Spettacolo a San Siro: tre gol argentini fissano il punteggio sul 2-1 bianconero

(di Gianpaolo Rispoli) –

La Juve espugna San Siro e vola in vetta alla classifica scavalcando l’Inter grazie alle reti di Dybala e Higuain, intervallate dal pareggio di Lautaro. Il match conferma la grande forza di queste due compagini e resta in equilibrio fino a dieci minuti dalla fine quando, al termine di una grandissima azione corale, Higuain si trova a tu per tu con Handanovic e lo batte.
Partita che offre conferme su entrambi i fronti: l’Inter gioca alla grandissima la prima parte di gara per poi calare come accaduto a Barcellona, la Juve si esalta e gioca una delle sue migliori partite, ancora una volta contro una big.
La cronaca – Formazioni: Inter (3-5-2): Handanovic; Godin (dal 9’ s.t. Bastoni), De Vrij, Skriniar; D’Ambrosio, Barella, Brozovic, Sensi (dal 33’ p.t. Vecino), Asamoah; Martinez L. (dal 33’ s.t. Politano), Lukaku.
Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Khedira (dal 16’ s.t. Bentancur), Pjanic, Matuidi; Bernardeschi (dal 16’ s.t. Higuain); Dybala (dal 26’ s.t. Emre Can), Ronaldo.
Conte schiera la sua formazione tipo con Lautaro e Lukaku terminali offensivi, Sarri sceglie il rombo e lancia dal 1’ Dybala al fianco di Higuain, con Bernardeschi a sostituire l’indisponibile Ramsey.
I bianconeri partono subito fortissimo: dopo 4’ Pjanic lancia in profondità per Dybala che, defilato sulla sinistra, riesce a calciare con violenza bucando Handanovic e portando i suoi in vantaggio. Cinque minuti più tardi gli uomini di Sarri sfiorano il raddoppio con un gran destro di Ronaldo che si stampa sulla traversa. Al 17’ arriva la reazione nerazzurra con un cross di Barella intercettato da De Ligt col gomito: per l’arbitro è rigore. Dal dischetto si presenta Lautaro che è freddissimo a battere Szczesny. Qualche minuto più tardi è ancora Lautaro a mettere in apprensione la difesa bianconera con un gran destro respinto da Szczesny. La Juve si rifà sotto al 41’ con un potentissimo destro di Ronaldo respinto da Handanovic.
Nella ripresa partono ancora bene gli uomini di Sarri con un sinistro da fuori di Bernardeschi bloccato da Handanovic. Al 56’ è Dybala ad anticipare il portiere sloveno e calciare col sinistro senza però trovare la porta. La risposta dell’Inter arriva al 69’ con un destro da fuori di Vecino deviato che colpisce il palo esterno. Dieci minuti dopo arriva il nuovo vantaggio bianconero: Ronaldo serve Bentancur che imbuca per Higuain, il pipita calcia col destro non lasciando scampo ad Handanovic. L’ultima occasione per l’Inter arriva all’86’ con Vecino che, ben imbucato da D’Ambrosio, riesce a calciare col destro ma Szczesny è bravissimo ad opporsi in uscita.
Bella contro le grandi – La Juve conferma ancora una volta il trend di inizio stagione sfoggiando una gran prestazione contro l’Inter. Dopo aver disputato le migliori partite contro Napoli e Atletico Madrid, i bianconeri dimostrano di esaltarsi nelle grandi sfide dove, soprattutto i giocatori di livello più alto, creano continuamente scompiglio agli avversari. La speranza di Sarri, per le prossime settimane, è quella di trovare la miglior Juve anche contro avversari meno stimolanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.