ROCK!5, la quinta mostra dedicata alla musica Rock, torna al PAN di Napoli

NAPOLI (di Gennaro Auricchio) – Dal 6 giugno al 19 ritorna ROCK!5 la quinta edizione della mostra dedicata alla musica rock e ai suoi linguaggi presso il PAN di Napoli.

ChitarraGli ideatori della mostra, Carmine Aymone e Michelangelo Iossa, hanno dato vita a quattro aree diverse per quest’anno: «PINO! I mille colori del Lazzaro Felice»; «Pink Floyd – Live at Pompei: the exhibition», «Animated Album Covers», «The Sound of music», storia delle macchine parlanti e delle radio.
In una città assetata di musica, una mostra del genere riesce sempre a muovere numerosi visitatori, dai più grandi ai più giovani tutti accomunati dalla passione per il rock.

Nella splendida cornice del quartiere di Chiaia, tutti i fan di Pino Daniele e non solo avranno la possibilità anche di assistere a numerosi eventi live, workshop, presentazioni di eventi e cd organizzate anche grazie al supporto dell’ambasciata inglese e del Consolato Generale degli Stati Uniti che nelle precedenti edizioni hanno contribuito alla realizzazione di numerose aree. I fan del mascalzone latino avranno la possibilità di vedere tantissimi oggetti e memorabilia raccolti durante la lunghissima carriera del blues man napoletano: dalle cinque chitarre appartenute a Pino donate dai suoi fedelissimi ascoltatori alle locandine, biglietti, articoli che parlano di lui e del suo rapporto con Massimo Troisi e tanto altro ancora come la statua in terracotta a grande naturale a sua immagine realizzata dai laboratori Ferrigno.

La zona dedicata invece ai Pink Floyd racconterà il dietro le quinte del concerto registrato a Pompei l’ottobre del 1971 con le testimonianze del regista Adrian Maben e del direttore della fotografia Jacques Boumendil che con immagini inediti mostreranno un lato nuovo di quel concerto diventato una pietra miliare nella storia della musica leggera. L’esposizione sui Pink Floyd si dividerà tra le sale del PAN e quelle del comune di Pompei.

Ampio spazio anche dedicato alle opere di Juan Betancourt, artista di origine venezuelane che grazie al successo raccolto dal suo blog su Tumblr è diventato famoso in tutto il mondo. Il suo lavoro consiste nel creare delle GIF delle copertine degli album più famosi della storia del rock. Nirvana, Beatles, Metallica, Led Zeppelin e anche Pino Daniele, visto che per l’occasione ha creato tre cover animate del chitarrista napoletano Terra Mia”, “Pino Daniele”, “Tutta n’ata storia-Vai mò-Live in Napoli”. Al termine di questa lunga mostra, gli ideatori si butterano subito alla realizzazione della sesta, come riferito dallo stesso Michelangelo Iossa ai microfoni di Giuliana Galasso per Radio Crc Targato Italia, si stanno già gettando le basi per la sesta edizione.

Il museo è aperto tutti i giorni (tranne il martedì) dalle 9:30 fino alle 19 e la domenica fino alle 13:30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.