Riforme, Boschi: “Senato non eletto fu proposto da Ulivo”

ROMA – “Avevo 15 anni quando l’Ulivo mise, nelle sue tesi, l’idea di un Senato non elettivo, sul modello tedesco. Nessuno grido’ allo scandalo. Da ministro delle Riforme, Chiti confesso’ in Parlamento di preferire l’ipotesi di un Senato eletto ma indico’ come alternativa la soluzione tedesca. Non vedo come possa appellarsi a un caso di coscienza. Se non aveva dubbi allora, non puo’ averli oggi”. Cosi’ il ministro delle Riforme e i rapporti con il parlamento, Maria Elena Boschi, intervistata da ‘La Repubblica’. 

Maria Elena BoschiQuanto ai dissenti individuali, aggiunge: “Siamo il Pd. Sono gli altri quelli che espellono i dissidenti. Ognuno e’ libero di avere le proprie idee, ma ci vuole anche rispetto per i cittadini che si sono espressi su questo a larga maggioranza per gli organismi del Pd che hanno fatto lo stesso”. In ogni caso, spiega ancora Boschi, “il governo propone e non pretende”. Quindi il ritiro del ddl, e’ “una questione di “credibilita’. Abbiamo detto che la riforma va approvata in prima lettura a palazzo Madama entro il 25 maggio”. E poi, sottolinea, “le elezioni europee c’entrano poco. C’entra, invece, il fatto che il 27 maggio Renzi incontra gli altri premier europei per discutere del futuro continentale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.