Tag Archive | "pd"

Pd, Cozzolino: “Necessario un Congresso Fondativo”

Tags: ,

Pd, Cozzolino: “Necessario un Congresso Fondativo”


NAPOLI – “E’ evidente che il risultato elettorale delle comunali a Napoli, abbia gettato luci ed ombre sul Pd in città. Bisognerà aprire un largo confronto e dare il via ad un Congresso fondativo nell’area metropolitana”. Così al VELI NO, l’europarlamentare del Pd, Andrea Cozzolino. “Come rilanciare il partito? E’ un tema complesso. Sicuramente lo affronteremo nei prossimi mesi, a cominciare dall’azione di governo che stiamo realizzando in Campania e dal Referendum sulla riforma.

Andrea CozzolinoOccorrerà aprire una profonda e seria discussione di natura congressuale, idea che propongo da tempo oramai. Dobbiamo affrontare nodi che non possono più essere rinviati”. Sui rapporti tra il Pd campano e Palazzo Santa Lucia: “In Campania dobbiamo contribuire a costruire una programmazione seria – ha ricordato – e utilizzare le risorse che l’Unione europea ci ha messo a disposizione, recuperando così un ritardo dovuto alla gestione del passato. L’unica nostra preoccupazione è quella di rilanciare la nostra regione”. “Sicuramente parteciperò alla Festa de l’Unità, un evento organizzato anche a Napoli da tanti giovanissimi. Sarò anch’io con stasera e domani in Puglia e lunedì di nuovo nel capoluogo campano. Questo è un modo per dimostrare quanto il premier e segretario del partito nazionale sia impegnato al 100% nelle politiche per il Mezzogiorno”. Sul caso dei Cinquestelle a Roma: “Credo sia troppo presto per valutarne gli effetti sui cittadini. Non c’è dubbio che per il Pd, l’unico modo per rispondere a una domanda di cambiamento, di trasparenza e di governo che viene dai cittadini, sia scendere in campo, farsi avanti – ha concluso – e non lasciare il passo a realtà come quelle del M5S che non è in grado di gestire e governare una città come Roma”.

Share

Posted in PoliticaComments (0)

Intervista a Federico Arienzo , tra i più votati al nuovo Consiglio Comunale”

Tags: , , , , ,

Intervista a Federico Arienzo , tra i più votati al nuovo Consiglio Comunale”


NAPOLI (di Valentina Capuano) – “Apprendo dai giornali delle notizie che coinvolgono anche Rosaria Giugliano. Conosco Rosaria da 10 anni. Siamo stati consiglieri nella stessa municipalità. Si è sempre prodigata per le persone del suo quartiere: sussidio per gli indigenti, contributo per il terzo figlio ed altre iniziative. Stento a credere che ora il suo nome sia coinvolto in queste indagini. E invece il suo nome è ovunque. Ma io sono garantista, perché il garantismo è un valore di civiltà e i forcaioli non mi hanno mai appassionato”.

Federico Arienzo

Federico Arienzo

Sono queste le amare parole di Federico Arienzo ,candidato al consiglio comunale col Pd tra i più votati , in riferimento alle indagini in corso da parte della procura di Napoli che coinvolgono alcuni esponenti campani del Pd.

