Tag Archive | "manifestazione"

Cento giorni di chiusura del Collana, manifestazione in Piazza con le “scarpe appese”

Tags: ,

Cento giorni di chiusura del Collana, manifestazione in Piazza con le “scarpe appese”


NAPOLI – Cento giorno di chiusura dell’impianto sportivo dello Stadio Collana. Gli atleti, i cittadini, le associazioni sportive manifesteranno sabato mattina in Piazza Quattro Giornate con le “scarpe da ginnastica appese”. Tutti gli indignati per una situazione “paradossale e surreale”, dicono gli sportivi. A gennaio scorso la promessa di un intervento immediato dopo la consegna delle chiavi da parte del Comune di Napoli alla Regione Campania, unica proprietaria dell’impianto.

I ragazzi, quelli che per anni si sono allenati allo Stadio Collana, erano fiduciosi che ci fossero stati gli interventi necessari di adeguamento, ma non è stato così. Bisognava “mettere a norma” l’impianto l’elettrico e ottenere l’agibilità dai vigili fuoco per riaprire. Si parlava di giorni. Il Collana per ora resta chiuso. “Sappiamo che ad inizio anno dovevano consegnare l’impianto libero da persone e cose – dichiara un atleta – non so a che punto siano, ma ci sentiamo presi in giro. È un grave danno soprattutto per l’utenza. In tanti mi chiedono quando riaprirà il Collana e io non so che cosa rispondere.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Comunità senegalese in piazza, giustizia per Nian

Tags: ,

Comunità senegalese in piazza, giustizia per Nian


NAPOLI – La comunità senegalese manifesta si riunisce in piazza per la morte del compaesano ambulante morto a Roma, in circostanze da chiarire. “Bisogna fare chiarezza, vogliamo giustizia”, si legge in una nota. I centri sociali saranno in piazza del Plebiscito con loro, alle 17.30 per dare sostegno e chiedere giustizia.

Nian Maguette, aveva 54 anni, originario della regione di Louga in Senegal, si guadagnava da vivere, per sé e per i suoi tre figli, facendo il venditore ambulante, due li aveva portati in Italia e l’altro era rimasto in Senegal con la madre. È morto ieri, verso ora di pranzo, sul marciapiede di via Beatrice Cenci. “Oggi è successo qualcosa da cui non si torna indietro, – dicono gli attivisti di Insurgenzia –  durante un blitz contro degli ambulanti a Roma, un cittadino senegalese, Nian Maguette, è rimasto ucciso. Il clima che si respira non è dei migliori, c’è una spietata propaganda xenofoba che va combattuta”. “Non possiamo permettere  – continuano gli attivisti – che questo clima intollerante e assassino ci venga imposto nelle nostre città. Vogliamo giustizia per Nian”.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Pensionati, da Napoli si parte per ottenere dignità e diritti

Tags: , ,

Pensionati, da Napoli si parte per ottenere dignità e diritti


NAPOLI – I pensionati di Spi- Cgil, Fnp- Cisl e Uilp- Uil aderiscono alla manifestazione nazionale del 19 maggio a Roma per rivendicare diritti e dignità dei pensionati e per richiamare l’attenzione della politica sulle difficili condizioni in cui vive la popolazione anziana in Campania. Pertanto Martedì 17 Maggio alle ore 10.30 presso la sede dei pensionati della Cisl in via Depretis 102 si terrà la conferenza stampa alla presenza dei segretari generali regionali di Spi-Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil, rispettivamente Antonella Pezzullo, Giuseppe Gargiulo e Massimo Sabatino.

Pensionati Spi-CgilDalla Campania saranno quasi 5.000 i pensionati che si muoveranno alla volta della Capitale per chiedere a Governo e Parlamento il rispetto di quei diritti che fino ad ora sono stati negati: difesa delle pensioni di reversibilità; tutela del potere d’acquisto delle pensioni; recupero del danno prodotto dal blocco della rivalutazione; separazione tra previdenza e assistenza; uguali detrazioni fiscali per lavoratori dipendenti e pensionati; estensione degli 80 euro alle pensioni più basse; modifica delle legge Fornero per facilitare la flessibilità in uscita e permettere l’entrata dei giovani nel mondo del lavoro; maggiori risorse per l’invecchiamento della popolazione e una legge quadro per la non autosufficienza.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Giustizia per Davide Bifulco, carovana di persone parte dal Rione Traiano

Tags: , , , ,

Giustizia per Davide Bifulco, carovana di persone parte dal Rione Traiano


NAPOLI – Una  carovana, composta da tantissima gente,  è partita stamattina dal Rione Traiano di Napoli alla volta del Tribunale della città dove oggi si tiene una udienza del processo sulla morte di Davide Bifolco, ucciso a 16 anni da un colpo di pistola sparato da un carabiniere durante un inseguimento avvenuto nel settembre del 2014.

