Tag Archive | "municipalità"

Napoli, Via Tribunali in Maschera: l’iniziativa della Quarta Municiaplità

Tags: , , , ,

Napoli, Via Tribunali in Maschera: l’iniziativa della Quarta Municiaplità


NAPOLI – Maschere, artisti di strada e spettacoli circensi in via Tribunali, nel cuore del centro storico che si prepara a festeggiare il martedì grasso con tante iniziative dedicate ai bambini. E’ il Carnevale promosso dalla IV Municipalità di Napoli nel Cortile dell’Ex-Ospedale della Pace e per le strade del centro storico dove ci saranno anche degustazioni culinarie e angoli dedicati ad associazioni Onlus per la diffusione di messaggi legati al sociale. Il martedì grasso chiude la rassegna carnevalesca cominciata il 19 febbraio con Piazza Carlo III e proseguita con gli eventi su via Nazionale che hanno visto la partecipazione di oltre 500 bimbi in costume.
‘Abbiamo portato il Carnevale in strada per promuovere l’aspetto turistico della nostra città- hanno dichiarato Giampiero Perrella e Giovanni Parisi, presidente e assessore della IV Municipalità – ampio spazio è stato dato anche alle realtà del Terzo settore e a una novità: le degustazioni in strada’.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Napoli come Barcellona, l’arredo urbano diventa arte

Tags: , , ,

Napoli come Barcellona, l’arredo urbano diventa arte


NAPOLI – Opere d’arte al posto dell’arredo urbano. E’ così che a Napoli porzioni cittadine saranno impreziosite da oggetti artistici che sostituiranno cordoli stradali, pezzi rotti delle panchine pubbliche, ciottoli mancanti dai marciapiedi e le aree urbane degradate. Come Barcellona, Napoli è pronta a diventare una distretto artistico dove la vocazione alla bellezza sarà quella delle storiche porcellane di Capodimonte che verranno installate in tutta la city per renderla più bella ma anche funzionale, dal momento che l’arte servirà da arredo urbano.

Arredo urbano diventa arte, a capodimonteIl progetto di arredo urbano partecipato ed integrato, Identità di Capodimonte – l’Istituto Caselli arreda il territorio, nasce 4 anni fa con il protocollo d’intesa tra il governo municipale presieduto da Giuliana Di Sarno e la dirigenza dell’istituzione scolastica per promuovere lo Sviluppo territoriale attraverso la valorizzazione del ricchissimo patrimonio del territorio della 3^ Municipalità, Stella S.Carlo all’Arena e delle sue eccellenze, prima fra tutte, le Porcellane di Capodimonte, cultura artigiana portata avanti dalla Real Fabbrica borbonica delle porcellane.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Inaugura l’Asilo Piazzi, il primo servizio per l’Infanzia del quartiere

Tags: , , ,

Inaugura l’Asilo Piazzi, il primo servizio per l’Infanzia del quartiere


NAPOLI- Sarà inaugurato oggi l’Asilo ‘Piazzi’ alle ore 11.00 in via Giuseppe Piazzi 4, struttura che accoglierà 45 bimbi, inclusa una sezione di lattanti. Si tratta di un servizio all’infanzia che non esisteva fino ad oggi e del primo asilo dotato anche di defibrillatore. Da oggi saranno aperte le iscrizioni ed anche l’asilo sarà pienamente operativo nei mesi di luglio e giugno in un quartiere dove la maggior parte delle famiglie non possono permettersi strutture private o baby sitter per l’accudimento dei figlioletti.
Asilo, GiochiAd inaugurare l’asilo sarà presente la presidente della Terza Municipalità di Napoli, Giuliana Di Sarno che ha impiegato i fondi ministeriali dedicati all’infanzia consentendo l’apertura dell’asilo.
Share

Posted in CronacaComments (0)

La Terza Municipalità di Napoli diventa ‘smart’

Tags: , ,

La Terza Municipalità di Napoli diventa ‘smart’


NAPOLI – Il museo finalmente entra nel contesto cittadino ed inizia a dialogare con l’anima profonda della città. Il nuovo corso del Mann prevede un dialogo profondo con il contesto cittadino, a partire dal suo quartiere che appartiene alla terza Municipalità per la valorizzazione dell’immenso patrimonio storico artistico, ambientale ed antropologico dell’area, attraverso anche il coinvolgimento delle scuole, delle comunità minori e dei cittadini.

