Tag Archive | "napoli."

Napoli in rinascita macina punti anche a Cagliari

Tags: , ,

Napoli in rinascita macina punti anche a Cagliari


NAPOLI (di Cristina Accardo) – Napoli in rinascita: mancava dal 1 febbraio una vittoria esterna che gli azzurri riescono a portare a casa contro il Cagliari dell’ex Zeman, grazie ad un secco 3 a 0. Gara importante per il Napoli che, con grinta e voglia di portare a casa il risultato, approfitta del passo falso delle romane e a sette turni dalla fine del campionato di Serie A, si trova al quarto posto in classifica, a cinque distanze da Lazio e Roma. Intanto, nonostante le vittorie, continua il silenzio stampa ed il ritiro per gli azzurri in vista della gara di Europa League di giovedì sera al San Paolo che potrebbe portare Benitez ed i suoi alla semifinale.
Le formazioni – Cagliari: Brkic, Balzano, Rossettini, Ceppitelli, Avelar, Ekdal (63′ Joao Pedro), Conti, Dessena, Farias (63′ Cossu), Sau (46′ Longo), Mpoku.
Napoli: Andujar, Maggio, Albiol, Koulibaly, Strinic, Jorginho, Gargano, Callejon (68′ Mesto), Hamsik (56′ Gabbiadini), Insigne, Higuain (62′ Duvan).

Cagliari - NapoliIn campo – Il Napoli scende in campo attendendo il Cagliari che fa il suo primo tiro a porta al 6’ con la punizione di Mpoku che blocca Andujar; pochi minuti dopo affonda il Napoli diagonale di sinistro di Higuain in area, blocca Brkic. Al 15’, sinistro a giro di Higuain in area, deviato alto. Al 24’ arriva il vantaggio azzurro con Hamsik che pesca con un tiro preciso Callejon che la mette dentro senza pensarci: è 1 a 0. Ma lo spagnolo fa di più, e sulla ripartenza cagliaritana, chiude tempestivamente su Mpoku in area, scongiurando il possibile pareggio. Al 30’, tiro di Avelar, para bene Andujar con i piedi; al 38’ destro piazzato di Hamsik e Brkic vola a deviare. Al 40’ il Cagliari in avanti e Andujar che, in uscita, anticipa Mpoku. Il primo tempo con il Napoli che va in doppio vantaggio con un cross di Hamsik e deviazione di Balzano che per anticipare Insigne fa autogol: 2-0. Alla ripresa fuori Hamsik per Gabbiadini, che dopo soli tre minuti, va in gol con uno stupendo sinistro a giro dell’ex doriano dai 20 metri: colpo fantastico, 3-0. E’ ko per il Cagliari, ma al 65’ il Napoli resta in dieci per l’espulsione di Maggio per doppia ammonizione. All’84’ colpo di testa di Conti; nonostante l’inferiorità numerica il Napoli espugna il Sant’Elia con dieci gol all’attivo in tre partite e solo uno subito.

Share

Posted in SportComments (0)

Napoli, notte magica

Tags: ,

Napoli, notte magica


NAPOLI (di Cristina Accardo) – Serviva una buona prestazione ed un risultato favorevole in Germania contro il Wolfsburg da parte degli azzurri per pensare di andare avanti in Europa League, giocandosi il tutto per tutto al San Paolo nella gara di ritorno. Ed invece il Napoli è riuscito nell’impresa al Volkswagen-Arena: con un sonoro 1 a 4 ai tedeschi gli azzurri calano il poker ed ipotecano il passaggio alla semifinale. Il ritiro è servito ai partenopei a ritrovare la giusta concentrazione; trascinatori della gara Higuain e Hamsik, lo slovacco autore di una doppietta, due campioni ritrovati dopo le critiche degli ultimi tempi.

