Tag Archive | "degrado"

L’asse mediano invaso dai rifiuti, la denuncia dei Verdi

Tags: , ,

L’asse mediano invaso dai rifiuti, la denuncia dei Verdi


NAPOLI – “L’asse mediano, per lunghi tratti, soprattutto nel territorio di Melito e in quello di Afragola e Acerra, continua a essere il luogo preferito da incivili e vandali che gettano rifiuti di ogni tipo, anche pericolosi, ai bordi della strada o nelle aree di sosta e parcheggio”.

rifiuti-asse-medianoA denunciarlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, per il quale “serve un controllo straordinario, magari utilizzando in maniera proficua l’esercito che potrebbe percorrere, in lungo e in largo, la superstrada per scoraggiare quanti la usano come una discarica”. “Sarebbe opportuno anche predisporre una videosorveglianza” ha aggiunto Borrelli per il quale “però, finché non ci sarà maggiore attenzione da parte di tutti i cittadini, difficilmente potremo vincere la battaglia contro i delinquenti che inquinano le nostre strade, rendendole anche pericolose per la circolazione”. “Basta chiamare le forze dell’ordine quando si avvista qualcuno che sta gettando rifiuti per strada” ha concluso Borrelli per il quale “bisogna imparare che vivere in città più pulite è un diritto di tutti noi, ma bisogna anche essere pronti a difenderlo”.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Porta Capuana, segnaletica devastata: “Intervenga l’Amministrazione”

Tags: , ,

Porta Capuana, segnaletica devastata: “Intervenga l’Amministrazione”


Segnaletica abbandonata a Porta CapuanaNAPOLI – Porta Capuana, lo stato di degrado avanza. I residenti reclamano la segnaletica abbattuta e abbandonata nei giardini della piazza. “L’amministrazione deve intervenire – reclamano i commercianti della zona, dopo lo sfratto del mercato abusivo, pensavamo ad una svolta, ma restiamo immersi nel degrado, intervenga l’amministrazione”.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Istituto Sarria a San Giovanni, oggi una discarica e rifugio di tossicodipendenti

Tags: , , ,

Istituto Sarria a San Giovanni, oggi una discarica e rifugio di tossicodipendenti


NAPOLI – L’istituto Sarria è una struttura comunale ed una ex scuola di infanzia abbandonata. Oggi preda del vandalismo e tossicodipendenti. “Questo è lo stato di abbandono che viviamo in via villa San Giovanni a Teduccio – dichiara Il pastore evangelico Antonio Izzo – oggi discarica a cielo aperto e rifugio di barboni e tossicodipendenti. Un giorno feci richiesta per creare una struttura utile nel sociale per il bene del quartiere ma lo staff comunale preferì non intervenire e la situazione è degenerata sempre di più”.

Istituto Sarria, degradoLa denuncia della comunità pastorale si unisce al grido di protesta dei residenti che chiedono un intervento, in quanto la struttura, di proprietà comunale potrebbe avere un utilizzo sociale importante in un quartiere difficile come San Giovanni.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Flash mob contro il degrado a Scampia, “chiediamo dignità”

Tags: , ,

Flash mob contro il degrado a Scampia, “chiediamo dignità”


NAPOLI – Si terrà domani il flash mob contro il degrado della linea 1 di Scampia. Ad organizzarlo è l’assemblea popolare di cittadini e residenti. Una richiesta rivolta al Presidente della Regione Campania e all’EAV – ente gestore della mobilità in Campania – di sblocco immediato dei lavori di completamento della Stazione della Metropolitana Linea 1 lato Scampia che versa in uno stato di degrado vergognoso e che è un’offesa grave alla dignità dei cittadini e del territorio di Scampia. “Non si può avere sullo stesso circuito della Linea 1 una delle stazioni più belle al mondo (Toledo) e una delle più degradate (Scampia)”, si legge nella nota.

Scampia, linea 1“Ne va del decoro della stessa città di Napoli e dei suoi abitanti. Il Presidente della Regione De Luca, durante la sua campagna elettorale, promise solennemente ai cittadini di Scampia che nei primi cento giorni del suo mandato avrebbe sbloccato i lavori. Nulla di tutto ciò è avvenuto per cui, ancora una volta, ci troviamo di fronte alle solite e vuote promesse elettorali”, continua la nota. Alla luce di questo stallo insopportabile, l’Assemblea Popolare propone al Presidente De Luca l’apertura di un tavolo che veda la presenza dell’EAV, del Comune di Napoli, della Municipalità e di una delegazione di abitanti, per affrontare in modo definitivo e risolutivo la questione.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Metropolitana Linea1, Scampia-Piscinola è nel degrado

Tags: , , ,

Metropolitana Linea1, Scampia-Piscinola è nel degrado


 

NAPOLI – La stazione della Metro di Piscinola è nel degrado. La denuncia parte da alcuni residenti, membri di un comitato che pone l’accento su una condizione di invivibilità evidente, a partire dal trasporto urbano.

