Tag Archive | "elezioni"

Elezioni Città Metropolitana, Passariello: “Serve una lista unitaria”

Tags: , ,

Elezioni Città Metropolitana, Passariello: “Serve una lista unitaria”


NAPOLI – “Sono convinto che un eventuale lista unica che possa aggregare e riunire le forze di centrodestra per le elezioni alla città metropolitana, possa rappresentare un elemento nuovo di riflessione comune nel centro destra”. Così il consigliere regionale campano di FdI-An , Luciano Passariello, lancia la proposta di costituire una lista unica di centro destra per le elezioni della Città metropolitana di Napoli. Si preparano dunque i partiti per il 9 ottobre, data fissata per le elezioni indirette alla Città Metropolitana.

luciano-passarielloL’idea è quella di creare un fronte unico e rafforzare un’opposizione nei confronti del sindaco di Napoli e della Città metropolitana, Luigi de Magistris. In attesa della riunione di partito, non sembrano sposare io progetto gli esponenti di Forza Italia: “In questa fase sarebbe un errore – ha tuonato Severino Nappi, responsabile Nazionale Politiche per il Sud di Forza Italia e Vicecoordinatore Forza Italia Campania con delega alle amministrazioni locali. – sarebbe solo un insieme di individualità. Va costruito un progetto, anzi, dal punto di vista del modello elettorale non alcun significato”. Differente la posizione di Marco Nonno, consigliere comunale eletto con Prima Napoli di Gianni Lettieri, candidato a sindaco e battuto al ballottaggio da de Magistris, che sta lavorando ad una lista per il Consiglio di piazza Matteotti, ma che ha lanciato un appello alla parlamentare e consigliera comunale di FI, Mara Carfagna: “Sarebbe interessante creare un progetto, unire gli interessi di tutti e costituire un laboratorio politico del centrodestra così da creare un modello a livello nazionale”.

Share

Posted in PoliticaComments (0)

Saviano: “Renzi dica di non votare Lettieri”

Tags: ,

Saviano: “Renzi dica di non votare Lettieri”


ROMA – “Perché’ a Napoli Renzi vuole commissariare il Pd solo ora? Perché’ non ha messo in prima linea quelle giovani risorse che Napoli ha, che da anni amministrano il territorio e a cui mai viene dato spazio e fiducia? Non lo ha fatto perché’ avrebbero perso? Perché’ non avrebbero potuto disporre di pacchetti di voti? Ma il Pd non ha forse perso lo stesso? E non lo ha fatto nella maniera peggiore? Vale la pena perdere se si perde con coraggio, innovando”. Lo scrive su facebook Roberto Saviano.

roberto_saviano“Ma cosi’- attacca Saviano- e’ atto vile e il rompete le righe di Renzi, oggi, significa questo: votate Lettieri e fermate De Magistris. E significa anche: lo farete, su mia indicazione, ma poi nulla di tutto questo potra’ essere imputato a me”. Domande che Saviano ripete via twitter: “Perche’ a Napoli Renzi vuole commissariare il Pd solo ora? E perché’ ha deciso di perdere nella maniera piu’ vile?”. Sul suo profilo facebook posta anche l’articolo pubblicato su ‘Repubblica’ in cui analizza il voto a Napoli. Analisi che Saviano chiude cosi’: “Il segretario del Pd dica ai napoletani che adesso non si puo’ votare per Lettieri. Dica che e’ stato un errore allearsi con Ala. Prenda posizione. Sappia indicare pochi e decisivi punti su cui cambiare il territorio. A cominciare dai criteri per la selezione di una vera classe dirigente e lasciando perdere le mogli, i figli e i fratelli di chi ha fallito. Lo faccia – e lo faccia presto. Si’, fate presto: se potete”.