HamsikDopo la buona vittoria e l’agonismo visto in campo tedesco resta il rammarico per i punti persi in una stagione che avrebbe potuto regalare più soddisfazioni al popolo partenopeo.
Le formazioni – WOLFSBURG – Diego Benaglio – Vieirinha, Naldo, Robin Knoche, Ricardo Rodriguez – Luiz Gustavo, Josuha Guilavogui – Daniel Caligiuri, Kevin De Bruyne, André Schurrle – Bas Dost.
NAPOLI – Mariano Andújar – Christian Maggio, Raúl Albiol, Miguel Britos, Faouzi Ghoulam – David López, Gokhan Inler – Dries Mertens, Marek Hamšík, José Callejón – Gonzalo Higuaín.
In campo – Subito pericoloso il Wolfsburg con Dost che riceve un ottimo cross proprio davanti ad Andujar costretto ad uscire in due tempi per anticipare ed evitare lo stacco di testa. Poco dopo ancora una pericolosissima azione del Wolsfburg: De Bruyne dalla destra mette al centro e costringe Inler a liberare come meglio può per anticipare l’avversario lasciato solo da David Lopez. Al 15’ arriva il vantaggio azzurro con Hamsik che parte da centrocampo, passaggio corto per Mertens che lancia lungo per Higuain che scatta sul filo del fuorigioco e si porta davanti a Benaglio e con tutta la sua classa mette la palla in rete. Al 22’ arriva il raddoppio: Higuain sforna un assist impeccabile dalla destra per Hamsik che si inserisce nel momento giusto e la mette dentro. E’ 0 a 2. Ultimi due minuti di fuoco per il Napoli con Shurrle che scaglia un tiro potente, Andujar ci arriva con la punta delle dite e la palla si infrange sulla traversa. Alla ripresa Subito un’occasione per Higuain che solo davanti Benaglio calcia col destro sul portiere che fa una gran parata e nega il gol del ko. Intanto Benitez manda in campo Insigne. Al 64 arriva la rete numero tre: Callejon ruba palla e tocca per Marek che davanti alla porta infila il 3-0. Al 70’ gran parata di Andujar che si allunga sul palo e salva su deviazione di Bendtner. Benitez richiama Hamsik, migliore in campo al suo posto Gabbiadini che dopo pochi minuti mette dentro la rete del poker azzurro in terra tedesca: Insigne per Gabbiadini che tocca il suo primo pallone di testa e gonfia la rete. All’ 80 il gol della bandiera Bendtner lasciato solo davanti alla porta deve solo metterla in porta per l’1 a 4. I minuti finali scorrono con il gran sinistro di Gabbiadini che colpisce la traversa piena. Fisce la gara il Napoli esce trionfante dalla gara tedesca.

Share

Posted in SportComments (0)

Denunciata falsa ginecologica cinese a Napoli

Tags: , , , ,

Denunciata falsa ginecologica cinese a Napoli


NAPOLI – I carabinieri a Napoli hanno denunciato per esercizio abusivo di una professione, allestimento abusivo di laboratorio medico chirurgico e importazione illecita di medicinali da paesi extraeuropei una donna cinese 35enne, domiciliata a Napoli, incensurata. La donna gestiva un ambulatorio medico abusivo e specializzato in vari interventi di ginecologia.

medico di baseLa scoperta durante controlli in zona. La donne aveva approntato nel suo appartamento lo studio medico specialistico da diversi mesi, con clientela cinese, formulando diagnosi, prescrivendo visite specialistiche e iter terapeutico, nonche’ vendendo i farmaci necessari per le cure. All’arrivo dei militari dell’Arma, una paziente attendeva di sottoporsi ad una visita. Nel considerevole quantitativo di farmaci sequestrati, molti dei quali prodotti in Cina, alcune confezioni di medicine cinesi contenenti un componente chimico
vietato in Italia e idoneo anche a indurre l’aborto entro i primi due mesi di gestazione.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Cresce l’attesa per il primo “Napoli Strit Food Festival”

Tags: , , , ,

Cresce l’attesa per il primo “Napoli Strit Food Festival”


NAPOLI – Furono decine di migliaia i curiosi che parteciparono all’anteprima di dicembre.

