Spari in strada a Napoli: killer lavora in Reparto igiene mentale

NAPOLI – Giulio Murolo, 48 anni, l’uomo che con un fucile a pompa ha provocato una strage in via Napoli a Capodimente, nel quartiere di Miano, e’ un infermiere e lavora all’ospedale Cardarelli nel reparto di igiene mentale, secondo quanto si e’ appreso.

Sparatoria a Napoli, uccide familiari e passanti (Fonte Sky)
Sparatoria a Napoli, uccide familiari e passanti (Fonte TgSky24)

Per detenere le armi che gli sono state sequestrate in casa, compreso il fucile a pompa che ha usato per la strage, era in possesso di una regolare licenza per uso sportivo; avrebbe potuto cioè’ solo trasportare e utilizzare le sue armi in un poligono di tiro. Secondo quanto si e’ appreso, la moglie dell’uomo e’ stata uccisa in casa, le altre vittime, tra cui il Tenente della Polizia Municipale suo vicino, sul ballatoio dell’abitazione. Poi l’uomo si e’arreso alla polizia, dopo una lunga trattativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.