Share

Posted in PoliticaComments (0)

Scheda elettorale, le liste sono 41

Tags: ,

Scheda elettorale, le liste sono 41


NAPOLI – Sì all’autentica delle firme da pubblici ufficiali residenti fuori Napoli, no ai ritardi nella presentazione o al mancato apparentamento. Questo il discrimine applicato dal Consiglio di Stato sui ricorsi elettorali piovuti contro le esclusioni sentenziate dal Tar Campania. Sulla scia della decisione presa dai giudici del secondo e ultimo grado di giustizia amministrativa per il candidato sindaco di Roma Stefano Fassina, sono state fatte fuori al Comune due liste di De Magistris – Solo Napoli che fa capo al vicesindaco Raffaele del Giudice e Per Napoli di Gaetano La Nave vicino a Umberto Ranieri mentre sono state salvate le formazioni che si erano viste rigettate in primo grado per la storia delle firme, come Mo-Unione mediterranea, Partito del Sud e i 12 candidati di Bene comune con de Magistris.

La Dc che sosteneva Lettieri è stata esclusa per la somiglianza del simbolo a quello dell’Udc; Valente ha perso Lega Sud Ausonia, ma recuperato Pri-Pli. Meno effetti dalla mannaia del Consiglio di Stato sulle Municipalità: tornano in pista il Pd alla VI (San Giovanni-Barra) e alla X (Fuorigrotta-Bagnoli), l’Udc alla V (Vomero-Arenella), De Magistris sindaco a III-IV-VIII, Bene comune a II-V-IX, Solo Napoli ovunque, M5S in III e X. Fuori in tutte e dieci Municipalità Ce simme sfasteriati della coalizione arancione, Bene comune a IV, La città con de Magistris in II e X e I Cittadini alla settima. Rigettato il ricorso di Raffaele Bruno del Mis sono ufficialmente dieci i candidato a sindaco: Luigi de Magistris (de Magistris sindaco, Dema, Repubblicani, Verdi, Napoli in Comune, Bene comune con de Magistris, Idv, La città con de Magistris, Meridionalisti Napoli Capitale, Partito del Sud, Ce simme sfasteriate); Gianni Lettieri (Forza Italia, Prima Napoli, Giovani in corsa, Rivoluzione cristiana, Impresa Comune, Italia 20.50-Napoli concreta, Costruzione e Stato, Pensionati d’Europa, Napoli Capitale); Matteo Brambilla per M5S; Valeria Valente (Pd, Elaboratorio nazionale, Moderati con Valente, Psi, Ala, Centro Democratico, Valente Sindaco, Udc, Napoli popolare, Cittadini per Napoli, Pri-Pli); Marcello Taglialatela con Fratelli d’Italia e Napoli Terra nostra; Luigi Mercogliano (Popolo della Famiglia); Martina Alboreto (Fratelli del popolo italiano); Domenico Esposito (Qualità della vita per Napoli); Nunzia Amura (Partito comunista italiano) e Paolo Prudente (Partito comunista dei lavoratori).

Elezioni Comunali«Spiace che per un cavillo formale dobbiamo rinunciare alla candidatura di un grandissimo vicesindaco come Del Giudice e dobbiamo avere candidature di personaggi impresentabili in Ala di Verdini», ha commentato il primo cittadino che poi si è chiesto provocatoriamente se «la giustizia vada sempre di pari passo con la legalità formale». Entusiasta Valente per la riammissione dem nelle roccaforti rosse. «Così come non abbiamo nascosto le difficoltà e abbiamo commentato con severità l’esclusione, oggi parliamo di ripartenza piena della campagna elettorale». Non si abbatte Ce simme sfasteriate: «Traghettiamo i consensi sulla lista al Comune che si sta ulteriormente rafforzando grazie alla delusione degli esclusi dei parlamentini», ha detto il presidente del movimento Vincenzo Caniglia. Melinda Di Matteo, coordinatrice Bene Comune con de Magistris ha giudicato la sentenza «una bella lezione di democrazia». Alessandro Biamonte, avvocato difensore dei fassiniani ha aggiunto: «Il Consiglio di Stato ha affermato il principio di prevalenza della sostanza sulla forma, ribadendo l’importanza della massima partecipazione».

