Serie A: Il tracollo partenopeo mette in fuga i bianconeri

NAPOLI (di Eleonora Posabella) Al rientro dalla pausa, dovuta alle amichevoli delle nazionali, la serie A torna a far sognare i tifosi di tutta Italia, dei quali però la gran parte è costretta a tornare bruscamente con i piedi per terra.
La XXXI giornata si apre con il solito anticipo delle 18.00, nel quale il Sassuolo stende letteralmente il Carpi al Braglia di Modena, rifilando agli emiliani ben tre reti e stoppando almeno per questa settimana le speranze dei padroni di casa di soggiornare in serie A anche nella prossima stagione.
Serie-AIn serata è la volta della capolista che rimette ordine nelle sorti di questo campionato; la Juventus infatti ospita l’Empoli di mister Giampaolo, riuscendo a concretizzare facilmente l’ennesimo successo e staccando così di 6 punti il Napoli, secondo in classifica.
Proprio al Napoli tocca rispondere nel match di domenica delle 12.30, svoltosi al Friuli di Udine; i partenopei però non brillano come al solito e anzi pregiudicano la gara a causa delle tante sviste difensive, delle quali l’undici del neo tecnico De Canio approfitta immediatamente.
La sconfitta è doppiamente cocente, poiché la squadra di mister Sarri oltre ai punti preziosi in chiave scudetto perde anche il suo uomo migliore: Gonzalo Higuain, per il quale il giudice sportivo ha decretato ben 4 giornate di stop.
Alle 15.00 occhi puntati sul derby della capitale, che offre la possibilità ai giallorossi di Spalletti di guadagnare terreno sul secondo posto.
La Roma sfrutta al meglio l’occasione mandando completamente in panne la difesa biancoceleste, surclassata dalla potenza degli avversari.
La batosta è tale per la squadra di Pioli, che costa l’esonero al tecnico emiliano, prontamente sostituito da Simone Inzaghi.
Intanto l’Atalanta batte in rimonta il Milan di Mihajlovic, il quale ancora una volta deluso dalla prestazione della propria squadra è costretto ad optare per il ritiro.
Solo pareggio per la Fiorentina in casa contro la Sampdoria, ai viola non basta infatti un Ilicic più che ispirato per superare la squadra dell’ ex tecnico Montella; mentre il Genoa e il Chievo ottengono importanti vittorie casalinghe rispettivamente contro Frosinone e Palermo, la cui classifica a questo punto del campionato è davvero preoccupante.
Nel posticipo domenicale si scontrano a Milano Inter e Torino; entrambe le formazioni anche se con ambizioni diverse scendono in campo per vincere.
I padroni di casa trovano subito il vantaggio grazie al rigore concesso dall’arbitro Guida, ma sono presto costretti a scontrarsi con l’entusiasmo ritrovato degli avversari, i quali, in parte aiutati dalle due espulsione tra le fila nerazzurre, si aggiudicano la vittoria.
Chiude la giornata il match di lunedì sera tra Bologna e Verona, conclusosi con una bella vittoria degli ospiti, che hanno il rimpianto di essersi destati dal sonno forse troppo tardi, trovandosi oggi a fare i conti con un classifica tutt’altro che comoda.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.