Sviluppo e lavoro, l’impegno della terza municipalità di Napoli

NAPOLI – Si è svolta oggi presso la sede della III Municipalità in via Lieti a Capodimonte la presentazione del protocollo d’intesa siglato dalla Municipalità con Sviluppo Campania.

Giualiana Di SarnoUn progetto nato per favorire la promozione e l’informazione delle modalità di finanziamento e le possibilità di erogazione di milioni di euro a disposizione dei giovani, delle donne e degli artigiani per creare impresa. In arrivo per donne senza limiti di età e giovani under 35 un finanziamento di Fondi strutturali (Fesr) di 57 milioni di euro, sia per imprese già esistenti che per la creazione di botteghe artigiane. Entro il 20 giugno sarà pubblicato il bando per accedere ai finanziamenti, come ha spiegato Teresa Zannelli, responsabile Sviluppo e Comunicazione di Sviluppo Campania. Si potrà chiamare allo 0817952441 ogni lunedì e mercoledì, dalle 15 alle 17, per richiedere un colloquio con un consulente. Un progetto pilota nel quale la terza Municipalità è pioniera, come sottolinea la presidente Giuliana Di Sarno: “Ci siamo proposti a Sviluppo Campania perché il nostro territorio ha delle grandi potenzialità in termini di creazione d’impresa. Mettendo al centro di questo progetto il nostro patrimonio artistico e culturale, a partire dalle figure di Totò e Enrico Caruso, ad esempio, intorno alle quali si creerebbe un indotto economico e commerciale notevole”.

Nel corso della conferenza stampa oltre allo sportello sono stati presentati i due bandi appena partiti: il “Fondo rotativo per lo sviluppo delle PMI Campane start-up”, che intende favorire la nascita di nuove imprese sul territorio campano, formate in prevalenza da giovani under 35 e donne, mediante la concessione di finanziamenti a tasso agevolato da restituire in 7 anni con un periodo di differimento di 24 mesi. Il Bando ha una dotazione di 30 milioni di euro e finanzia programmi di investimento di importo compreso tra un minimo di € 25.000,00 e un massimo di € 250.000,00 a copertura del 100% del programma di investimenti ammissibile; il bando Fondo rotativo per lo sviluppo delle PMI Campane –misura artigianato – che intende invece favorire l’innovazione di processo ed il miglioramento degli standard ambientali delle imprese artigiane mediante la concessione di finanziamenti a tasso agevolato da restituire in 7 anni con un periodo di differimento di 24 mesi. Il bando ha una dotazione di 27 milioni di euro e finanzia programmi di investimento di importo compreso tra un minimo di € 25.000,00 e un massimo di € 250.000,00 a copertura del 100% del programma di investimenti ammissibile.

“Questi nuovi bandi andranno a stimolare la crescita di nuove iniziative imprenditoriali in grado di generare nel quartiere uno sviluppo di qualità – afferma l’Assessore allo Sviluppo Viviana Salzano – . Il nostro obiettivo è di fornire gli strumenti affinché i soggetti tradizionalmente più deboli, donne e giovani, possano essere i promotori di una nuova crescita economica a livello”. “Abbiamo cultura, arte, passione, creatività e senso di appartenenza e con un po’ di risorse a disposizione possiamo iniziare a muovere i primi passi per uno sviluppo possibile, soprattutto per lo sviluppo di un quartiere che merita dignità”, aggiunge il Vice Presidente Vincenzo Rapone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.