Napoli Strit Food FestivalMa tra poco più di un mese “Napoli Strit Food Festival” aprirà finalmente i battenti con la prima edizione. Dal 15 al 17 maggio, infatti, il Lungomare di via Caracciolo sarà invaso dal cibo in tutte le sue declinazioni. Una vera e propria festa del mangiar bene con bancarelle, truck, stand pronti ad offrire numerose pietanze da consumare per strada.Qualcosa che affonda le radici nella tradizione partenopea con la pizza a portafoglio, paste cresciute ma anche sfogliatelle e babà. Il festival sarà anche un modo per lanciare un messaggio, ovvero quello di ripudiare il junk food e recuperare l’immenso patrimonio culinario della nostra terra. Perché il cibo è amore, ingegno, cultura, aggregazione ma allo stesso tempo è motore dell’economia. Il festival nasce da una idea del manager Giovanni Kahn della Corte, creatore del brand “Johnnypizzaportafoglio”, e verrà organizzato dallo stesso insieme a Giulio Cacciapuoti ed Iris Savastano. L’agenzia Love Studio, alla quale è affidata l’organizzazione e l’intera campagna di comunicazione dell’evento, ha partorito il naming preferendo “strit” alla parola inglese street per mettere in evidenza l’anima partenopea dell’evento, che nasce e vuole crescere nel cuore della città di Napoli. Un modo per dimostrare che la città di Napoli è al passo con i tempi, che è capace di captare i trends del mondo del food, rispondendo ad essi in maniera proattiva attraverso l’attivazione di una macchina organizzativa funzionate e dinamica capace di dar luce ad un festival tutto partenopeo.

Share

Posted in EnogastronomiaComments (0)

La crocifissione fra realtà e simbolo

Tags: , , , ,

La crocifissione fra realtà e simbolo


NAPOLI – Nell’ambito della mostra/ progetto ‘erased’ di Eduardo Castaldo, esposto a Tribunali 138 spazi della fotografia di Luciano Ferrara dal 27 Marzo fino al 19 Aprile (17.00/20.00) è stato realizzato dal 1 al 4 Aprile un workshop professionalizzante di fotogiornalismo professionale per fotografi, condotto e realizzato da Eduardo Castaldo e Maysa Moroni.

La crocifissione fra realtà e simbolo (Immagini)Il Workshop, dal titolo ‘La Crocifissione fra realtà e simbolo’ è stato composto da 3 giorni di intenso lavoro in laboratorio seguiti da una giornata dedicata alla realizzazione di un reportage fotografico. Approfittando delle celebrazioni del venerdì santo, i 9 partecipanti, provenienti da più nazioni, si sono concentrati su due processioni campane, quelle di Acerra (NA) e Sessa Aurunca (CE).

Questa gallery finale, selezionata ed editata da Maysa Moroni, vuole essere non solo un resoconto dei risultati raggiunti durante il workshop ma soprattutto un racconto coerente sui riti del venerdì santo nelle due cittadine campane.”  I 9 partecipanti son: Domenico Scafuto, Davide Chiacchio, Tigre Zhang Mengdi, Jessica Iovane, Nicola Palermo, Luigi Coppola, Edie Kong, Germano Golia, Roberta Langella

Share

Posted in CulturaComments (0)

Napoli, orgoglio e carattere travolge i viola

Tags: , ,

Napoli, orgoglio e carattere travolge i viola


NAPOLI (di Cristina Accardo) – La formula De Laurentis sembra aver avuto l’effetto sperato; alla prima uscita dopo il ritiro forzato imposto dal Patron azzurro, in seguito alle disastrose prestazioni della propria squadra, il Napoli torna a fare punti in campionato ed espugna il San Paolo con un secco 3 a 0 ai danni della Fiorentina di Montella. Mertens, Hamsik e Callejon hanno messo il punto ad una settimana ricca di critiche ed illazioni che hanno coinvolto allenatore e giocatori, in primis il Pipita Higuain, reo di essere stato sorpreso in notti brave.