Associazione a delinquere finalizzata alla corruzione elettorale: questa l’ipotesi di reato contestata ad Anna Ulleto (oggi autosospesa) e a Rosaria Giugliano, candidata ma non eletta nella seconda municipalità.
Notizie non certo confortanti per il PD, che, reduce da una bruciante sconfitta nelle ultime elezioni amministrative, ha conseguito un modesto 11, 6%, raccogliendo appena 43000 preferenze.
La Ulleto, in particolare , con 2200 voti sarebbe risultata , quasi sicuramente eletta ( anche se l’attribuzione dei seggi avverrà dopo il ballottaggio).
Una vicenda dai contorni torbidi, quella delle recenti perquisizioni avvenute nelle abitazioni delle due candidate, che è stata così commentata da Debora Serracchiani , vicesegretario Pd : “Se saranno riscontrati i fatti su Napoli riportati dalle agenzie di stampa, il Pd sarebbe parte lesa rispetto a certi comportamenti. Auspico che la magistratura faccia al più presto luce su una vicenda, che se provata, deve essere condannata e punita senza se e senza ma”.
Federico Arienzo, classe 1979, 37 anni, vicepresidente uscente della seconda municipalità (Avvocata, Montecalvario Mercato pendino Porto Sangiuseppe), rilascia dichiarazioni a caldo su una vicenda imbarazzante per il partito che a Napoli ha registrato , nelle ultime consultazioni amministrative, una evidente debacle.
Candidato al comune nella recente consultazione elettorale, ha riportato ben 2453 voti, ed è tra i pochi, in questo clima non esattamente disteso a conquistarsi un seggio tra i quaranta nel prossimo consiglio comunale.
Con un consenso così ampio, forte della sua affidabilità ed esperienza, Federico Arienzo è preceduto solo da Salvatore Madonna( 3602 voti) , da Aniello Esposito ( 2605 voti) e da Alessia Quaglietta: un dato lusinghiero che premia la sua serietà e la sua lunga esperienza in un contesto tutt’altro che incoraggiante, ovvero il modesto 11,6% raggiunto nelle ultime consultazioni del PD.
Gli chiedo se fosse fiducioso nel risultato ottenuto.
“Ero moderatamente ottimista, ma consapevole di aver lavorato bene” mi risponde.
Candidato nei DS alla municipalità e confermatosi il più giovane tra gli eletti, si è confermato il più giovane capogruppo del PD nel 2009 alla municipalità. Candidatosi nel 2011, Federico Arienzo è il primo degli eletti nel centrosinistra.
Vicepresidente della seconda municipalità dal 2011, resta in carica fino all’aprile del 2016.
Gli chiedo: “Cosa ti ha lasciato questa esperienza?”
“Ho ben dieci anni di esperienza alle spalle che si è rivelata estremamente formativa. In particolare l’esperienza alla municipalità è stata molto formativa : un laboratorio costruttivo durante il quale ho curato appalti per la manutenzione di ben 12000 metri quadrati di strada e percorsi pedonali coperti, un lavoro immane e proficuo”.
“Si aspettava un risultato così disastroso, ovvero che Valeria Valente non sarebbe neanche arrivata al ballottaggio”?
“Alla luce dei fatti il partito non era all’altezza di vincere una simile sfida. Ma Valeria Valente è stata coraggiosa e combattiva. Bisogna prendere atto che il partito è stato lontano dalle istanze dei cittadini in questi ultimi cinque anni”.
Crede che la vicenda della candidatura di Bassolino abbia inficiato il risultato , determinando la sconfitta?
“Le divisioni laceranti hanno sicuramente inciso sull’esito tutt’altro che positivo. Ma non credo che i circa 14000 simpatizzanti di Bassolino abbiano fatto la differenza rispetto ai 680000 cittadini chiamati a votare nelle ultime elezioni amministrative.
L’effetto di queste lacerazione ha sicuramente proiettato un’immagine negativa del partito sull’opinione pubblica, e tale circostanza ha oggettivamente indotto all’astensionismo o a voto di protesta”
Chi voterete al ballottaggio?
“Di sicuro non voteremo Lettieri. Siamo in una fase di valutazione: astenersi oppure optare per De Magistris”.
Cosa pensate della vicenda del voto di scambio di cui si parla in questi giorni?
“Deploriamo e condanniamo il degrado del voto di scambio e ci rimettiamo al risultato delle indagini in corso in merito alle gravi anomalie riscontrate, che evidentemente inficiano il risultato democratico”.
Cosa ne pensa del commissariamento del Pd?
“Penso che il commissariamento dei vertici del Pd locali sia doveroso e motivato dall’oggettivo e catastrofico risultato del 11, 6 %”.
Quali sono i prossimi obiettivi?
“ I prossimi obiettivi sono di portare avanti battaglie costruttive . Per ora la priorità è quella di approvare il bilancio. Poi solo studiando un bilancio approvato dai consiglieri uscenti saremo in grado di approvare azioni di buona politica”.

Share

Posted in PoliticaComments (0)

Anche la Valente fa ricorso: “Verificare atti lesivi durante le primarie”

Tags: , , ,

Anche la Valente fa ricorso: “Verificare atti lesivi durante le primarie”


NAPOLI – “Abbiamo presentato un ricorso per verificare se iscritti del Pd abbiano tenuto comportamenti lesivi dell’onorabilità del partito e degli stessi candidati, durante le primarie”. Così, il comitato per Valeria Valente Sindaco, in una nota che comunica il deposito di un ricorso alla commissione di Garanzia del Pd di Napoli.

Valeria ValenteA presentarlo, Giuseppe Balzamo, rappresentante della candidata Valente, chiedendo “di avviare ogni accertamento utile” per accertare “se vi siano stati, nella giornata di domenica 6 marzo, comportamenti contrari alle norme previste dallo Statuto del partito”, ai sensi degli articoli dello stesso Statuto, che regolano l’apertura di provvedimenti disciplinari. “I fatti sono tutti quelli rilevabili dal video prodotto e pubblicato da ‘Fanpage.it’”, che però, è scritto nel ricorso, da solo non è “idoneo a dare certezza di illeciti comportamenti ancorché inopportuni dal punto di vista politico”. Di qui l’auspicio a che la commissione “possa visionare l’intero video attraverso anche una corretta interlocuzione con i produttori del video stesso, al fine di comprendere se vi siano ulteriori casi su cui intervenire”, nella convinzione “che si procederà con il rigore necessario e che ogni violazione sarà sanzionata con la severità necessaria”.

