ad arrivare e grazie alle reti di Callejon prima e Higuain poi il Napoli ribalta completamente la situazione, mantenendo così ben saldo il proprio primato.
Domenica alle 12.30 il Genoa ospita, si fa per dire, il Palermo di mister Viviani, che appena insediato sulla panchina dei rosanero è già costretto a digerire una brutta sconfitta; i padroni di casa si impongono infatti con un secco 4-0, prendendo così le distanze dalla zona retrocessione.
Alle 15.00 la Juventus risponde per le rime anche se a distanza al Napoli, battendo nettamente l’Udinese, mai realmente pervenuta in campo e proponendosi così come vera antagonista al titolo di campione d’Italia.
Intanto, nonostante il cambio al comando sulla panchina della Roma, dove ritroviamo dopo ben 7 anni mister Spalletti, i risultati restano i medesimi, poichè i giallorossi, proprio come era successo nel match di andata, non vanno oltre il pari contro il Verona, ultima in classifica.
Pareggio anche per il Chievo in casa contro l’Empoli e per la Lazio in rimonta al Dall’Ara di Bologna.
Vince invece il Carpi in casa contro la Sampdoria, strappando tre punti fondamentali in chiave salvezza e alimentando ancora la crisi che aleggia già da diversi mesi in casa dei blucerchiati, i quali nonostante il cambio di allenatore non riescono a ritrovare i propri equilibri.
In serata assistiamo all’ ennesimo stop della Fiorentina di Sousa, che si lascia abbindolare da un Milan finalmente ben disposto in campo e conscio delle proprie possibilità; per i viola questa ulteriore battuta d’arresto vale l’allontanamento dalle posizioni che più contano in classifica.

Share

Posted in SportComments (0)

La serie A stende il tappeto rosso ai partenopei

Tags: ,

La serie A stende il tappeto rosso ai partenopei


NAPOLI (di Eleonora Posabella) – Giro di boa per quest’ edizione 2015-2016 del campionato di serie A, che aspetta proprio l’ultima giornata del girone di andata per stravolgere i suoi equilibri; questa prima fase incorona infatti campione d’inverno il Napoli, che strappa il titolo all’ Inter proprio all’ultimo secondo.
Pallone, serie AChe la giornata sia quella giusta per i partenopeilo si capisce fin da subito, poichè tutte le big o quasi cedono il passo e restano indietro; ma prima di ciò ad inaugurare la XXIX giornata è l’anticipo di sabato tra Carpi e Udinese, che termina in favore dei padroni di casa, i quali grazie a questa vittoria si avvicinano un pò di più alla zona sicura della classifica.
Alle 18.00 scende in campo la Fiorentina, che al Franchi accoglie la Lazio di mister Pioli, la quale dopo tante giornate di “inattività” ha in serbo una brutta sorpresa per gli uomini di Sousa.
I biancocelesti infatti stendono gli avversari, costretti a far a meno di pedine di qualità come Bernardeschi ed Ilicic; la sconfitta si rivela inoltre doppiamente pesante, poichè costa alla Fiorentina il secondo posto.
In serata quello che dovrebbe essere un match atteso e seguito si rivela un vero e proprio strazio, a sfidarsi sono infatti Roma e Milan, due squadre fortemente in crisi.
La gara non può che terminare in pareggio, poichè nessuna delle due formazioni ha la forza e l’entusiasmo necessari per approdare ad una vittoria, con la conclusione, che entrambi gli allenatori restano fortemente in bilico, mentre le loro squadre salutano i piani alti della classifica, forse in maniera definitiva.
Domenica alle 12.30 l’Inter ospita il Sassuolo, sottovalutando forse eccessivamente l’avversario, i verdenero infatti non sono disposti a replicare le brutte figure rimediate in passato a Sansiro e mettono perciò in campo tutta la loro caparbietà.
I protagonisti del match sono sicuramente i portieri, che si mettono in mostra grazie a splendide parate, rendendo praticamente impossibile schiodare il punteggio dallo 0-0.
Solo quando la partita è ormai agli sgoccioli un’ingenuità di Miranda in area di rigore regala letteralmente la vittoria agli ospiti, che restano così saldamente ancorati alla zona Europa League con addirittura una partita in meno; mentre l’inter di Mancini è costretta ad affidarsi al fato per mantenere il proprio primato.
Alle 15.00 dunque occhi puntati sul match tra Frosinone e Napoli, che però ci mette decisamente poco ad infrangere i sogni dei tifosi nerazzurri di terminare il girone d’andata in testa alla classifica.
I partenopei infatti schiacciano gli avversari laziali difronte al proprio pubblico senza nessuna pietà, mandando in gol anche Manolo Gabbiadini, subentrato a Higuain a metà del secondo tempo.
Contemporaneamente al Napoli assistiamo a ben altre quattro vittorie esterne: innanzitutto quella del Genoa, che torna finalmente a sorridere, battendo l’Atalanta di mister Reja.
Vincono poi anche il Chievo al Dall’Ara di Bologna, complice però il rigore sbagliato da Destro, l’Empoli a Torino grazie alla rete del solito Maccarone e infine il Palermo a Verona, quest’ultimo sempre più vicino alla retrocessione.
In serata altra vittoria esterna della Juventus, che fatica al Ferraris di Genova contro la Sampdoria, ma porta ugualmente a casa il risultato, agganciando così l’inter al secondo posto.
la XXIX giornata, ultima del girone di ritorno, disegna una classifica profondamente diversa da quella, che si prospettava fino a qualche settimana fa, con un Napoli, che finalmente siede al posto che gli compete e con una Juventus galvanizzata dalla rincorsa.

