Tag Archive | "crollo"

Pericolo di crollo ai Girolamini, interdetto l’ingresso principale

Tags: ,

Pericolo di crollo ai Girolamini, interdetto l’ingresso principale


NAPOLI – “La Perla dei decumani” è in pericolo”, lo dichiara in un post su facebook Antonio Pariante, Presidente dell’Associazione Portosalvo. “E’ stato interdetto definitivamente l’accesso principale – continua Pariante – per imminente pericolo di crollo, si teme il distacco delle parti marmoree che sovrastano la facciata monumentale. Intanto, – continua Pariante – nell’illusione dei restauri, si accentua il degrado su tutto il sagrato e i commercianti della zona si lamentano per l’abbandono in cui versa la preziosa chiesa definita come la vera “Perla dei Decumani”. Sconforto per i residenti del centro storico, che vedono deprezzare sempre più i beni culturali del cuore di Napoli.

“Bisogna ridare tutta la struttura agli Oratoriani – dice un esercente della zona – addirittura imporlo alla Congregazione. Devono tornare a Napoli e prendersi cura del loro tempio; la biblioteca e la pinacoteca, aperte al pubblico gratuitamente, dovrebbero invece essere gestite in maniera mista.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Cadono pietre su lungomare, “Potevano ucciderci”

Tags: , ,

Cadono pietre su lungomare, “Potevano ucciderci”


NAPOLI – Cadono ancora pezzi dei cornicione, stavolta sul lungomare, proprio davanti agli aliscafi di Mergellina. La zona è frequentata da molti turisti.  Nelle prime ore di questa mattina grande spavento per i frammenti di pietre e cornicioni che, per fortuna,  non hanno provocato danni né a cose né a persone. “Non ci sono feriti – dice un esercente del lungomare – ma i pezzi di intonaco caduti sono grossi e pesanti, potevano uccidere qualcuno”.

Sul posto sono intervenuti immediatamente i Vigili del Fuoco, che hanno speronato l’intera parte dell’edificio, su tutto il lato danneggiato.  In molti reclamano controlli preventivi per l’incolumità e la sicurezza, alla luce del fatto che alcuni edifici del lungomare sono protetti da reti di sicurezza. “Se ci sono già degli interventi fatti in precedenza – reclama un  residente – come mai non si interviene sull’intera zona? Queste calamità potevano ucciderci”. La richiesta dei residenti è quella di un controllo immediato dell’intera zona.

Share

Posted in CronacaComments (0)

[Il Video] Cadono le recinzioni della Chiesa, “Intervenite, c’è rischio crollo”

Tags: , ,

[Il Video] Cadono le recinzioni della Chiesa, “Intervenite, c’è rischio crollo”


NAPOLI – Allarme a San Giuseppe a Pontecorvo. Stando alla segnalazione di alcuni residenti ci sarebbe il  rischio crollo della Chiesa di San Giuseppe delle Scalze in quanto hanno ceduto le recinzioni di protezione. Anche Antonio Pariante, Presidente dell’Associazione Portosalvo , segnala la gravità della situazione: “Le reti di protezioni sono cedute, è pericolosissimo e bisogna intervenire subito per l’incolumità di tutti”.

 

 

Il Video

Share

Posted in CronacaComments (0)

Crolla il soffitto al Commissariato di Sorrento, nessun ferito

Tags: , , ,

Crolla il soffitto al Commissariato di Sorrento, nessun ferito


(di Attilio Iannuzzo – Il Mattino)

NAPOLI – Crolla il soffitto al Commissariato di Sorrento, per fortuna nessun ferito. E’ accaduto ieri presso gli uffici del commissariato di polizia in vico Terzo Rota. “Il cedimento del soffitto è avvenuto nella zona del centralino, – ha dichiarato  il segretario generale del Coisp Giulio Catuogno – fortunatamente il collega di turno non ha riportato lesioni se non un grande spavento”.

Da tempo gli agenti del Commissariato temevano che le carenze strutturali dell’edificio fossero un pericolo, anche se nessuno immaginava che potesse verificarsi un evento così eclatante e pericoloso.  “ Tutto questo è inaccettabile, – incalza Catuogno –  ed è inverosimile che buona parte dei nostri colleghi operino in queste condizioni; cedimenti strutturali di lieve entità non sono nuovi ai Commissariati della Polizia di Stato ma non possono e non devono essere la normalità”.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Pericolo di crollo per Torre San Michele, “Urgente la messa in sicurezza”

Tags: , , , ,

Pericolo di crollo per Torre San Michele, “Urgente la messa in sicurezza”


NAPOLI – Un’istanza dell’Associazione Napoli Libera in movimento è stata presentata alla Quarta Municipalità per chiedere la urgente messa in sicurezza di Torre San Michele a tutela dell’incolumità di tutti i cittadini.

