Serie A in lutto per la morte di Davide Astori

di Cristina Accardo

NAPOLI – Il calcio si ferma, la Serie A è in lutto per la morte improvvisa del difensore della nazionale e capitano della Fiorentina, Davide Astori, trentuno anni, colto da un malore durante la notte nell’albergo Là di Moret, in cui la sua squadra pernottava in attesa della partita con l’Udinese. Alle 9:30 l’assenza del capitano per la colazione ha insospettito allenatore, staff e calciatori, salendo in stanza l’agghiacciante scoperta. Il giovane difensore lascia una figlia di due anni e la compagna di trentatré anni, conosciuta nel 2013. Prossime ore decisive per la disposizione da parte della Procura degli esami, dalle prime indagini, si parla di probabile arresto cardiocircolatorio; intanto lunedì mattina, in Lega, si cercherà di trovare le ipotetiche date per il recupero delle gare non disputate nella giornata numero 27 del campionato. Solo i due anticipi sono andati in scena in questo fine settimana calcistico in cui si sono scontrate Lazio – Juventus, con i bianconeri che espugnano l’Olimpico con un gol di fortuna negli ultimi minuti di recupero e Napoli – Roma, con i giallorossi che fermano la striscia d’oro dei partenopei che durava da ben 10 gare. Un 4 a 2 che pesa agli azzurri, sia sul morale, che sulla classifica, dove per ora il Napoli è ancora al primo posto, con un punto di distacco dalla Juventus, che ha all’attivo una partita in meno da recuperare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.