Smart CityLa prima azione concreta ha visto la III Municipalità e il Mann collaborare nella creazione di punti nodali di questo nuovo distretto culturale in cui posizionare totem digitali che consentono di avere informazioni turistiche e culturali, anche in tempo reale, del quartiere. Tali totem, realizzati dall’azienda Omnia One Group Srl e già presentati dalla Municipalità e dal Mann nei mesi scorsi a Tourisma, la fiera del turismo archeologico di Firenze, intendono dialogare in forma dinamica con turisti e cittadini e forniscono un’immagine fresca della comunicazione. Questa sinergia permetterà ai visitatori del Mann di conoscere con un ‘touch’ tutte le ricchezze custodite negli storici quartieri a ridosso del Museo. La necessità di valorizzare il patrimonio di cui disponiamo senza le giuste risorse, ci ha spinti a ricercare strumenti di governo alternativi così che la 3 ^ Municipalità si è fatta promotrice di un avviso per offerta gratuita di servizi di smart city. Da quest’iniziativa è nato il Totem interattivo di Omnia One Group Srl, la società che ha partecipato all’invito nel promuovere soluzioni high tech a costo zero per l’amministrazione pubblica. E’ la prima e unica volta che in Italia si assiste ad una tale sperimentazione che, da oggi in poi, metterà a disposizione del territorio il Totem touch installato nel Museo, le mappe diffuse in diversi punti della city e distribuite gratuitamente e l’App da scaricare gratuitamente che proietterà il visitatore nella rete della 3^ Municipalità connessa con tutte le bellezze ed i monumenti da non perdere, le curiosità da sapere e molto altro da scoprire con un click.

Share

Posted in CronacaComments (0)

‘Nuove sezioni, asili e orario prolungato perché le politiche per l’infanzia

Tags: , , ,

‘Nuove sezioni, asili e orario prolungato perché le politiche per l’infanzia


NAPOLI – Apre la nuova sezione ‘Primavera’ nel quartiere Stella San Carlo all’Arena della 3° Municipalità. Da oggi, 13 bambini tra i 2 e i 3 anni saranno ospitati presso la scuola dell’infanzia ‘De Luca Folliero’- 6° Circolo Comunale grazie all’impiego dei fondi della municipalità per i lavori di ristrutturazione con l’adeguamento del plesso e l’acquisto, da parte del Comune di Napoli, di suppellettili ed arredi.

‘Le esigenze del territorio rendicontano un’alta percentuale di famiglie con disagi sociali ed economici a cui si aggiungono nuclei familiari con uno dei genitori in carcere e la necessità delle donne sole di accudire i bimbi e lavorare- dichiara Giuliana Di Sarno, presidente della 3° Municipalità- per questo la municipalità sta portando avanti le politiche per l’infanzia con azioni concrete a cominciare dalla nuova sezione Primavera nel quartiere San Carlo All’Arena e proseguiremo da aprile con nuove inaugurazioni di sezioni e l’orario prolungato grazie all’impiego dei fondi Pac’.

Giuliana DI SarnoAd aprile, verrà inaugurato il nido ‘Piazzi’ con disponibilità di 45 posti nel plesso in via Giuseppe Piazzi, a ridosso di via Foria, con una sezione dedicata ai divezzi e sarà inaugurata la sezione per lattanti presso l’asilo nido ‘Ammaturo’ in via Lorenzo Giusso, nel cuore del Rione Amicizia. A queste aperture corrisponderà un ampliamento dell’orario scolastico che sarà prolungato fino alle 18.30 incluso il sabato ed il mese di Luglio per andare ancora più incontro ai bisogni di mamme e famiglie in difficoltà specie per la necessità di conciliare lavoro e accudimento dei figli.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Asia, primi cassonetti a scomparsa posizionati in via Medina

Tags: , , , ,

Asia, primi cassonetti a scomparsa posizionati in via Medina


NAPOLi – Sono stati posizionati in via Medina, seconda municipalità i primi cassonetti dell’Aisa a scomparsa.

Cassonetti in via Medina a scomparsa“La differenza con le amministrazioni precedenti è nella concretezza dei fatti – ha dichiarato il Consigliere Pino De Stasio – stiamo ottenendo i risultati sperati sulle iniziative e sui programmi, continueremo in questa direzione”.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Lotta alle blatte, la quarta municipalità usa il “termonebbiogeno”

Tags: , , ,

Lotta alle blatte, la quarta municipalità usa il “termonebbiogeno”


NAPOLI – In arrivo tra le strade della Quarta Municipalità il termonebbiogeno per la disinfestazione delle blatte che si annidano all’interno delle tubazioni fognarie.

blatte-rosseUn macchinario innovativo che consentirà di ridurre costi e personale per le attività di deblattizzazione e che sarà più rapido in termini di calendarizzazione degli interventi. Lo annuncia in una nota il presidente del parlamentino Armando Coppola: «Con l’arrivo della stagione estiva il problema delle blatte è molto sentito e, nonostante si intervenga, i risultati non sono sempre soddisfacenti. I motivi sono legati essenzialmente alle modalità operative, che consistono nell’aprire tutti i tombini e spruzzare all’interno il deblattizzante. Non sempre però ciò è possibile, perchè spesso le caditoie non si possono sollevare, a causa delle auto in sosta, o perché gli operai non hanno l’ausilio di un carro attrezzi per rimuoverle, o ancora perché i tombini sono spesso otturati per la mancata pulizia».