Share

Posted in PoliticaComments (0)

[Primarie] – Daniele: “Fatti prevedibili, non ci hanno ascoltato. Il Pd intervenga subito”

Tags: , ,

[Primarie] – Daniele: “Fatti prevedibili, non ci hanno ascoltato. Il Pd intervenga subito”


Il video di Fanpage e gli episodi testimoniati chiaramente dalle immagini mostrano un quadro desolante che, purtroppo, era stato ampiamente annunciato. Sono mesi che denunciamo inascoltati l’incapacità del gruppo dirigente del partito di elaborare una proposta credibile per Napoli.

Gianluca Daniele

Gianluca Daniele

È mancata la volontà politica di rompere con il passato e la forza di garantire autonomamente un progetto da presentare ai cittadini napoletani. I fatti in discussione sulle primarie vanno fortemente stigmatizzati e gettano un’ombra inquietante sulla consultazione e sulla partecipazione. Purtroppo, ancora una volta, siamo sotto i riflettori dei mass media per episodi che danneggiano l’immagine dei tantissimi elettori, militanti e dirigenti in buona fede di questa grande comunità che è il PD e, più in generale, il centrosinistra a Napoli. A questi fatti non ci possiamo rassegnare, abbiamo più volte denunciato le carenze organizzative e l’ubicazione dei seggi; abbiamo più volte chiesto con forza l’abolizione del pagamento della sottoscrizione e un elenco fisso delle sedi delle primarie; abbiamo soprattutto chiesto che le primarie non diventassero una guerra tra bande in cui l’esito diventa esiziale per il “nemico”, purtroppo abbiamo parlato invano. Adesso dobbiamo, senza incertezze, accertare i singoli episodi e prendere i dovuti provvedimenti, questo per rispetto ai nostri volontari che hanno tenuto aperti i seggi domenica, ai tanti elettori che ci sostengono e ai simpatizzanti del centrosinistra che non vogliono rassegnarsi a questa immagine stereotipata e avvilente della nostra città e del nostro partito.

Share

Posted in PoliticaComments (0)

Primarie Pd, corsa a quattro

Tags: ,

Primarie Pd, corsa a quattro


NAPOLI – Dall’opzione civica e unitaria a quattro candidature tutte di natura politica. Nell’arco di poche ore, la corsa alle primarie del centrosinistra per le Comunali si è affollata di aspiranti sindaco.

Primearie PdAd Antonio Bassolino, in campo da novembre, e a Valeria Valente  ‘benedetta’ da un accordo nazionale (sostenuta anche da Gianni Palladino di Scelta Civica che ha fatto un passo indietro), si sono aggiunti il giovane Marco Sarracino, e il ‘figlioccio’ di Giorgio Napolitano, Umberto Ranieri. Si sparigliano così i giochi e i posizionamenti delle rispettive aree interne al Pd. Il termine ultimo per presentare le firme è fissato per le ore 20 di giovedì. Il Psi ha presentato invece la candidatura di Antonio Marfella.

Share

Posted in PoliticaComments (0)

Caos Pd, l’ Area Riformista è contro Carpentieri

Tags: , , ,

Caos Pd, l’ Area Riformista è contro Carpentieri


NAPOLI – “E’ un momento complicato per Napoli e per le vicende del Partito democratico locale, ed avvertiamo l’assordante silenzio della segreteria provinciale del Pd. Nonostante si sia da mesi alla ricerca di un candidato unitario per le primarie, – dichiara il vicesegretario del Pd di Napoli Toti Lange – non è emersa nelle ultime settimane una sola iniziativa politica in grado di mettere il partito di Napoli al centro del dialogo. Siamo a conoscenza di tavoli, incontri, caminetti, napoletani e romani, – insiste Lange – che passano sulla testa della segreteria come se non esistesse un organismo che dovrebbe essere proprio la casa in cui le varie anime del partito possano, se non decidere, almeno discutere e chiarire gli aspetti più rilevanti delle questioni in campo”. “Si procede, invece, con approssimazione: oggi, ad esempio, si è riunita per la prima volta – e con gran ritardo – la commissione delle primarie che dovrebbe accogliere le candidature e vagliarne la corretta documentazione, e poi garantire il regolare svolgimento della competizione – aggiunge.

(Da sinistra Toti Lange, Vincenzo Carpentieri ed Elkisabetta Gambardella)

(Da sinistra Toti Lange, Vincenzo Carpentieri ed Elkisabetta Gambardella)

La critica è rivolta alla “commissione composta con metodi a dir poco originali e che ha un presidente nominato dal segretario del Pd non si sa sulla base di quali criteri e di quale percorso collegiale di condivisione anche interno alla commissione stessa. Per dare un taglio a questa situazione di caos e fare chiarezza, – conlcude – come Area riformista chiediamo l’immediata convocazione di una direzione provinciale del partito”.