In merito alla ricusazione del dodicesimo candidato escluso al Consiglio Roberto Donadio, ha annunciato che il Tar ieri lo ha riammesso. La Nave ha rimarcato che «il Consiglio di Stato non si è potuto pronunciare, non avendonecompetenza, sulle disfunzioni organizzative a Soccavo» e che ora «La Rete Civica Per Napoli non farà mancare il proprio contributo organizzativo, politico e programmatico necessario alla rielezione di de Magistris, non siamo un estemporaneo artificio elettorale». Da registrare tra le reazioni polemiche quella di Raffaele Ambrosino che ha sbottato contro i dirigenti locali di Scelta Civica per l’esclusione alla settima municipalità: «Secondigliano, Miano e San Pietro a Patierno erano il cuore pulsante di Scelta civica, municipalità di residenza del coordinatore regionale Palladino e del coordinatore cittadino Bocchetti. I responsabili dovrebbero trarre le conseguenze e rassegnare le dimissioni».

Share

Posted in Cronaca, PoliticaComments (0)

[Audio] De Magistris: “Lettieri ha intavolato una campagna elettorale dove dice il falso”

Tags: , ,

[Audio] De Magistris: “Lettieri ha intavolato una campagna elettorale dove dice il falso”


NAPOLI – Il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris è intervenuto a Radio Crc: “Arrivando alla fine del mio mandato posso dire che la fotografia di Napoli, per come è vista nel mondo, in questi 5 anni è cambiata. Prima c’era l’emergenza rifiuti e lo scarso appeal internazionale.

Luigi De MagistrisOggi è la città che in Italia è cresciuta di più dal punto di vista turistico e delle manifestazioni culturali. Non si è trasformata nel paradiso terrestre, perché c’è ancora disoccupazione e crisi economica, ma non è più la capitale immorale della collusione e del malgoverno. Anzi, ha rappresentato un’esperienza di governo diversa da tutto il resto d’Italia. Ma c’è ancora tanto da fare ed è per questo che abbiamo scelto di ricandidarci”.

 

 

Intervista in audio a Radio Crc Targato Italia

Share

Posted in PoliticaComments (0)

Fico(M5S): “Abbiamo perso voti ma siamo più forti

Tags: , , ,

Fico(M5S): “Abbiamo perso voti ma siamo più forti


ROMA – “Il calo dei voti rispetto alle politiche e alle europee? Sono paragoni errati. Chi ha davvero avuto emorragia di voti Š il Pd. Noi siamo in crescita, il Pd Š in perdita anche rispetto alle scorse regionali”.

Robeto FicoLo afferma Roberto Fico, deputato del M5s e presidente della commissione di Vigilanza sulla Rai, in un’intervista alla Repubblica. Fico cita l’esempio della Campania: “Eravamo in pochissimi consigli comunali, a Napoli in un solo municipio. Ora siamo in Regione, c’è un importante ballottaggio a Quarto. E’ qualcosa di eccezionale”. L’esponente di Cinque Stelle esclude che il direttorio del Movimento sia preoccupato dei numeri: “Non lo siamo affatto e per un motivo oggettivo. In 7 regioni prima non c’eravamo e ora abbiamo 27 nuovi consiglieri, che significa iniziare un lavoro programmatico, sui nostri temi, di trasparenza”.

Share

Posted in PoliticaComments (0)

Aprire un dibattito su Legge Severino, il Pd chiede aiuto al Parlamento

Tags: , , , ,

Aprire un dibattito su Legge Severino, il Pd chiede aiuto al Parlamento


NAPOLI – “Più avanti la politica dovrà riflettere sul tema” della legge Severino.  

Lorenzo Guerini,  Vicesegretario del PdLo dichiara il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini, a Napoli per un incontro organizzato dal partito. “C’è una legge decisa dal Parlamento in una fase particolare del nostro Paese e in cui c’è qualche elemento su cui varrebbe la pena soffermarsi a riflettere – ha aggiunto Guerini – sulla Severino si è aperto un dibattito in questi mesi, ci sono stati pronunciamenti. Credo quindi che chi sarà chiamato a intervenire su eventuali ricorsi dovrà lavorare, ma poi più avanti la politica dovrà riflettere sul tema”.