Con il termonebbiogeno, invece, tutto ciò sarà superato, poichè la modalità di intervento di questo tipo di attrezzatura consiste nell’inserire il tubo in un tombino e diffondere il vapore che ha un raggio di azione di 800 metri, rendendo il lavoro di disinfestazione più incisivo ed anche più rapido. La miscela abbattente causerà, infatti, l’immediato decesso di qualsiasi insetto troverà sul suo cammino. «Per la costante collaborazione che abbiamo con l’Asl come Municipalità – rimarca Coppola – ci siamo fatti carico di un avviso pubblico, rispondendo alle tante richieste dei commercianti del territorio, per l’acquisto del macchinario, il cui costo è di 3.000 euro. Il nostro vuole essere un coinvolgimento corale di tanti sottoscrittori. L’apparecchio, in pratica, sarà sempre in possesso della Municipalità e sarà fornito all’Asl per gli interventi nelle diverse zone del quartiere».

Share

Posted in CronacaComments (0)

“Fontane, Fontanelle e Pozzali”,  alla scoperta delle antiche vasche di Capodimonte

Tags: , , ,

“Fontane, Fontanelle e Pozzali”, alla scoperta delle antiche vasche di Capodimonte


NAPOLI – Proseguono gli appuntamenti del Maggio dei Monumenti alla Terza Municipalità in collaborazione con l’Assemblea M.a.n.o. Domani sarà la volta di “Sguardi Diversi: le fontane e le donne”, il secondo dei tre appuntamenti dedicati, nel mese di maggio, alla conoscenza del ricchissimo patrimonio del territorio di Stella San Carlo all’Arena. Dopo la Biblioteca Flora ai Ponti Rossi e il Museo di Capodimonte, domenica il tema sarà, infatti, sulle fontane del quartiere.

Parco di CapodimonteUn particolare percorso dedicato alle antiche vasche della Municipalità che si svolgerà, dalle 10 alle 13, con appuntamento presso la Fontana della Duchessa alla Basilica dell’Incoronata a Capodimonte ed un evento molto suggestivo organizzato alla Fontana di Capodimonte, ispiratrice della famosa canzone. Dopo la visita a fontane, fontanelle e pozzali sarà dato spazio al dibattito su “L’Acqua, un bene di tutti”. Seguiranno attività interattive e un intermezzo musicale di canti popolari a cura di M. G. Altieri. Ad illustrare i siti storico-artistici della Municipalità sarà Massimo Rippa.

«La valorizzazione della cultura passa inevitabilmente per il senso di appartenenza dei cittadini. Questi incontri ci permetteranno di far appassionare i cittadini al nostro patrimonio ed accrescere il loro senso di appartenenza», dichiara la presidente Giuliana Di Sarno. «Voglio rivolgere un particolare ringraziamento alle donne dell’Assemblea M.a.n.o. che forniscono sempre un contributo prezioso alla nostra programmazione culturale e ci supportano nelle diverse fasi operative consentendo la realizzazione di iniziative di notevole interesse culturale», rimarca l’assessore alla Cultura Viviana Salzano.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Scuola Lezzi, parte la campagna “anti tossici” della Terza Municipalita’

Tags: , , , ,

Scuola Lezzi, parte la campagna “anti tossici” della Terza Municipalita’


NAPOLI – Parte da oggi la campagna “anti tossici” della Terza Municipalità in due zone diverse del quartiere: l’ingresso della scuola materna Lezzi in vico Lungo Sant’Agostino degli Scalzi al Rione Stella e le scale di Santa Maria delle Grazie a Capodimonte. Due aree del territorio che da anni sono ostaggio di tossicodipendenti e incivili che sporcano la strada con escrementi umani e animali, oltre che con rifiuti di ogni tipo.