Metro Scampia Piscinola

Metro Scampia Piscinola

“Alcune foto possono essere eloquenti – dichiara un residente di Scampia, membro di un comitato – ma chi come me usa la metro tutti i giorni è davvero degradante e mortificante vivere in una città gestita in questo modo”. Per il Comitato “La metropolitana più bella d’Europa dovrebbe avere, in una stazione periferica e da rilanciare come quella di Scampia/Piscinola, il suo fiore all’occhiello; Sfido chiunque a percepire in questo lerciume un minimo di decoro, igiene e sicurezza che dovrebbero rappresentare il minimo per un cittadino che sempre più onerosamente si accinge ad utilizzare il servizio di trasporto pubblico a Napoli”.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Bonifica alla salita Scudillo, dopo 20 anni

Tags: , ,

Bonifica alla salita Scudillo, dopo 20 anni


 

NAPOLI – E’ intervenuta la polizia ambientale insieme con gli agenti di polizia locale per bonificare l’area dello Scudillo.

Degrado allo ScudilloE’ stata portata a termine l’opera di una vasta della zona che, chiusa al traffico veicolare da circa vent’anni ,era diventata oggetto di continui versamenti e abbandoni incontrollati di rifiuti di ogni genere anche pericolosi. La bonifica ha interessato tutto il manto stradale, sottostante al viadotto della Tangenziale, e parte della fitta vegetazione che lo circonda. L’installazione di un recinto in ferro e di un dispositivo di videosorveglianza dovrebbe evitare ulteriori abbandoni di rifiuti.

 

Share

Posted in CronacaComments (0)

Piazza Mercato lasciata in balia di abusivi, delinquenti e baby gang

Tags: ,

Piazza Mercato lasciata in balia di abusivi, delinquenti e baby gang


NAPOLI – “Anche quest’anno piazza Mercato è stata la piazza dei napoletani nella notte della Befana, che è stata letteralmente invasa da migliaia di persone, ma, purtroppo, anche quest’anno la piazza è stata ostaggio dei soliti abusivi, di qualche baby gang che passava con i motorini tra la folla e infastidiva le persone e del degrado con tanti cumuli di spazzatura e addirittura un’auto completamente bruciata e abbandonata lì”.

Piazza mercatoA denunciarlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e il conduttore de La radiazza, Gianni Simioli, sottolineando “la presenza di tanti parcheggiatori abusivi che imponevano un vero e proprio pizzo, fino a 5 €uro, per poter parcheggiare a ridosso della piazza, su via Marina”.

“E’ assurdo poi che, pur sapendo quanta gente sarebbe andata a piazza Mercato non fossero presenti né gli agenti della polizia municipale né altri rappresentanti delle forze dell’ordine” hanno aggiunto Borrelli e Simioli per i quali “sembrava quasi che lo Stato avesse deciso di abdicare e lasciare la piazza alla gestione di abusivi e delinquenti anche nella notte della Befana, come, d’altronde, accade già in tutto il resto dell’anno”.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Chiese di Napoli in “Comodato d’uso”, ma restano abbandonate

Tags: , , , ,

Chiese di Napoli in “Comodato d’uso”, ma restano abbandonate


San Cosma e Damiano

Chiesa di San Cosma e Damiano

NAPOLI – “La denuncia del Comitato Portosalvo al centro storico di Napoli. Molte le Chiese di Napoli in “comodato d’uso” che restano in condizione di degrado. Nella foto , la Chiesa di San Cosma e Damiano, in  affidamento all’Ordine degli Ingegneri ma, nella sostanza abbandonata.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Presepi a San Gregorio, Coppola: “Il Comune dimentica il decumano superiore”

Tags: , , , , ,

Presepi a San Gregorio, Coppola: “Il Comune dimentica il decumano superiore”


NAPOLI – “Solo quando Palazzo San Giacomo siede allo stesso tavolo con la Municipalità, si riescono ad ottenere ottimi risultati, come ha dimostrato l’inaugurazione delle luminarie ieri a San Gregorio Armeno. Tuttavia c’è ancora molto da fare, perché una rondine non fa primavera, come si suol dire. Perché altre aree del centro antico, come il Decumano Superiore, sono ancora abbandonate a se stesse.

Napoli_-_Via_dei_TribunaliRiprendiamo allora un serio piano di viabilità, di sosta e di igiene ambientale e di sviluppo economico di quest’area. Senza il contributo della Municipalità non si va da nessuna parte, nonostante goffi tentativi di sostituire alla stessa pseudo comitati civici, cosiddetti amici degli amici”. È il duro atto d’accusa di Armando Coppola, presidente della quarta Municipalità, intervenuto insieme al sindaco de Magistris al taglio del nastro delle luminarie, che da ieri illuminano le strade del Decumano Inferiore.