HamsikPrestazione di orgoglio quella messa in campo dagli azzurri, applauditi dai ventimila che hanno seguito la squadra nonostante la vittoria mancasse in casa Napoli da quasi due mesi; azzurri ora a quota 50 punti, a – 7 dalla Roma diventata terza. Ma prima della prossima di campionato, giovedì un’altra importante sfida attenderà Benitez ed i suoi uomini, che voleranno in Germania per giocarsi, in Europa League, il tutto per tutto con il Wolfsburg.
Le formazioni – Napoli: Andujar, Maggio, Albiol, Koulibaly, Strinic, Gargano, Lopez Silva, Callejon, Gabbiadini (64′ Hamsik), Mertens (82′ Zuniga), Higuain (75′ Insigne).
Fiorentina: Neto, Richards, Savic, Basanta, Pasqual, Kurtic, Badelj (70′ Pizarro), Borja Valero, Vargas (58′ Joaquin), Salah, Ilicic (46′ Gomez).
In campo – Montella ha tre titolari indisponibili; Benitez lascia in panchina Hamsik. Nel primo tempo il Napoli parte con dei limiti e lascia spazi alla Fiorentina; tuttavia il primo brivido arriva dalla parte azzurra con Mertens che crossa in area e Savic sfiora l’autogol, salva Neto sul palo. Poco dopo bella uscita di Andujar che ferma Salah. Al 23’ la rete di Mertens, migliore in campo: splendida partenza e tiro di destro a giro di Dries per l’ 1-0; il folletto azzurro chiama a se tutta la squadra per festeggiare il vantaggio. Al 35′ – strepitosa azione di Higuain e destro che sbatte sotto la traversa e supera la linea ma l’arbitro e gli assistenti non vedono il gol nettamente regolare. Il primo tempo termina con i viola in attacco. Alla ripresa subentra Gomez dai primi minuti, per il Napoli entra Hamsik, il capitano che, al 71’ pescato perfettamente da Callejon mette dentro il 2-0 che fa esplodere il San Paolo. Sul finale c’è spazio anche per Callejon, a digiuno da diversi mesi, lo spagnolo ritrova il gol grazie ad un preciso assist di Insigne che deve essere solo toccato a rete; è 3 a 0. Il Napoli torna a vincere, ritiro sospeso per una serata e poi tutti a lavorare per l trasferta di Europa League.

Share

Posted in SportComments (0)

Morta a Napoli Lidia Croce, ultima figlia del filosofo Benedetto Croce

Tags: , , ,

Morta a Napoli Lidia Croce, ultima figlia del filosofo Benedetto Croce


NAPOLI – E‘ morta a Napoli, a 93 anni, Lidia Croce, ultima figlia sopravvissuta del filosofo abruzzese Benedetto Croce. Con la madre e le sorelle Elena, Alda e Silvia aveva fondato a Napoli la fondazione “Biblioteca Benedetto Croce” per la raccolta e la traduzione delle opere del filosofo, storico, politico, critico, letterario e scrittore italiano.

Incontro tra Napolitano e Lidia CroceBenedetto Croce era nato a Pescasseroli (L’Aquila) il 25 febbraio 1866. Mori’ a Napoli il 20 novembre del 1952. Tra il 16 giugno del 1920 e il 4 luglio 1921 fu anche ministro della Pubblica istruzione. Lidia Croce, che si era sempre dedicata alle opere del padre, nel 1949 sposo’ Vittorio de Caprariis dal quale ebbe il figlio Giulio. Nel 1954, in seconde nozze, sposo’ a Londra Gustavo Herling uno studioso polacco dal quale ebbe i figli Benedetto e Marta.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Napoli sconfitto a Roma dice addio alla Champions

Tags: , ,

Napoli sconfitto a Roma dice addio alla Champions


 NAPOLI (di Cristina Accardo) – Il Napoli crolla all’Olimpico contro la Roma andando incontro alla quarta sconfitta consecutiva fuori casa che vuol dire addio definitivo ai sogni Champions. Roma Napoli finisce 1 a 0, con la rete messa a segno da Pjanic a digiuno da diverse settimane; così gli azzurri scivolano al sesto posto superati , anche dai viola di Montella, mentre da De Laurentis e Benitez sembra essere calato il gelo. Il Napoli remissivo nel primo tempo, crea cinque ghiotte occasioni da rete nel secondo, ma non è felice nella conclusione; se Hiuguain non segna dalla gara con l’Inter, Callejon non la mette dentro da dodici settimane. La crisi in attacco e le problematiche a centrocampo ed in difesa portano il Napoli in una situazione di grave difficoltà; l’occasione Roma poteva essere un modo per risollevare le sorti del campionato dei partenopei, ma la sconfitta ha fatto precipitare le possibilità di rimediare ad una stagione sbagliata.

Soccer: serie A, Roma-NapoliNapoli: Andujar, Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam, Jorginho, Lopez Silva, Callejon (61′ Gabbiadini), De Guzman (81′ Insigne), Mertens, Higuain (76′ Duvan).

Roma: De Sanctis, Torosidis, Manolas, Astori, Holebas (70′ Mapou), De Rossi, Pjanic (68′ Paredes), Nainggolan, Florenzi (79′ Ibarbo), Ljajic, Iturbe.

