Sfilano i bimbi delle elementari con le mamme

NAPOLI (di Attilio Iannuzzo – Il Mattino) – Scuole, comitati, associazioni, insieme per manifestare contro il biocidio. Gli aderenti all’organizzazione promotrice “Fiume in Piena” sottolineano: “Siamo totalmente autonomi rispetto ai partiti, le nostre sono aggregazioni spontanee di cittadini che intendono far sentire laloro voce sul disastro ambientale della Terra dei Fuochi”. E sulla polemica di questi giorni sulle presenze istituzionali al corteo, spiegano: “Non sarà una piazza di sindaci e delle fasce tricolori, sarà la piazza dei cittadini”.

Corteo terra dei fuochi contro i rifutiAl corteo anche i bambini della scuola elementare Oberdan con l’associazione “Un Uovo Mondo” la quale dal 2010 è impegnata nel sociale e sostiene battaglie importanti insieme ai bambini dell’istituto: “Riteniamo che i nostri bambini – dice Alessandra, una mamma promotrice dell’organizzazione – debbano essere sensibilizzati a tematiche delicate come queste; in tanti modi cerchiamo di valorizzare queste risorse, i nostri figli, con iniziative all’interno di un quartiere socialmente e culturalmente multiforme”. Francesco Caruso, l’ex parlamentare di rifondazione comunista, proveniente dai centri sociali, partecipa attivamente alla manifestazione e considera necessario fare distinzione tra politici e cittadini: “Questa è una legittima protesta di cittadini di fronte ad un disastro annunciato e non può essere l’ennesima occasione per confondere ruoli e responsabilità; i cittadini si muovono secondo una coscienza maturata  negli anni – aggiunge Caruso – e non dettata da amministratori di questo o di quel partito”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.