Manifestazione Davide Bifulco“Il pullman è stato affittato per consentire a tante persone, giovani e donne del rione, di recarsi davanti al tribunale e chiedere giustizia e verità per Davide”, dice Gianluca Muro, zio di Davide. “Noi del rione Traiano – continua Muro – viviamo in quella che il governo ha definito una ‘zona rossa’, circondati da forze dell’ordine: sembra di vivere a Baghdad”.

Share

Posted in CronacaComments (0)

[Video] Napoli, giù le mani da San Gennaro

Tags: ,

[Video] Napoli, giù le mani da San Gennaro


(Servizio: Carlo Maria Alfarano)
VIDEO/ La mobilitazione dei napoletani contro la decisione del Ministro dell’Interno Alfano d’inserire all’interno della Deputazione di San Gennaro alcuni deputati di nomina ecclesiastica, che minerebbero la tradizione laica dell’antica istituzione.
Share

Posted in Cronaca, MultimediaComments (0)

L’Islam manifesta per Parigi aderisce a Roma

Tags: , ,

L’Islam manifesta per Parigi aderisce a Roma


ROMA – La Confederazione islamica italiana (Cii) ha annunciato la sua partecipazione alla manifestazione promossa dal Centro islamico culturale d’Italia, nota come la Grande moschea di Roma, e a cui hanno aderito diverse sigle dell’associazionismo islamico italiano alle 15 di sabato prossimo a Roma, in piazza Santi Apostoli, per rispondere ai tragici eventi di Parigi. “Parteciperemo a questa iniziativa per ribadire il nostro no categorico a qualsiasi forma di violenza, aggressione e terrorismo – si legge nella nota a firma del segretario Abdullah Cozzolino – e per dimostrare la nostra vicinanza al popolo francese e porgere le nostre condoglianze ai familiari delle vittime e per evitare che si faccia di tutta un’erba un fascio accusando per i fatti accaduti a Parigi un’intera comunità musulmana costituita da un miliardo e mezzo di persone”.

Islam, Jesuis CharlieLa Confederazione islamica ha aggiunto che “noi siamo musulmani pacifici convinti della necessità di trovare un’unità per fronteggiare questa aggressione che lede noi musulmani e di mostrare in questo modo il nostro senso di cittadinanza e di partecipazione per la costruzione di una vita futura pacifica e di convivenza”. La Cii parteciperà alla manifestazione di Roma con tutte le proprie federazioni regionali perché “vogliamo testimoniare davanti alla società civile e alle istituzioni che quanto è accaduto non è in mio nome”.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Comieco, continua la campagna di sensibilizzazione al riciclo

Tags: , , ,

Comieco, continua la campagna di sensibilizzazione al riciclo


NAPOLI – Comieco: Sensibilizzaziamo adulti e bambini al riciclo. Il save the date per l’inaugurazione del PalaComieco in Piazza Dante a Napoli Dopo Milano e Cuneo, questa è la terza tappa del tour autunnale 2015 del PalaComieco, la struttura itinerante di Comieco (Consorzio nazionale per il recupero e riciclo degli imballaggi cellulosici) per sensibilizzare adulti e bambini di tutta Italia sul ciclo del riciclo di carta e cartone e sull’importanza di una corretta raccolta differenziata.

Comieco, riciclo, differenziata

Manifestazione Comieco in Piazza Dante

Share

Posted in CronacaComments (0)

Studenti in piazza contro la riforma della scuola

Tags: , , ,

Studenti in piazza contro la riforma della scuola


NAPOLI – Cinque cortei in Campania per protestare contro la riforma della scuola questa mattina. Gli studenti sfilano a Benevento, Salerno, Avellino, Nocera
inferiore e Napoli.

Manifestazione a NapoliNel capoluogo campano oltre duemila i ragazzi concentrati a piazza Garibaldi, area dalla quale ha preso vita la manifestazione; il corteo ha sfilato lungo corso Umberto e via Foria in direzione di piazza Sanita’, ma all’altezza di piazza del Gesu’ si e’ diviso a meta’, e un migliaio circa, soprattutto aderenti ai collettivi autorganizzati, si sono diretti verso piazza Matteotti, area su cui insiste la Questura. Qui sono stati esplosi petardi, uno dei quali ha colpito un’auto delle polizia, e accesi fumogeni.

Share

Posted in CronacaComments (0)

E i tirocinanti precari celebrano il funerale della Giustizia

Tags: , , , ,

E i tirocinanti precari celebrano il funerale della Giustizia


NAPOLI (di Attilio Iannuzzo – Il Mattino) – Scade il prossimo 30 aprile il contratto dei tirocinanti della giustizia al quale però non seguirà nessun rinnovo. Sono 3000 i «precari della giustizia» in tutta Italia e 300 in Campania che lavorano a supporto delle attività di cancelleria e degli uffici giudiziari.