Share

Posted in SportComments (0)

Serie A: Corrono tutte, mentre la Roma rallenta ancora

Tags:

Serie A: Corrono tutte, mentre la Roma rallenta ancora


NAPOLI (di Eleonora Posabella) – Dopo la lunga pausa natalizia la serie A torna in campo il giorno dell’ Epifania, per disputare la XVIII giornata, mantenendo pero’ quasi inalterati i propri equilibri.
Apre le danze il derby della lanterna tra Genoa e Sampdoria, giocato di martedi’ sera e terminato in favore degli ospiti blucerchiati, i quali dopo un avvio spumeggiante, che li porta su un netto 3-0, calano di concentrazione e concedono molto spazio al team di Gasperini.
Serie-AIl Genoa si desta dunque dal sonno, ma quando e’ ormai troppo tardi, poiche’ il tempo non e’ sufficiente a colmare lo svantaggio; inutile dunque la doppietta di Pavoletti.
Mercoledi’ alle 12,30 l’Udinese batte l’Atalanta nel match casalingo del Friuli, facendo ancora una volta a meno del talento di Antonio Di Natale.
Alle 15.00 si svolgono diverse importanti gare, nelle quali trovano 3 punti fondamentali in chiave scudetto la Juventus di Allegri in casa contro il Verona e la Fiorentina di Sousa al Barbera di Palermo.
I bianconeri hanno vita davvero facile contro l’ultima della classe, che non dispone delle qualita’ necessarie per contrastare l’undici di Allegri.
I viola invece faticano un po’ di piu’ sul campo del Palermo, che e’ pero’ costretto ad arrendersi difronte al talento di Ilicic, ex della gara e autore di due magnifiche reti.
Intanto la Roma non va oltre il pari in casa del Chievo, dove, dopo un inizio nettamente appannaggio degli ospiti giallorossi, questi subiscono una rimonta da parte degli avversari, lasciandosi cosi’ dietro punti importantissimi.
Pareggia anche la Lazio in casa contro il Carpi, in un match che termina a reti bianche e il Sassuolo contro l’Empoli; mentre il Bologna infligge l’ennesima umiliazione al Milan di Mihajlovic, che incappa in un super Mirante.
Alle 18.00 tocca all’Inter capolista che con il solito 1-0 espugna il Castellani di Empoli, mantenendo cosi’ inalterato il proprio primato.
In serata aspettiamo dunque soltanto la risposta del Napoli, che non vuole essere da meno rispetto alle avversarie e percio’ impiega al meglio le proprie forze contro il Torino, portando quindi a termine il proprio compito.
Splendide le reti di Insigne prima e Hamsik poi, che regalano la vittoria ai propri tifosi, senza l’ausilio di Higuain, che puo’ quindi prendersi una serata di stop senza troppi problemi per la squadra partenopea.

Share

Posted in SportComments (0)