Tag Archive | "comune"

Comune di Napoli, il regolamento di contrasto alla ludopatia è legittimo

Tags: , , , ,

Comune di Napoli, il regolamento di contrasto alla ludopatia è legittimo


NAPOLI – La sezione terza del Tar della Campania,  ha esaminato nel merito e respinto il ricorso presentato da hbg arcades s.r.l.contro la delibera del consiglio Comunale di Napoli n. 74del 21 dicembre 2015, avente ad oggetto “regolamento sale da gioco e giochi leciti” , e contro l’ordinanza delsindaco di napoli in materia di limiti orari di funzionamento delle sale gioco ad eccezione di alcuni punti piuttosto marginali, relativi all’incremento/sostituzione delle macchinette e alle forme di pubblicità delle sale da gioco, il giudice amministrativo ha ritenuto infondati il ricorso ed i motivi aggiunti proposti, dichiarando, di fatto, valido l’intero impianto della disciplina comunale sul gioco.

In particolare, è stata confermata la legittimità delle limitazioni di orario introdotte dall’ordinanza sindacale sullabase delle deliberazioni del consiglio comunale per contrastare la crescita del gioco d’azzardo patalogico edelle distanze minime che devono osservare le sale gioco rispetto ai cd. “luoghi sensibili”.

si tratta della prima decisione di merito sulle norme vigenti nel territorio cittadino ed è una deliberazione particolarmente significativa perché conferma ed innova le pronunce fino ad ora fatte da altro Tar e perché è molto articolata.

“siamo molto soddisfatti” dichiara l’assessore al lavoro Enrico Panini “un grande ringraziamento va all’avvocatura del comune di napoli e un altrettanto grande ringraziamento va a Federconsumatori Campania, Federconsumatori Napoli, libera napoli, la casa sulla roccia – centro di solidarietà, famiglie in gioco, Adanapoli e provincia, Acli che hanno sostenuto la legittimità del Regolamento Comunale.”

Share

Posted in CronacaComments (0)

Tangenziale: avvio del tavolo di lavoro congiunto con il Comune di Napoli

Tags: , ,

Tangenziale: avvio del tavolo di lavoro congiunto con il Comune di Napoli


NAPOLI – Il Sindaco Luigi de Magistris, assieme al Vice Sindaco Raffaele Del Giudice e all’Assessore alla Mobilità Mario Calabrese, ha incontrato il Presidente e gli Amministratori delegati di Tangenziale e Società Autostrade Meridionali rispettivamente Paolo Cirino Pomicino,Riccardo Rigacci,Pietro Fratta e l’architetto Ma​uro Coletta capo della struttura concedente del Ministero delle Infrastrutture.

Dall’incontro è scaturita la comune decisione di avviare immediatamente un tavolo tecnico tra il Comune di Napoli, la Città Metropolitana, le società Tangenziale e Autostrade Meridionali e un rappresentante della struttura concedente del Ministero delle Infrastrutture per individuare gli interventi sulla rete stradale e, più in generale, delle compensazioni da realizzare prevalentemente nel territorio cittadino sede dell’unico asse a scorrimento veloce sottoposto a pedaggio.
Saranno anche individuati criticità nei territori interessati ed eventuali progetti per rendere più scorrevole il traffico sull’intero territorio della provincia e del comune di Napoli che saranno poi sottoposti ai Ministeri delle infrastrutture e del Mezzogiorno ed alla Regione per la relativa approvazione e per le modalità di finanziamento a cominciare dai fondi europei.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Crolla l’intonaco a Via Verdi, chiusa un’ala del Consiglio Comunale

Tags: , , ,

Crolla l’intonaco a Via Verdi, chiusa un’ala del Consiglio Comunale


NAPOLI – Crolla l’intonaco al Palazzo Comunale di Via Verdi, chiusa un’ala del Consiglio comunale a Napoli. Alcuni sorveglianti raccontano di grandi pezzi di intonaco caduti al suolo. Attimi di paura nella sede del consiglio comunale di via Verdi, dove ieri pomeriggio, attorno alle 16,30 si è temuto il peggio. L’ala coinvolta è quella dello scalone B, tra il piano terra e il primo piano. «Abbiamo sentito prima degli strani rumori nelle pareti – raccontano i custodi del palazzo – poi il boato e una grossa parte dell’intonaco del soffitto è venuta giù. Era già accaduto 2-3 anni fa, ma l’edificio era stato recentemente ristrutturato».

crolla-intonaco-al-consiglio-comunale-di-napoliE’ intervenuta la polizia municipale e la protezione civile che hanno transennato l’area. E’ stata interdetta tutta l’area interessata. Tra i primi ad intervenire il Cosigliere Marco Nonno: “«Abbiamo sentito dei rumori – racconta Nonno – e siamo subito accorsi a vedere, constatando che era avvenuto un distacco d’intonaco. Questo ci ha messo nelle condizioni di chiedere alla Napoliservizi una verifica strutturale sia dell’edificio che dell’intonaco delle scale”.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Pietra etnea in piazza del Plebiscito, i Comitati: “Dov’è la Soprintendenza?”