Manifesti funebri per la GiustiziaIeri molti di loro si sono ritrovati davanti al palazzo di giustizia al Centro direzionale per celebrare una sorta di funerale della giustizia con tanto di lumini e manifesti funebri. «Abbiamo chiesto di continuare il nostro percorso formativo – spiega il portavoce dei precari Antonio Cavallaro – ma soprattutto un impegno dell’amministrazione, tale da garantire il passaggio dallo status di tirocinante a quello di lavoratore, un riconoscimento dovuto in quanto lavoriamo in questo settore dal 2012».

Contratti rinnovati di anno in anno in modo precario, nonostante la legge vieti espressamente la durata del tirocinio oltre i 6 mesi senza un cambio di status contrattuale. Il primo maggio i precari si incontreranno a Roma per manifestare davanti al ministero della Giustizia e per rivendicare la continuazione del loro percorso lavorativo. «Ci sembra inverosimile – continua Cavallaro – riscontrare una carenza di 9mila unità nell’organico degli uffici giudiziari a cui si aggiungono altre 3mila risorse che tornano a casa dopo essere state formate». Per «L’Unione Precari della Giustizia»restai nspiegabile il mancato rinnovo contrattuale e soprattutto il disinteresse della politica sulla vicenda. «Siamo passati dagli Enti locali – insiste Cavallaro – alle dipendenze del ministero della Giustizia, nonostante a tutti gli effetti lavoratori precari e solo sulla carta tirocinanti». La richiesta non è il mero rinnovo del tirocinio ma l’impegno politico-istituzionale affinché si attui, con un provvedimento, la trasformazione del rapporto di lavoro in un contratto a tempo determinato visto che, tra l’altro, gli ammortizzatori sociali sono terminati.

L’Unione precari giudiziari non cede e non rallenta sulla vertenza,gli aderenti al movimento si dicono «pronti a tutto» e scendono in piazza in quanto «dopo vent’anni di mancati concorsi bisogna individuare qual è la reale volontà politica sul fronte giustizia».

Share

Posted in CronacaComments (0)

Sos latte, Coldiretti si mobilita in tutta Italia Maximungitura in piazza anche a Napoli

Tags: , , , ,

Sos latte, Coldiretti si mobilita in tutta Italia Maximungitura in piazza anche a Napoli


NAPOLI (di Attilio Iannuzzo – Il Mattino) – Gli allevatori campani scendono in piazza per tutelare l’agricoltura ed il latte italiano. Una manifestazione nazionale che si è tenuta nelle principali piazze italiane.

Coldiretti in Piazza DanteA Napoli la Condiretti ha organizzato in piazza Dante un’azione dimostrativa della lavorazione del latte con gli allevatori che hanno munto le mucche e distribuito il latte gratuitamente ai cittadini, volendo certificare qualità e bontà dei loro prodotti. Una vera e propria ambientazione di uno spazio rurale con tanto di stalla con bovini e bufale per la mungitura facendo vivere ai cittadini un “giorno da allevatore. “A rischio – spiega il vice presidente nazionale e presidente regionale di Coldiretti, Gennarino Masiello – ci sono migliaia di imprese, tutta la filiera, la genuinità e la sicurezza del prodotto dei nostri allevamenti e la salvaguardia ambientale e noi scendiamo in campo per combattere la mancanza di trasparenza nella vendita e sostenere il reddito degli allevatori insieme ad acquisti di latte e formaggi di qualità per i consumatori. Intendiamo fare chiarezza – aggiunge – e creare le condizioni di riconoscibilità della produzione delle nostre aziende che hanno scelto la strada della responsabilità e della qualità e di quella importata e italianizzata”. Anche il Ministro per le politiche agricole Andre Olivero si è detto “Pronto a convocare un tavolo di tutta la filiera lattiero-caseario a Roma il prossimo 11 febbraio” ed ha aggiunto: “A quel tavolo cercheremo di lavorare per trovare una unità di tutta la filiera andando a incentivare l’unione tra mondo della produzione e della trasformazione”. Nel quadro di una importazione crescente in Italia di latte equivalente giunto a 86.581.000 quintali l’anno, in Campania ne arrivano 6.000.000 di quintali a fronte di una produzione regionale di 2.100.000 quintali. Un valore sottratto annualmente al sistema zootecnico ed economico campano quantificabile in circa 300 milioni di euro e in una mancata occupazione di 8000 unità. Una situazione insostenibile che dal 2007 ad oggi ha visto passare il numero delle stalle italiane da 45.277 a 36. 307 e quelle campane da 4.490 a 2.989. Le stalle campane che hanno chiuso i battenti sono state 1.501 con la più alta percentuale di decremento (-33%) nazionale.

Share

Posted in EconomiaComments (0)