torre-san-michele-a-pontenuovo“Lo stato di degrado della Torre San Michele – si legge nella nota – adiacente alla Chiesa di San Gioacchino a Pontenuovo, ed anche la stessa chiesa possono rappresentare ed essere un altro pezzo di storia restituito ai napoletani ed agli stessi turisti che in questi anni per fortuna hanno ricominciato a visitare la nostra città, affinché si possano nel tempo con cura e progettazione creare nuovi percorsi culturali e turistici alternativi a quelli classici ormai affermati nella nostra città”. Gli attivisti di Napoli Libera in Movimento chiedono che l’intervento si eseguito in urgenza dal Comune di Napoli e chiedono alla stessa Quarta municipalità di intervenire: “Speriamo di avere un confronto costruttivo con il parlamentino di quartiere – dicono gli attivisti – per spiegare quali sono le nostre ragioni”.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Crolla l’intonaco a Via Verdi, chiusa un’ala del Consiglio Comunale

Tags: , , ,

Crolla l’intonaco a Via Verdi, chiusa un’ala del Consiglio Comunale


NAPOLI – Crolla l’intonaco al Palazzo Comunale di Via Verdi, chiusa un’ala del Consiglio comunale a Napoli. Alcuni sorveglianti raccontano di grandi pezzi di intonaco caduti al suolo. Attimi di paura nella sede del consiglio comunale di via Verdi, dove ieri pomeriggio, attorno alle 16,30 si è temuto il peggio. L’ala coinvolta è quella dello scalone B, tra il piano terra e il primo piano. «Abbiamo sentito prima degli strani rumori nelle pareti – raccontano i custodi del palazzo – poi il boato e una grossa parte dell’intonaco del soffitto è venuta giù. Era già accaduto 2-3 anni fa, ma l’edificio era stato recentemente ristrutturato».

crolla-intonaco-al-consiglio-comunale-di-napoliE’ intervenuta la polizia municipale e la protezione civile che hanno transennato l’area. E’ stata interdetta tutta l’area interessata. Tra i primi ad intervenire il Cosigliere Marco Nonno: “«Abbiamo sentito dei rumori – racconta Nonno – e siamo subito accorsi a vedere, constatando che era avvenuto un distacco d’intonaco. Questo ci ha messo nelle condizioni di chiedere alla Napoliservizi una verifica strutturale sia dell’edificio che dell’intonaco delle scale”.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Palazzina crollata 10 anni fa, continuano a cadere intonaci

Tags: , ,

Palazzina crollata 10 anni fa, continuano a cadere intonaci


NAPOLI – Continuano a cadere intonaci dalla palazzina semicrollata 10 anni fa in via S. Arcangelo a Baiano. Una struttura fatiscente e pericolante, ricettacolo di rifiuti, oltre che di topi e zanzare. E’ la mezza palazzina di via Sant’Arcangelo a Baiano, quella che è rimasta in piedi dopo il crollo di 12 anni fa.

Crollo Palazzina S. Arcangelo a BaianoLa Palazzina si trova in prossimità di Forcella, un pezzo di quartiere popolato da moltissimi residenti i quali, col passar degli anni, sono sempre più intimoriti e perplessi che possa crollare il resto dell’edificio. “Con le piogge dell’inverno abbiamo il timore che possa cedere il resto della struttura facendo altri danni”, dicono. Circe venti le famiglie che furono costrette ad abbandonare gli alloggi, tra loro molti bambini, oggi ormai maggiorenni.

Share

Posted in CronacaComments (0)

I decori crollano sull’altare, chiusi i Girolamini

Tags: , , , ,

I decori crollano sull’altare, chiusi i Girolamini


NAPOLI (di Attilio Iannuzzo – Il Mattino) – L’ennesimo crollo all’interno della Chiesa dei Girolamini. Un pezzo dei decori, un fiorone, si è abbattuto sul pavimento, provocando danni all’altare e alla zona perimetrale della chiesa.

Ingresso GerolaminiIl cedimento è avvenuto durante la notte ed a titolo precauzionale è stato chiuso l’accesso al pubblico fino a quando non saranno effettuati i controlli utili a garantirne la sicurezza. “Di primo mattino ci siamo resi conto di ciò che era accaduto – ha dichiarato il curatore dei Girolamini Sergio Liguori – e subito abbiamo allertato i pompieri per far monitorare la struttura; anche se fosse accaduto di giorno – continua Liguori – non ci sarebbero stati danni a persone, in quanto non è consentito il transito ai visitatori in quell’area della Chiesa. Il problema è capire quanto è sicura l’intera struttura, quello ci preoccupa”. Intanto i lavori di ristrutturazione tardano a venire e c’è timore che ci possano essere altri cedimenti nel resto della Chiesa.