In campo – Hamsik in panchina, al suo posto De Guzman Gargano non impiegato dal primo minuto, al suo posto Jorginho; in difesa fuori Koulibaly per Ghoulam. Sono queste le scelte di Benitez per la gara con la Roma. In avvio percussione di Mertens in area e cross al centro dell’area, salva un difensore. Il Napoli giochicchia e per il solito errore difensivo rimedia il primo gol con Pjanic che, piazza di destro nell’angolo a centro area: 1-0. Solo al 42’ c’è il destro a giro di Higuain, palla di un soffio sopra l’incrocio. Alla ripresa, bella penetrazione di Mertens e diagonale in area, De Sanctis ci arriva; il belga ci riprova poco dopo in area e ancora parata di De Sanctis. Benitez lancia Gabbiadini che, al 67’ su cross di De Guzman colpisce di sinistro al volo, risponde De Sanctis con una gran parata. Al 78’ ancora sinistro di Gabbiadini, blocca De Sanctis; all’ 81’ fa il suo ritorno in campo, dopo l’infortunio di novembre Insigne. All’ 88 inserimento di Iturbe in area e tiro sull’esterno della rete. Il Napoli finisce in attacco senza concludere e porta a casa la sconfitta.

Share

Posted in SportComments (0)

Compravendite e fitti, la ripresa non tocca Napoli

Tags: , , , , , , , ,

Compravendite e fitti, la ripresa non tocca Napoli


NAPOLI (di Attilio Iannuzzo – Il Mattino) – Secondo Semestre ancora negativo per il mercato immobiliare a Napoli. Il Listino presentato alla Camera di Commercio di Napoli non lascia dubbi sul calo avuto nell’ultimo semestre 2014.

Vendesi - mercato immobiliare

Dati in controtendenza rispetto ad altre città come Torino, Firenze, Bologna e Roma, in cui il trend risulta positivo. A Napoli il ribasso dei valori è generalizzato con una media di circa -3,8 per le compravendite e -2,7 per le locazioni. “Per invertire questa tendenza – dichiara il Presidente dell’Acen Francesco Tuccillo – è necessaria una minore tassazione sugli immobili. E’ indispensabile che da parte del Governo ci sia una riduzione della tassazione, unitamente al numero dei mutui che registrano un aumento da parte dell’apertura del sistema bancario, unico modo per vedere segnali di ripresa nel 2015”.

Per il presidente dell’Acen il quadro potrebbe migliorare in futuro: “Il più agevole accesso al credito – continua Tuccillo – può favorire infatti la ripresa del mercato unitamente al riequilibrio dei valori di mercato, a maggior ragione se il Governo prenderà atto dell’esigenza di sgravare la tassazione sulla casa”. Intanto per ora, i dati ci mostrano uno scenario preoccupante: l’incremento della tassazione sul possesso degli immobili è passata da 9,8 miliardi di euro del 2011 a 23,89 miliardi di euro del 2014 (Imu+Tasi) ed ha determinato un incremento della pressione fiscale sul possesso del 143,5% in soli tre anni. Anche il Presidente della Camera di Commercio di Napoli Maurizio Maddaloni commenta il Listino immobiliare considerando ”Questo calo di vendite e di locazioni della città di Napoli e provincia, un dato allarmante, un problema che riguarda anche le locazioni commerciali, e che rappresenta l’ennesimo segnale di una crisi che si protrae da troppo tempo e con conseguenze negative”.

Maddaloni sottolinea “la necessità di una nuova architettura istituzionale che punti a riavviare la macchina degli investimenti e a garantire prospettive reali di ripresa nel breve e nel lungo periodo”. Dalle rilevazioni effettuate si evidenzia una riduzione media del 3% dei valori di compravendita e locativi a Posillipo – Chiaia – San Ferdinando. Al centro storico il calo è più alto e mostra picchi di flessione fino all’8% nei valori di compravendita, mentre i valori locativi confermano l’andamento del semestre precedente con una flessione media del 2%. Il quartiere Vomero – Arenella registra riduzione media del 2% sia nei valori di compravendita che di locazione, in controtendenza rispetto al semestre precedente che evidenziava un leggero aumento dei valori. Un decremento anche nell’area Nord di Napoli nei valori di compravendita, con picchi di -8% a Secondigliano e S. Pietro a Patierno; mercato completamente fermo a Scampia e Miano, per il ridottissimo numero delle compravendite, dovuto al degrado e alla fatiscenza degli edifici. Completa stasi dei valori si riscontra a Pianura, mentre Soccavo registra il più alto decremento della città, nell’ordine di circa – 10%, mentre nella cosiddetta Napoli Ovest, ossia Fuorigrotta e Bagnoli, la riduzione dei valori si attesta a -4% per la compravendita e – 6% per la locazione. Il quartiere di Ponticelli, nell’area Est, mostra valori stabili in quanto vi sono attese di sviluppo per la nascita dell’area universitaria.