Share

Posted in PoliticaComments (0)

I candidati di Fratelli d’Italia tappezzano le città di manifesti abusivi

Tags: , , ,

I candidati di Fratelli d’Italia tappezzano le città di manifesti abusivi


NAPOLI – “Più che Fratelli d’Italia dovremmo chiamarli oramai ABUSIVI D’ITALIA! Tutti i loro candidati alle regionali – denunciano Francesco Emilio Borrelli dei Verdi e Gianni Simioli della radiazza – stanno affiggendo negli ultimi giorni in modo selvaggio e abusivo i manifesti elettorali a Napoli e provincia senza alcun rispetto per i territori.

fratelli d'Italia, manifesti abusiviAnche le campane per la raccolta dei rifiuti differenziati sono prese di mira da questi esperti vandali della politica. Come potranno essere credibili e di esempio determinate forze politiche quando sono le prime a dare il cattivo esempio e a infrangere senza ritegno le regole e le leggi? Ci auguriamo che i candidati di questa lista come chiunque affiggerà il materiale elettorale in modo illegale e selvaggio siano sanzionati con grande durezza e senza sanatorie”.

Share

Posted in PoliticaComments (0)

Sel ribadisce il no a De Luca ma è ancora caccia al candidato

Tags: , ,

Sel ribadisce il no a De Luca ma è ancora caccia al candidato


NAPOLI (di Attilio Iannuzzo –  Il Mattino) Sinistra Ecologia e Libertà si concede ancora qualche giorno di riflessione per annunciare il candidato alle prossime elezioni regionali, con l’intenzione di indicare una valida alternativa agli schieramenti che sostengono Vincenzo De Luca e Stefano Caldoro.

“Abbiamo avviato una ricerca – assicura il capogruppo alla Camera di Sel Arturo Scotto che intercetta il mondo dell’accademia, del sindacato, delle professioni e dell’impresa; c’è soprattutto l’idea di costruire un centrosinistra alternativo partendo da un programma che affronti la questione dell’emergenza umanitaria in questa regione, che è il reddito e il lavoro”. Tramonta del tutto la possibilità di un’alleanza con il Pd per un blocco unico in alternativa al centrodestra di Caldoro. “Con De Luca non ci sono le condizioni per un accordo – aggiunge Scotto – è un azzardo andare alle elezioni con il rischio di creare uno stallo istituzionale”.

Salvatore VozzaE’ polemica anche sul continuo rinvio di settimana in settimana della data delle elezioni regionali, indette il prossimo 31 maggio dal Presidente del Consiglio Renzi, in quanto secondo Scotto “tutto ciò reca un grande danno alla vita amministrativa degli Enti e della vita dei cittadini, ed aggiunge: “Sembra quasi una riedizione del vecchio motto: andate al mare invece di andare a votare”. Un importante momento di discussione inizia proprio oggi, e termina domani, con la prima assemblea nazionale degli amministratori e degli eletti di Sel, che si ritrovano a Caserta per l’iniziativa “Human factor” in cui si discuterà di welfare, cultura, clima, ambiente, beni comuni e società partecipate, un’occasione dunque per intercettare le tante esperienze che vengono dal territorio. Salvatore Vozza, coordinatore regionale di Sel, nutre serie preoccupazioni per lo stallo politico che si potrebbe creare alla prossima tornata elettorale sull’eventuale elezione di Vincenzo De Luca in quanto “non si tratta di ostilità personale – spiega – ma non ce la sentiamo di giocare con la Campania; in veste di partito di sinistra stiamo facendo una battaglia non semplice, per noi sarebbe stato più facile metterci nella scia del Partito Democratico e andare avanti ottenendo le nostre rappresentanze , ma crediamo che si possa fare meglio e di più”.

Anche Mario Coppeto, Presidente della quinta municipalità, crede che il Pd stia imboccando un vicolo cieco, in quanto è mancato in esso quel rinnovamento rivendicato e ci si è trovati oggi in queste condizioni di frammentazione a sinistra: “Avevamo detto da settembre scorso – afferma Coppeto – che legittimamente il Pd doveva mettersi alla testa di un progetto per il cambiamento della regione, ma così non è stato; nessun cittadino si è mai accorto che il Pd sia stato di opposizione a Caldoro, anzi, talvolta cogestioni, ma noi oggi abbiamo bisogno di ben altro in Campania”. Insomma, anche per Coppeto non si può affidare la sorte alle decisioni del Tar per governare la Campania, “Con la legge Severino – insiste– l’eventuale elezione di De Luca sarà chiaramente fermata”. Per i dirigenti di Sel il dibattito resta ancora aperto :“La settimana prossima – conclude Coppeto – sarà una settimana decisiva”.