Tags: , , ,

Pietra etnea in piazza del Plebiscito, i Comitati: “Dov’è la Soprintendenza?”


Pietra Etnea a Piazza PlebiscitoNAPOLI – Sostituiti 82.150 mq. di Basolato Vesuviano con la Pietra Etnea in tutta Napoli. i Comitati del centro storico scendono in piazza: “Silenzio del Comune e della Soprintendenza – si legge nella nota – che “dimenticano” i vincoli sulla pavimentazione storica della città. Prepareremo una mobilitazione dei comitati e delle associazioni contro questo enorme scempio”.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Allarme Villa De Luca, abusivismo e inagibilità nel plesso del ‘700

Tags: , , , , ,

Allarme Villa De Luca, abusivismo e inagibilità nel plesso del ‘700


NAPOLI – Emergenza sicurezza e degrado per Villa De Luca, la storica palazzina del ‘700 in via Nuova San Rocco 68, ai Colli Aminei, sottoposta recentemente ai sopralluoghi della polizia municipale su segnalazione della presidente della 3^Municipalità Giuliana Di Sarno. ‘Temo per la sicurezza di chi occupa gli spazi della villa- spiega Di Sarno – ho il dovere di alzare la voce e denunciare una situazione oramai ‘patologica’ del bene di proprietà del Comune’.

Villa de Luca‘Le verifiche della polizia municipale sebbene abbiano constatato che dalle finestre e dai balconi non si è mai affacciato nessuno durante i sopralluoghi effettuati in giorni e orari diversi presso lo stabile, hanno comunque portato alla stesura di un verbale dove recitano che persistono striscioni riconducibili a un centro sociale che nel 2013 occupò la struttura e si ritiene che la palazzina sia tutt’ora occupata’ spiega Di Sarno. ‘Inoltre, nel plesso si svolgono incontri pubblici da parte di comitati anche alla presenza di consiglieri municipali, una condizione inaccettabile in primo luogo per l’emergenza sicurezza che riguarda l’intera palazzina che dal 2011 è stata dichiarata inagibile su perizie e relazioni tecniche effettuate dal parte ella Facoltà di Ingegneria della Federico II’.

“Ho inviato ripetutamente note e segnalazioni al Sindaco e agli organi dell’amministrazione comunale competente che devono urgentemente procedere alla messa in sicurezza della Villa perché è a rischio l’incolumità di chi la occupa e di chi la utilizza saltuariamente- annuncia Di Sarno- sia chiaro che non contesto la gente che, mossa dalle difficoltà, necessita di un alloggio e occupa, tutt’altro. il Comune deve andare incontro a chi soffre questa emergenza abitativa e offrirgli un’alternativa “.

Share

Posted in CronacaComments (0)

(Video) Affittopoli, Fucito: “E’una colossale bufala”

Tags: , , , , ,

(Video) Affittopoli, Fucito: “E’una colossale bufala”


AffittoliNAPOLI (di Attilio Iannuzzo) – Per l’assessore al Patrimonio del Comune di Napoli Sandro Fucito “Affittopoli è una colossale bufala”. L’assessore mostra una delibera del 2000 che avrebbe provocato oggi l’equivoco mediatico e spiega: “Con questa delibera di 16 anni, la giunta disse che poiché vi era l’emergenza abitativa, in taluni casi, anche nelle case del patrimonio storico, si possono attivare i canoni dell’edilizia residenziale pubblica”. Ma quanti sono i casi di cui stiamo parlando? “Probabilmente 30 casi – sottolinea Fucito – di povere persone per i quali casi il canone può essere considerato uguale a quello dell’Erp (edilizia residenziale pubblica). Intanto – incalza l’assessore – i casi di un’apparente anomalia sono 6 su un patrimonio di 25mila case appartenenti al patrimonio di Napoli.

“Nessun caso di locazione agevolata è stato creato negli ultimi anni – conclude Fucito – ed i casi menzionati si riferiscono a quelle fattispecie inerenti alla delibera menzionata, ovvero quella prodotta 16 anni fa”.

 

 

Il video

Share

Posted in Cronaca, PoliticaComments (0)

Lotta ai manifesti abusivi, modalità e procedure

Tags: , , , ,

Lotta ai manifesti abusivi, modalità e procedure


NAPOLI – Il Comune di Napoli, attraverso l’Assessore al Lavoro e alle Attività produttive Enrico Panini, ha avviato una nuova fase nella lotta al fenomeno dell’attacchinaggio selvaggio e abusivo di manifesti elettorali e pubblicitari in città, stimolando il coinvolgimento diretto della popolazione. Sono state attivate pertanto alcune semplici modalità grazie alle quali i cittadini possono segnalare alle autorità competenti la presenza di manifesti abusivi:

1) l’Email manifestiabusivi@comune.napoli.it a cui inviare segnalazioni e foto;

2) l’account Twitter @comunenapoli a cui è possibile far pervenire foto ed indirizzo del manifesto abusivo utilizzando l’hashtag #manifestiabusivi;

3) la pagina Facebook ufficiale Segnalazione Manifesti Abusivi – Comune di Napoli su cui è possibile effettuare segnalazioni lasciando un post;

4) un Modulo on-line presente sul sito web comunale

 5) i numeri di Fax del Comune di Napoli: 081/7959001 o 081/7959003.

