Ricordando l’11 Settembre

(di Luca Vitiello) – Sono passati 12 anni, ormai, da quel tragico 11 settembre del 2001 quando le torri gemelle di New York, simbolo del potere finanziario della città,  furono distrutte da un attentato terroristico, facendo precipitare gli Stati Uniti e il mondo intero in un incubo da cui ancora oggi si fa fatica ad uscire.

Ricordando l'11 settembreQuel tragico giorno è ricordato a New York da un memoriale realizzato lì dove si trovavano le torri gemelle e dedicato “to those who fell and to those who carry on” – dedicato “a coloro che sono caduti e a coloro che guardano avanti”.

All’indomani della caduta delle Twin Towers, al loro posto non rimaneva altro che cenere e ferraglie facendo così di quel luogo Ground Zero. Subito ci si rese conto che non sarebbe potuto rimanere così per sempre. Si decise quindi di costruire un memoriale e un museo per ricordare i caduti, il 9/11 Memorial & Museum, ed un unico, nuovo ed altissimo grattacielo, denominato Freedom Tower.

Il memoriale, inaugurato nel settembre 2011, per il decennale dagli attentati, consiste in due enormi cascate artificiali di nove metri ricostruite nell’esatto perimetro delle torri gemelle. Tutto intorno ci sono centinaia di alberi, tutte querce bianche, tranne un pero sopravvissuto al crollo e posto lì come simbolo di sopravvivenza e resistenza. Lungo i bordi delle enormi vasche della memoria, sono incisi, nel bronzo, i nomi delle circa 3000 vittime innocenti, che possono essere toccati dai milioni di visitatori che ogni anno vi si recano, per non dimenticare. Pensate che dal giorno dell’apertura ad oggi sono stati quasi 9 milioni i visitatori da oltre 170 nazioni del mondo.

Prossimo all’apertura è anche il Museo. In una struttura sotterranea troveranno posto più di 10.000 reperti recuperati da Ground Zero dopo gli attacchi, pezzi d’acciaio delle torri gemelle, 23.000 immagini, 2.000 registrazioni dei sopravvissuti e migliaia di documenti d’archivio.

A guardare tutti dall’alto, poi, è il nuovo grattacielo: il One World Trade Center, anche noto come Freedom Tower, sul quale lo scorso maggio è stata innalzata la guglia che gli ha permesso di raggiungere i 541 metri d’altezza, rendendolo il terzo edificio più alto del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.