Telecamere Lezzi«Da questa mattina – annuncia la presidente della Municipalità Giuliana Di Sarno – siamo partiti con l’installazione di due videocamere sul sagrato della chiesa di Sant’Agostino degli Scalzi, dove ha sede la scuola Lezzi. Una zona che fino ad oggi è stata invasa da siringhe lasciate dai drogati e da escrementi di senza tetto e di cani, gettando nel panico le mamme dei bambini che frequentano l’istituto. Ogni mattina, infatti, lo scenario di fronte al quale i piccoli si trovavano all’ingresso del plesso era un “tappeto” di siringhe e feci, contro cui erano costretti a fare lo slalom per entrare in classe. A tutto questo abbiamo deciso di porre fine, grazie anche all’impegno dei consiglieri Ciro Terribile e Marcella Torre, facendo installare telecamere fisse a circuito chiuso gestite dalla polizia municipale, che già da sabato scorso ha messo a disposizione due agenti che presidieranno l’area tutti i giorni». Gli “occhi elettronici” sono stati posizionati in vico Lungo Sant’Agostino degli Scalzi, dove da sempre c’è un punto di raccolta illegale divenuto una discarica a cielo aperto. «Saranno un deterrente anche per chi sversa rifiuti in un punto non destinato alla raccolta – rimarca la presidente Di Sarno – . Inoltre stamattina sono stati affissi dei cartelli in tutta la zona, che ammoniscono i trasgressori sulla presenza delle telecamere e sulle sanzioni a cui andrà incontro sia chi lascia siringhe sporche di sangue mettendo a rischio l’incolumità dei bambini, sia chi deposita rifiuti ordinari e speciali dove non è consentito. Il minimo previsto? Una multa di 500 euro».

Share

Posted in CronacaComments (0)

Come evitare il soffocamento dei piccoli, il progetto al Cto di Napoli

Tags: , , , , ,

Come evitare il soffocamento dei piccoli, il progetto al Cto di Napoli


NAPOLI – Sarà presentato, martedì 24 marzo, dalle ore 10 alle ore 12.30, presso l’Aula Magna del Cto in viale Colli Aminei 21 a Napoli, il progetto “III Municipalità Salvabimbi – Crescere in buone mani”, promosso dalla Municipalità Stella San Carlo all’Arena in collaborazione con l’associazione onlus Salvabimbi, con il patrocinio del Miur e di Age Campania.

Come salvare un piccoloSi tratta della prima lezione informativa della campagna di prevenzione e di diffusione sulle manovre di disostruzione pediatriche a cura degli istruttori nazionali di Salvamento Academy. “Sarà un progetto a costo zero – spiega Giuliana Di Sarno, presidente della III Municipalità – nel quale i volontari del 118 presteranno la loro opera a titolo gratuito per informare tutti i cittadini, dalle mamme ai papà, agli zii e ai nonni, oltre che naturalmente agli insegnanti nelle scuole, come intervenire in caso di pericolo di soffocamento dei bambini.

L’iniziativa che, attraverso una calendarizzazione, farà tappa in tutti gli istituti del territorio che hanno aderito, nasce dal bisogno di riuscire ad offrire servizi di assistenza ai cittadini per salvaguardare la loro vita, partendo dalle fasce sociali più deboli: bambini e anziani. È per questo che è inserita in un progetto più ampio, che si chiama “Sicurezza nella Municipalità” e che parte proprio domani con “Salvabimbi”. Una giornata dedicata alle manovre di disostruzione da agenti esterni, perché vorremmo che nessun bimbo morisse più per soffocamento. Così, in collaborazione con l’associazione onlus Salvabimbi, riconosciuta dal Ministero della salute, con la quale la Municipalità ha sottoscritto un protocollo d’intesa, e con il patrocinio del Ministero dell’Istruzione Regione Campania, è stata progettata un’azione di formazione e informazione diffusa, che mira a far conoscere a quanti più cittadini che operano a contatto con i bambini, nonni, nonne, zii e operatrici dell’infanzia, le manovre di disostruzione”.

Si partirà dunque con la prima lezione, al Cto, grazie ad Antonio Giordano, direttore dell’azienda ospedaliera, per proseguire, secondo un calendario condiviso con le scuole della Municipalità, con incontri in ogni plesso destinati a maestre, operatrici, mamme, nonne, baby sitter e permettere che entro l’inizio dell’anno scolastico 2015/2016 tutte le scuole siano in sicurezza. Per rendere più efficace l’intervento a coloro che avranno frequentato il corso – della durata di 2 ore – saranno distribuiti un piccolo prontuario per ricordare le manovre da effettuare ed un misuratore. Nella stessa giornata di domani verrà lanciato, inoltre, il progetto per gli anziani “Salviamo il cuore con il defribillatore”, che prevede l’acquisto di almeno 3 defibrillatori, da distribuire nelle tre sedi municipali a disposizione dei cittadini. “Abbiamo già trovato uno sponsor che donerà il primo defibrillatore – rimarca Di Sarno – . Tutto questo a costo zero per la Municipalità, ma soltanto grazie al lavoro in rete tra le diverse realtà che vogliono migliorare la vita dei cittadini. È scientificamente provato, infatti, che se si interviene immediatamente con manovre appropriate, si salva il 100% dei bambini. Così come l’uso del defibrillatore in tempi brevi può salvare il 90% di coloro che subiscono attacchi cardiaci”.

Share

Posted in CronacaComments (0)