Share

Posted in PoliticaComments (0)

Gennaro Migliore del Pd attacca Bassolino:”Napoli non ha bisogno di lui”

Tags: , , ,

Gennaro Migliore del Pd attacca Bassolino:”Napoli non ha bisogno di lui”


NAPOLI – “Antonio Bassolino e’ stato un grande elemento di cambiamento, io l’ho sostenuto anche quando molti scappavano: ma cio’ che voleva rivoluzionare, lo ha invece inglobato. E ha imparato a controllarlo”. Cosi’ Gennaro Migliore, intervistato da Boris Sollazzo per Giornalettismo.com, boccia senza appello il ritorno in campo di Antonio Bassolino, già’ sindaco di Napoli negli anni ’90.  

Gennaro Migliore“Bassolino- continua Migliore- ha la responsabilità’ di non aver mai guardato a un ricambio generazionale, Antonio ha sempre usato logiche soffuse e da vecchia politica anche di fronte a richieste dirette. De Magistris e Bassolino sono figli di un
individualismo politico che non e’ leadership, ma egocentrismo. E uccidono il centrosinistra, cosi’, vivono su un equivoco”.

Share

Posted in PoliticaComments (0)

“Le Quattro Giornate per Napoli”, gli eventi del Partito Democratico Metropolitano

Tags: , , ,

“Le Quattro Giornate per Napoli”, gli eventi del Partito Democratico Metropolitano


NAPOLI – Proseguono gli eventi organizzati dalla federazione partenopea del Partito Democratico unitamente alle altre forze della coalizione di centrosinistra.

Pd, primarieIl 9 novembre 2015, è in programma la terza giornata di discussione sul futuro della città. Ci si ritroverà alle 18.00, alle Terme di Agnano, per un altro momento di confronto con le migliori forze del territorio, i cittadini, le associazioni, i sindacati, gli ordini professionali e le categorie produttive per elaborare una proposta politica in vista delle prossime elezioni. Verrà data voce a quanti vorranno condividere con il Partito Democratico e le forze di centrosinistra riflessioni e idee nel percorso per l’individuazione del candidato sindaco.

“Il futuro della nostra citta’ – dichiara il Vicesegretario del Pd Napoli, Livio Falcone – si costruisce parlando di contenuti e di cosa abbiamo intenzione di fare, non con le solite discussioni da ceto politico. Ricordando che il prossimo Sindaco di Napoli sarà anche Sindaco di tutta l’area metropolitana, parleremo del futuro dell’area occidentale e di tutta quella flegrea, che rappresentano le facce di una stessa medaglia. Guardiamo insieme avanti e non pensiamo a mettere le lancette dell’orologio indietro di anni.”

Share

Posted in PoliticaComments (0)

Aprire un dibattito su Legge Severino, il Pd chiede aiuto al Parlamento

Tags: , , , ,

Aprire un dibattito su Legge Severino, il Pd chiede aiuto al Parlamento


NAPOLI – “Più avanti la politica dovrà riflettere sul tema” della legge Severino.  

Lorenzo Guerini,  Vicesegretario del PdLo dichiara il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini, a Napoli per un incontro organizzato dal partito. “C’è una legge decisa dal Parlamento in una fase particolare del nostro Paese e in cui c’è qualche elemento su cui varrebbe la pena soffermarsi a riflettere – ha aggiunto Guerini – sulla Severino si è aperto un dibattito in questi mesi, ci sono stati pronunciamenti. Credo quindi che chi sarà chiamato a intervenire su eventuali ricorsi dovrà lavorare, ma poi più avanti la politica dovrà riflettere sul tema”.

Share

Posted in PoliticaComments (0)

Primarie Campania: De Luca vince con oltre 77mila voti

Tags: , , , ,

Primarie Campania: De Luca vince con oltre 77mila voti


NAPOLI – Non ci sono ancora dati ufficiali comunicati formalmente alla stampa, ma la vittoria di Vincenzo De Luca alle primarie della Campania e’ arrivata con circa 12mila voti di differenza su Andrea Cozzolino, avendo raccolte 77.830 preferenze, cioe’ il 52,01 per cento di quelle dei votanti, contro i 65.800 dell’europarlamentare, pari al 43,97 per cento.

Vincenzo De LucaPer Marco Di Lello, terzo sfidante, 6016 voti, ossia il 4,02 per cento. A Napoli e provincia, De Luca ha totalizzato 27.102 preferenze, nel salernitano 30.643; per Cozzolino, rispettivamente, 30.745 voti e solo 11.255 .

Share

Posted in PoliticaComments (0)



Seguici su FaceBook