Share

Posted in PoliticaComments (0)

Da Sel al Prc nasce l’alleanza di sinistra: “Nino Daniele è il nostro candidato”

Tags: , , , ,

Da Sel al Prc nasce l’alleanza di sinistra: “Nino Daniele è il nostro candidato”


NAPOLI – ll lavoro, le posizioni, le proposte programmatiche che in questi mesi come forze civiche e di sinistra abbiamo messo in campo, insieme con
quelle di altre esperienze, rappresentano oggi un patrimonio per quanti vogliono mandare a casa Caldoro.

Nino DanieleSiamo critici per il modo con cui è stata condotta l’opposizione in questi anni ed esterefatti per il teatrino delle primarie messo in piedi dal Pd; lo dimostrano le stesse prese di posizione di esponenti autorevoli di quel partito e il ritiro dalla competizione di qualche candidato.

Abbiamo praticato e percorso un progetto autonomo e per questo scegliamo di costruire una coalizione aperta che si ponga il tema di raccogliere le esperienze che sono maturate nei territori, nei luoghi di lavoro, tra i giovani, nel mondo del volontariato e dell’associazionismo, nelle forze sindacali, tra le realtà democratiche e i cittadini.

Abbiamo ragionato in modo aperto del profilo che meglio potrebbero guidare questa coalizione che si propone come una coalizione di
cambiamento e di governo per Costruire la nuova Campania: in primo luogo sui temi della legalità, del lavoro, delle politiche industriali, dei beni comuni, dell’ambiente, della sanità, dei trasporti, in sintesi, della buona amministrazione.

Si è aperta una nuova fase: con le autonome dichiarazioni del Sindaco di queste ore che vanno nella direzione di non coinvolgere l’istituzione comunale nella disputa elettorale e con le dichiarazioni di consenso, che si sono manifestate su uno dei nomi in discussione, quello di Nino Daniele, si sono creati spazi e possibilità per aggregare forze e consensi ancora più ampi.

L’esperienza e il progetto percorso hanno l’ambizione e la potenzialità di aprire una nuova stagione ed è per questo che rivolgiamo l’appello a tutti e a tutte ad impegnarsi per allargare ulteriormente questo spazio nuovo e chiediamo allo stesso Nino Daniele di dare la sua disponibilità e di lavorare insieme con noi per continuare questa ricerca ampia, al di là dei ruoli che si
ricopriranno.

Share

Posted in PoliticaComments (0)

Movimento cinque stelle, a Giugliano nessun “Portavoce”

Tags: , , , ,

Movimento cinque stelle, a Giugliano nessun “Portavoce”


NAPOLI – Per chi conosce le regole del Movimento questo chiarimento non è neanche dovuto, ma considerato che alcuni giornali parlano ancora di Ascione come portavoce è bene chiarire che a Giugliano non c’è nessun portavoce. Le regole del Movimento 5 stelle stabiliscono che in periodo preelettorale venga eletto un portavoce che assume la funzione di candidato sindaco e questa funzione decade se non viene eletto. 

Movimento 5 stelleQuindi considerato che a Giugliano le elezioni sono saltate, per il commissariamento, anche il mandato che fu a suo tempo affidato ad Ascione, è decaduto. Quindi Ascione non può in nessun caso appropriarsi di questo titolo, ed usarlo in modo improprio, quando ci saranno le elezioni comunali si provvederà alla elezione di un portavaoce. Recentemente, su invito di Salvatore Micillo, è stato eletto come organizzatore (organizer) Salvatore Pezzella a larga maggioranza, che ha compiti di gestire i gruppi Facebook e meetup dividendo con Luigi Bombace questo compito per la durata di sei mesi. Oltre questo, è stato eletto un gruppo comunicazioni, che cura l’informazione nel movimento e relaziona con la stampa. Altre fonti di informazioni se non di viva voce di Salvatore Micillo devono essere considerate illegittime e passibili di denuncia.

Share

Posted in CronacaComments (0)



Seguici su FaceBook