In piazza le associazioni “IoSoCarmela” e “Familiari Vittime della strada” per chiedere giustizia.

i manifestanti delle associazioni scese in piazza (foto di Andrea Baldo)

NAPOLI – Sabato si sono svolte a Napoli, a Roma, a Milano e a Torino delle manifestazioni pacifiche di protesta contro la giustizia che, sostengono i manifestanti, in Italia crea più disagi che altro. La protesta ha voluto colpire le riforme fino ad oggi fatte che favoriscono il garantitisimo solo ai delinquenti. “Siamo stanchi di assistere a continui massacri impuniti, a continui sconti di pena e a sentenze vergognose che hanno il solo scopo di tutelare assassini, stupratori e pedofili. Vogliamo una giustizia vera, vogliamo dare voce a che voce non ha più”, dice il presidente dell’associazione “IoSoCarmela”, Alfonso Frassanito.  “Precisiamo che la nostra manifestazione non intende in alcun modo provocare disagio nè al traffico cittadino, da qui uno dei motivi della scelta per il luogo della manifestazione nel Centro Direzionale – prosegue Frassanito – oltre naturalmente al fatto che presso detto Centro Direzionale risiedono sia la Procura della Repubblica sia alcuni dipartimenti della Regione Cmapania, nè alla cittadinanza intera”.

Lo scopo della manifestazione è stato quello di far ricevere una rappresentanza di manifestanti dalle istituzioni competenti in materia di Giustizia e diritti umani e civili. Alla manifestazione ha preso parte anche l’Associazione Italiana Familiari Vittime della strada della sezione di Caserta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.