“Questa è storicamente la via simbolo dei pastori e dei presepi – dice Coppola – e di conseguenza quella maggiormente presa d’assalto dai turisti in diversi periodi dell’anno. Ma, di contrasto, come si può pensare di lasciare al buio l’altra zona cardine del centro antico, ossia il Decumano Superiore? Quello – per intenderci – che ingloba l’Anticaglia con il suo teatro romano abbandonato da anni. E che dire delle decine di esercizi commerciali e botteghe artigiane che, in questa zona, hanno dovuto abbassare le serrande o che fanno fatica a rimanere aperti, complice l’assenza di sicurezza di fronte a scippi e rapine che si consumano ogni giorno e la crisi economica? Questa parte dei Decumani potrebbe essere un volano di sviluppo per il territorio. Invece il Comune sembra essersene dimenticato. Mi domando dunque: esistono forse Decumani di serie A e serie B in questa città?”, conclude Coppola.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Degrado e insicurezza, un patto per Porta Capuana

Tags: , , , , , ,

Degrado e insicurezza, un patto per Porta Capuana


NAPOLI (di Attilio Iannuzzo – Il Mattino) – Riqualificazione del territorio, progettualità di rilancio per il turismo e sicurezza sono gli elementi di discussione tra i rappresentanti di Porta Capuana ed il Comune di Napoli. Nasce un nuovo dialogo tra le Istituzioni ed esercenti con l’obiettivo di dare vita a potenzialità non sfruttate.

Porta CapuanaIl Coordinamento “I Love Porta Capuana, l’associazione del territorio nata con l’intento di riqualificare il quartiere, ha obiettivi chiari su come rilanciare la zona abbandonata al degrado: “Lo Scopo del coordinamento – spiega il presidente dell’associazione Franco Rendano – è quella di rappresentare i cittadini del quartiere, dando loro voce sulle numerose iniziative proposte; le Istituzioni – aggiunge – devono darci manforte  per la gestione di questa grande area”. Anche Ulderico Carratuto, titolare della omonima pasticceria e rappresentante dei commercianti di Porta Capuana,  pensa alla necessità di una svolta: “E’ venuto il momento di dare vita a nuovi progetti  – dice – e rendere vivibile il quartiere; c’è carenza di sicurezza e lo dimostrano i numerosi atti criminosi degli ultimi mesi. Il commercio è danneggiato e bisogna restituire dignità e regolarità che sembrano ormai mete lontane”.

Il Comune di Napoli è propenso ad accogliere le proposte degli esercenti e nel corso della scorsa settimana c’è stato un incontro per definire le linee guida dell’intervento.  Un incontro dunque tra Sindaco, Giunta del Comune di Napoli e rappresentanti dei commercianti  al fine di poter discutere delle opportunità del progetto “Rigenerazione Urbana Partecipata”. Il programma presentato alle Istituzioni farà da trade-union tra la cittadinanza attiva e le istituzioni, ed il primo passo consiste nell’affidamento dell’info-point presente sull’area ma mai entrato in funzione, con l’obiettivo di renderlo, oltre che un riferimento per cittadini e per il turismo, anche un punto di appoggio in cui coinvolgere i residenti con idee e progetti: “ C’è voglia di cambiamento – dice l’urbanista Fabio Landolfo – e quella di oggi, che vede l’unione di associazioni e comitati del quartiere, può rappresentare un’ opportunità di cambiamento”.

Gli esercenti del quartiere accolgono con ottimismo quest’apertura del Comune di Napoli ed aprono le porte alle numerose organizzazioni associative per fare quadrato sugli obiettivi. “Porta Capuana, – dicono i rappresentanti dei comitati locali –  rappresenta una porta verso il turismo e mostra segnali di continua espansione; è necessario aggregare la parte sana del territorio che attraverso l’associazionismo può restituire al quartiere spunti di miglioramento”. Numerosi gli obiettivi: interazioni ed integrazioni culturali che spaziano dalle abitudini enogastronomiche e culinarie, nuove progettualità artistiche, mostre ed artigianato ed eventi musicali con cadenza annuale che rappresentino la vitalità del quartiere.

Il Sindaco ha entusiasticamente accolto l’offerta, proponendo a sua volta la collaborazione degli assessorati competenti al fine di realizzare concretamente una collaborazione tra pubblico e privato per  restituire valore allo storico quartiere. Punto cruciale dell’incontro al fine dell’implementazione di quanto concordato, è il necessario riassetto della gestione urbana attraverso i primi step di Sicurezza ed Igiene Urbana.

Share

Posted in CronacaComments (0)