Roland Garros: Paire e il mal di stomaco mettono ko Fognini

PARIGI (di Raffaele Caiffa) – E’ durata poco più di 1 ora e 40 la speranza di Fabio Fognini di continuare il suo Roland Garros. Peccato, sarebbe stata una buona occasione per il tennista classe ’87 di approdare nei sedicesimi di finale: l’avversario di oggi non era certo irresistibile ma quando ci si ritrova a combattere contro i problemi fisici la strada si fa in salita.

Il match del numero 1 italiano si è chiuso con il punteggio di 6-1, 6-3, 7-5 ma è stato condizionato sin dall’inizio dai problemi di stomaco di Fognini che durante il match si è fermato varie volte ed ha anche chiamato il medical time out per risolvere o quantomeno capire la propria situazione fisica.

Fabio FogniniPrimo set: il primo parziale vola via veloce con Paire che conquista subito i primi 4 games dell’ incontro. Fabio è falloso e non riesce ad essere incisivo, si avvisano i primi problemi di spostamento che fanno apparire il tennista italiano lento e macchinoso rispetto alle ultime apparizioni. Un Fognini scarico, troppo lontano dal campo e con evidenti problemi motori: la corsa non è fluida e i colpi ne risentono, troppo in balia del rovescio di Paire ed in soli 21 minuti il numero 71 del mondo si porta avanti 6-1.

Secondo Set: serie di break e contro break, parte ancora con un passo falso Fognini che cede il primo ed il secondo turno di servizio non approfittando del primo break strappato al transalpino nel secondo game. E’ il francese a fare la partita, senza dare ritmo e chiudendo gli scambi rapidamente; dopo 4 games interlocutori dove regna la battuta, il tennista d’oltralpe prima salva una palla break e poi strappa il servizio a Fognini dopo 3 palle break conquistando anche il secondo parziale con il punteggio di 6-3 in 33 minuti di gioco.

Terzo set:. La reazione di Fogna arriva sul 2 pari e con il punteggio di 40-40 e servizio per il francese, Fogna fa il fenomeno e dopo aver recuperato benissimo una smorzata ed il conseguente loob, controbatte proprio con un loob millimetrico che gli vale la palla break. Paire riesce ad alternare buoni rovesci in diagonale a palle corte di pregevole fattura ma proprio quando la smorzata viene meno, il numero  27 del mondo si avventa verso la rete per prendere il primo break del terzo set: 3-2 e servizio per l’italiano che ha la chance di riaprire il match.

Durante il cambio campo si evince chiaramente che i problemi fisici del tennista di Sanremo siano legati allo stomacoNon riesco a mangiare niente“. Paire in questo frangente dimostra un’eccessiva fragilità subendo molto la pressione del momento che coincide con il ritorno a buoni livelli del proprio avversario e la gara è costellata da tanti errori di misura da entrambe le parti. Dopo il cambio campo Fognini serve per il set ma Paire tira fuori tutto quello che ha per tentare l’aggancio ed evitare di perdere il terzo set, Fabio gli da una grande mano prima sparando il rovescio in tribuna e poi peccando di lunghezza sul dritto successivo: tutto da rifare.

Il tennista di Avignone ritrova la giusta fiducia tornando ad essere aggressivo e mettendo pressione al suo avversario: lo smash del francese vale il 15-30 quando Fabio serve per portare la partita al tiebreak. Il livello della partita si alza negli ultimi scambi ma Fognini continua la sagra degli errori: prima un dritto che schizza sul fondo e poi la palla scagliata in rete condannano la testa di serie n.28 alla sconfitta.

Fabio ha subito decisamente il rovescio e le tante smorzate del francese, la resistenza del giocatore italiano è durata 1 ora e 41 minuti, ma oggi, a differenza di altre volte, non si può rimproverare nulla a Fognini, limitato sin dall’inizio da problemi di stomaco che gli hanno impedito di giocare il suo tennis. Occasione sfumata dunque per approdare ai 16esimi di finale dove Paire attende il vincente del derby ceco tra il veterano Radek Stepanek e la testa di serie numero 4 Tomas Berdych.

Raffaele Caiffa

cell. 339 3103590

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.