Rifiuti al Vomero, «c’è bisogno di sanzioni per gl incivili»

” Gli sforzi per risolvere gli annosi problemi dei rifiuti solidi a Napoli risulteranno del tutto inutili se i napoletani non acquisiranno un senso civico e se gli uffici preposti non faranno fino in fondo il loro dovere, sanzionando i trasgressori – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Non vedo come si possa parlare di raccolta differenziata in una situazione nella quale non si riesce neppure a far rispettare le apposite procedure previste per il prelievo dei rifiuti “.

” Sicché le piazze e le strade di uno delle più belle zone di Napoli, che comprende i quartieri del Vomero e dell’Arenella – puntualizza Capodanno -, sono sovente ridotte a dei veri e propri letamai. Il degrado igienico appare particolarmente elevato in alcune zone. Diverse le segnalazioni di strade invase, anche in pieno giorno, da ogni genere di rifiuti. Alla ribalta delle cronache anche i rifiuti ingombranti abbandonati, senza attivare le apposite procedure previste dalle vigenti disposizione per il ritiro di tali rifiuti “.

            ” Esempi emblematici di quanto affermatosi – sottolinea Capodanno – si riscontrano in questi giorni nei due assi principali del quartiere collinare, in via Luca Giordano, dove nei pressi dell’incrocio con via Cimarosa, si è formata una vera propria montagnola di rifiuti di ogni genere,  segnalata da sabato scorso e che cresce di ora in ora, ma pure in via Scarlatti, nel tratto tra via Kerbaker e via Morghen, dove nei pressi dei contenitori per la raccolta differenziata si osservava anche stamani un altro cumulo di rifiuti “.

            ” Che fine hanno fatto i cosiddetti vigili ecologici che dovrebbero appioppare salatissime contravvenzioni a coloro che depositano i rifiuti fuori orario – chiede Capodanno -? Perché non operano costantemente in tutto il quartiere a partire da strade principali, come via Scarlatti e via Luca Giordano ? Perché non si attuano, quotidianamente impegnando un maggior numero di addetti, le attività di vigilanza, anche per colpire con sanzioni ma pure con denunce questi incivili che, invece di chiamare direttamente gli uffici competenti anche per il ritiro delle suppellettili non più utilizzabili, preferiscono abbandonarle per strada? “.

E’ auspicabile, in considerazione pure delle ripercussioni per la collettività delle situazioni evidenziate, anche l’intervento immediato degli uffici preposti agli opportuni quanto necessari controlli perché si accertino le eventuali responsabilità del degrado delle strade della collina, ridotte sovente a discariche a cielo aperto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.