Lotta a manifesti abusiviLe segnalazioni inviate saranno inoltrate al Servizio Polizia Municipale  per le sanzioni e a Napoli Servizi per le deaffissioni. Grazie a questo sistema di collaborazione sono stati elevati fino ad oggi circa 2000 verbali a fronte di un totale di 2400 infrazioni.

L’Amministrazione Comunale ricorda che il servizio offerto da questi cinque canali di comunicazione è costantemente attivo per evadere e gestire in ordine temporale le numerose e quotidiane segnalazioni da parte dei cittadini che, con ogni probabilità, saranno sempre più intense visto l’imminente periodo elettorale.

„Il nostro contrasto all’attacchinaggio selvaggio e abusivo – dichiara l’Assessore Panini – una pratica illegale che umilia e offende, senza alcun rispetto per la collettività, le vie dell’arte e le strade di Napoli va dunque avanti in maniera sempre più forte e decisa“.

Share

Posted in CronacaComments (0)

Amministrazione De Magistris più cara d’Italia

Tags: , , , ,

Amministrazione De Magistris più cara d’Italia


“È incredibile. De Magistris e’ riuscito a far peggio anche di chi ha amministrato Roma sino a poco tempo fa. Secondo i dati ‘open bilanci’, i napoletani sborsano Maurizio Gasparripiù’ di tutti per mantenere sindaco, giunta e consiglio comunale.

Un record assoluto in rapporto ai disservizi che offre la città’ e un motivo in più perché i napoletani caccino definitivamente un sindaco inadeguato. Ha fatto bene Gianni Lettieri a denunciare per primo questo scandalo. I cittadini devono sapere in quali mani sciagurate sono finiti e sbarazzarsene”. Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri (Fi).

Share

Posted in PoliticaComments (0)

Luminarie di via Foria, Coppola: “Lasciati soli dalle Istituzioni”

Tags: , , ,

Luminarie di via Foria, Coppola: “Lasciati soli dalle Istituzioni”


NAPOLI – I commercianti di Via Foria si autotassano per allestire le luminarie in Via Foria: “«La presenza turistica a Napoli di questi giorni – dice il Presidente della quarta Municipalità Armando Coppola – non può che farci piacere e ne siamo felici. Peccato però che sia troppo concentrata nell’area dei Decumani, nonostante nella stessa area del centro storico ‘Unesco’ ci siano altre attrazioni turistiche meno valorizzate, sulle quali Palazzo San Giacomo dovrebbe lavorare di più con campagne informative mirate.

luci-nataleI turisti devono sapere quello che di storico, artistico e tradizionale il centro di Napoli ha da offrire». «Se i commercianti di via Foria non avessero fatto da sé autotassandosi, – continua Coppola –  il Comune non avrebbe pensato a loro. Va benissimo che ci siano maggiori interventi in centro, ma in un momento di difficoltà economiche l’amministrazione comunale non sceglie in base a una valutazione omogenea. Le decisioni non vengono prese ottimizzando i costi e in accordo con le Municipalità, ma solo in base alla vicinanza con singoli comitati di quartiere.

Per questo ci sono luminarie a piazza Carlo III e non a corso Garibaldi, a via Carbonara e non a via Cesare Rosaroll o a via Firenze. Questo dimostra ancora una volta che de Magistris è il sindaco di tutti sì, ma soprattutto dei suoi amici».

Share

Posted in CronacaComments (0)

“Forcella Live”, Istituzioni e cittadini insieme per la rinascita del quartiere

Tags: , ,

“Forcella Live”, Istituzioni e cittadini insieme per la rinascita del quartiere


Assessore Nino Daniele a Forcella

Assessore Nino Daniele a Forcella

NAPOLI – Una passeggiata con l’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli Nino Daniele, dallo ‘Spazio Comunale Piazza Forcella’ di via Vicaria Vecchia 23, insieme alle associazioni, ai partecipanti dei laboratori, agli operatori culturali, alle donne di Forcella, agli artisti, per raccontare e distribuire ai cittadini del quartiere Forcella il programma delle attività culturali attualmente in corso di svolgimento.
Gratuite e rivolte a diversi target, le attività programmate offrono una reale occasione di divertimento, intrattenimento, crescita culturale e professionale grazie alla rete di associazioni che, in collaborazione con l’Assessorato, hanno costruito un programma eterogeneo e corposo che va dal ballo, ai corsi di fotografia, ai laboratori teatrali, all’alfabetizzazione informatica, al cinema per i più piccoli negli orari extra-scolastici.
Spazio fisico preposto, punto di incontro e confronto, lo Spazio Comunale “Piazza Forcella” che ospita nei suoi locali anche la Biblioteca “A porte aperte Annalisa Durante” dove chiunque può consultare libri, donarli, prenderli in prestito.
Grazie a JosephBriska per questo reportage.

Share

Posted in CronacaComments (0)