Srtiscioni e sciarpe per Ciro, il saluto di Scampia

NAPOLI – Continua anche sotto una lieve pioggia il via vai di amici, conoscenti o semplici tifosi del Napoli all’esterno dell’autolavaggio nel quale lavorava Ciro Esposito, il tifoso ferito negli scontri che hanno preceduto la finale di Coppa Italia e morto ieri al ‘Gemelli’ di Roma.

Lo striscione “Ciao eroe”, affisso ieri all’esterno della cancellata, è affiancato da una foto del ragazzo, da maglie e sciarpe del Napoli e dalle sciarpe del Catania, tifoseria caratterizzata da buoni rapporti con quella napoletana, e della Lazio, i cui tifosi non hanno mancato di manifestare la propria solidarietà alla famiglia in più occasioni durante il ricovero in ospedale di Ciro.

Ciro Esposito, i funerali a Scampia
Ciro Esposito, i funerali a Scampia

La camera ardente è in allestimento nell’auditorium all’interno della sede dell’Ottava Municipalità: qui sarà trasportata la salma, appena ci sarà il via libera del magistrato. A poca distanza c’è la palestra di Gianni Maddaloni, padre dell’olimpionico Pino: uno striscione all’esterno recita “È andata via la parte migliore di Scampia, ciao Ciro”. Striscioni simili sono affissi nell’intero quartiere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.