Share

Posted in EconomiaComments (0)

Napoli, nuovo allarme epatite: colpiti 4 bimbi. Le mamme: «Campo rom senza igiene»

Tags: , , , , ,

Napoli, nuovo allarme epatite: colpiti 4 bimbi. Le mamme: «Campo rom senza igiene»


NAPOLI (di Attilio Iannuzzo – Il Mattino) – Sono quattro i bambini infetti da epatite A all’Istituto comprensivo Barbato di Barra, due di etnia rom, due invece appartenenti a famiglie napoletane. Inizialmente si era pensato fosse un unico caso isolato.
Campo Rom
Le mamme degli studenti lanciano l’allarme ed imputano le colpe al vicino campo rom e alla mancanza di igiene di quei territori. «Penso sia superfluo creare allarmismi – ha detto l’assessore comunale alla scuola Roberta Gaeta del Comune di Napoli – in quanto non siamo a conoscenza di chi ha portato originariamente il virus a scuola, il nostro spirito deve essere rivolto all’integrazione».
L’obiettivo è quello di portare, laddove manchi, informazione, igiene e servizi in quei campi degradati e ghettizzati. Il Comune di Napoli resta in forte polemica con L’Asl di zona la quale non possiede tutti i vaccini necessari per i bambini della scuola e consiglia di far spostare il campo a causa delle condizioni igieniche.

«Non è questo il modo di affrontare i problemi – continua Gaeta – in quanto le Istituzioni devono collaborare con lo spirito giusto cercando di creare condizioni di integrazione». La scuola, comunque, almeno per quanto riguarda il plesso interessato dai due casi di epatite, resterà chiusa fino a Pasqua. «Vorrei che le mamme restassero tranquille», ribadisce l’assessore della giunta De Magistris. La paura infatti che il caso di epatite A possa essere utilizzato per riaccendere il fuoco della protesta contro il campo rom. «Voglio a tutti i costi evitare questo rischio – afferma la Gaeta – purtroppo in passato sono già avvenuti episodi di intolleranza e non voglio che accada di nuovo».

«Sono solo settanta – conferma l’assessore Gaeta – i vaccini disponibili, ma ne servirebbero almeno il doppio e già li abbiamo chiesti». E dal Comune la richiesta di una data certa di consegna dei vaccini è stata inoltrata alle strutture competenti già sette giorni fa. Intanto un incontro, tra Comune di Napoli, Municipalità, Asl e Caritas del territorio è servito a pianificare gli interventi e a tranquillizzare i genitori che hanno chiesto rassicurazioni.

«Ci sono due campi presenti in questa municipalità – ha detto Antonio Romano, responsabile della Caritas di Barra – ed il nostro intento è quello di informare i nomadi su come igienizzare l’area e su quali precauzioni adoperare per prevenire malattie». La Caritas porta quotidianamente i bambini di Ponticelli nella propria struttura per lavarli in quanto alcuni idranti sono stati danneggiati dall’Asia durante la raccolta dei rifiuti: «Abbiamo chiesto al Comune di intervenire per ripristinare le pompe dell’acqua – aggiunge Romano – senza le quali ci sarebbero grossi disagi in quei territori».

Intanto molte delle mamme degli studenti non si rassegnano: «Il problema è che i bambini della comunità Rom vivono in condizioni igieniche di assoluto degrado e non sono controllati sufficientemente dal punto di vista sanitario, così rischiano in maniera assolutamente inconsapevole di rappresentare un problema anche per i compagni di scuola di nazionalità italiana». Il Comune di Napoli ha elaborato, durante un incontro in prefettura, una mappatura dei campi nomadi e dei loro abitanti. Sempre la Gaeta nel pomeriggio ha presentato un progetto per l’inclusione di stranieri nel centro antico: «Questo – conclude – è il modo migliore di affrontare le questioni».

Share

Posted in CronacaComments (0)



Seguici su FaceBook