«Reset il Governo che vorrei», il movimento che propone la formazione ai politici

Il neonato movimento «Reset il Governo che vorrei» ideato da Raffaele Di Monda propone gratuitamente tra le varie iniziative una scuola di formazione per i futuri politici. «Come diceva Max Weber nel saggio “La politica come professione» del 1919 – dichiara Di Monda – il buon uomo politico deve avere tre qualità: la capacità di previsione (la lungimiranza), la passione e la responsabilità di prendere decisioni. È evidente che queste caratteristiche ne presuppongono una: la conoscenza. Occorre imporsi un metro di selezione che richieda una percentuale minima di rappresentanti “di partito” con una comprovata formazione, anche teorica, presso una scuola di formazione politica appositamente istituita». 

L’obiettivo della Scuola proposta da Di Monda è di fornire ai futuri alti funzionari e politici una formazione interdisciplinare. «Il ciclo di formazione può essere suddiviso tra studio e tirocinio, effettuati in prefetture, rappresentanze diplomatiche e imprese – aggiunge – Un possibile modello di riferimento è l’Ecole Nationale d’Admnistration (ENA). Tra le tante materie sicuramente dovranno essere approfondite: Storia moderna; Diritto Costituzionale e Diritto Amministrativo. «Il nostro obiettivo – conclude Di Monda – è dar vita ad una scuola di formazione politica indipendente e accreditata presso i maggiori centri di ricerca universitaria».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.