Sul web le immagini dell’illegalità, «fenomeno da contrastare»

«Si moltiplicano i siti e le pagine dedicate a gesti irresponsabili che mettono a repentaglio la vita dei protagonisti e dei poveri malcapitati che hanno la sfortuna di incontrarli. L’illegalità diffusa continua ad essere presa come modello dai giovanissimi per promuovere le loro bravate attraverso i social. Sul web un vero campionario di idiozia e criminalità che va contrastata a muso duro. Abbiamo chiesto da tempo alla Polizia postale e alla Polizia Municipale massima vigilanza su questi fenomeni che hanno un fortissimo rischio di emulazione e spesso promuovono la cultura della violenza». Lo hanno dichiarato il consigliere regionale dei verdi, Francesco Emilio Borrelli, e il conduttore radiofonico, Gianni Simioli,  che hanno ricevuto numerose segnalazioni con foto e video di giovanissimi in sella agli scooter che compiono bravate pericolose senza casco, al cellulare, addirittura con un water attaccato alla sella con il nastro adesivo.

“Questi video – proseguono Borrelli e Simioli – vengono addirittura completati con musica di sottofondo che richiama le loro bravate. Un fenomeno straripante nei confronti del quale occorre porre la massima attenzione, cercando di risalire agli autori, ai protagonisti e alle loro famiglie per responsabilizzarle sulla pericolosità di questi comportamenti. Non vogliamo più assistere a immagini di scooter che sfrecciano nei parchi giochi dei bambini o nelle aree pedonali. Interveniamo prima della tragedia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.