Il continuo “scaricabarile” di responsabilità in questi anni ha portato ad un degrado della struttura monumentale sempre maggiore: “Abbiamo sempre avuto consapevolezza del pericolo strutturale degli edifici del centro storico – dichiara il Presidente della Quarta Municipalità Armando Coppola – ma siamo consapevoli che, in questo caso specifico, l’intervento non è di nostra competenza in quanto, la struttura appartiene all’Ordine dei Girolamini e sono loro a dover intervenire”. Non è il primo cedimento della Chiesa, ma potrebbe non essere l’ultimo se non si provvede ad un monitoraggio dell’intero edificio e alla messa in sicurezza. Meno di un anno fa c’era stato il crollo di un cornicione in via Duomo, in pieno giorno, durante lo shopping estivo e tra i tanti turisti che visitavano chiese e musei.

Anche allora, come oggi, vi era un’intera area transennata ma di “messa in sicurezza” si parlava soltanto. I commercianti della zona temono per la loro incolumità e quella dei loro clienti, in quanto “diventa complicato far diventare polo di attrazione turistica una zona eternamente transennata – lamentano gli esercenti –  in cui i lavori di ristrutturazione non finiscono mai”. Per Francesco Andoli, Presidente dei commercianti di Via Duomo è inconcepibile il lassismo e la staticità dei lavori in quanto “dopo la recinsione della chiesa, – afferma – in cui sono state sacrificati anche alcuni negozi a cui è impedito l’accesso, non sono mai iniziati i lavori ed è evidente che in una condizione di così grande precarietà e degrado, le strutture diventino sempre più pericolose”, ed aggiunge: “Ora chiediamo a gran voce che si inizi a lavorare seriamente per garantire sicurezza ed incolumità”.

Anche le organizzazioni territoriali chiedono attenzione ed immediatezza nelle decisioni: “Il fatto che la Chiesa sia di proprietà dell’Ordine dei Girolamini e gestita dal Ministero dei Beni Culturali – afferma Giuseppe Serrone, Presidente dell’Associazione I Sedili – non agevola interventi che dovrebbero essere decisi ed effettuati a breve raggio; in momenti come questo in cui ci sono numerosi turisti in città  – continua – vorremmo parlare di valorizzazione del nostro patrimonio e non di sicurezza delle strutture; tra le altre cose, ricordiamo che anche la Chiesa dei Girolamni entra nel progetto di riqualificazione dell’Unesco, non vorremmo – conclude Serrone – che fossero  solo parole, ma chi ci siano degli interventi concreti almeno prima della fine di giugno”.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Lavori urgenti alla Galleria Umberto, traffico in tilt

Tags: , , , ,

Lavori urgenti alla Galleria Umberto, traffico in tilt


NAPOLI – Per 24 ore le auto tornano a percorrere il lungomare di Napoli, da alcuni anni totalmente pedonale.

Galleria VittoriaSi tratta di una misura provvisoria messa in atto dal Comune per ovviare alla chiusura al traffico veicolare della Galleria della Vittoria, che collega piazza Vittoria al porto e a piazza Municipio. La chiusura della galleria si è resa necessaria, spiegano dal Comune di Napoli, per effettuare urgenti lavori alla facciata di accesso ed è stata decisa a seguito di una verifica tecnica effettuata dagli uffici comunali. E’ stata quindi riaperta alle auto questa mattina alle 7, e lo sarà per 24 ore, via Partenope nel tratto da piazza Vittoria a via Acton che costeggia Castel dell’Ovo; è stata creata una corsia delimitata da apposite transenne e presidiata dalla Polizia municipale a protezione della pista ciclabile e della restante parte pedonale della strada.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Frana costone a Napoli, palazzo sgomberato ma nessun ferito

Tags: , , ,

Frana costone a Napoli, palazzo sgomberato ma nessun ferito


NAPOLI – Sgomberato il il palazzo in via rampe di Sant’Antonio, nel quartiere Posillipo, a Napoli, coinvolto nel cedimento di un grosso muro di contenimento.

Crollo a Posillipo (Fonte Il Mattino)Sono 15 le famiglie, per un totale di 50 persone, che sono state costrette ad abbandonare l’edificio di 7 piani che si trova al numero civico 104. Il cedimento ha interessato la seconda delle 13 rampe di Sant’Antonio. Terreno misto a pietre ha invaso l’androne del palazzo, giungendo a coprire anche parte del terzo piano, intrappolando i condomini che erano nelle loro abitazioni in quel momento. Tra questi bambini e anziani che sono stati fatti evacuare con le autoscale dei vigili del fuoco. Numerose le telefonate giunte ai centralini delle sale operative delle forze dell’ordine. Dopo avere accertato che non c’erano state vittime, i pompieri hanno verificato che non c’erano condizioni di sicurezza per le 15 famiglie decidendo di procedere allo sgombero dell’intero palazzo, minato alle fondamenta. Sono in corso ora i rilievi per chiarire le cause del cedimento del muro di contenimento, sgretolatosi in pochi secondi.

Share

Posted in CronacaComments (0)



Seguici su FaceBook