Prova di carattere azzurro contro la Spagna

(di Eleonora Posabella) – La nazionale italiana approda ai quarti di finale del Campionato Europeo, dopo aver superato la temutissima Spagna, che in maniera del tutto inaspettata fa un prematuro ritorno in patria.

Italia - Spagna, 2-0

Gli uomini di Conte, agguerriti e determinati, scendono in campo con un atteggiamento decisamente diverso rispetto alle recenti partite; la consapevolezza di essere inferiori sul piano tecnico rendi gli azzurri capaci di soffrire fino alla fine. Dopo una partenza davvero sprint e più di un’occasione sprecata l’undici italiano approda infatti al vantaggio grazie ad un’azione rocambolesca, che termina con il gol di Giorgio Chiellini; di qui in poi il possesso palla spagnolo è quasi assoluto e costringe spesso gli azzurri a rintanarsi nella propria metà campo.

I pochi tentativi di trovare il raddoppio vengono puntualmente sciupati in malo modo e costringono Buffon a dare prova delle sue capacità in più d’una occasione. Soltanto quando il match è ormai agli sgoccioli Pellè approfitta dell’ottima idea di Insigne per mettere al sicuro il risultato da un’eventuale pareggio. Inaspettata prova di forza e carattere dunque per l’undici di Conte, chiamato a percorrere un cammino europeo difficile sin da subito e che rischia di complicarsi ancora nella sfida dei quarti di sabato prossimo contro la Germania.

Migliore in campo: Giorgio Chiellini, il difensore bianconero è attento e preciso durante l’intero match, ma soprattutto si dimostra lesto nell’approfittare della goffa respinta di De Gea per ribattere in porta. Peggiore in campo: Thiago Motta, il centrocampista del Psg entra nel secondo tempo per sostituire l’infortunato De Rossi e rende immediatamente chiara la differenza. Poco più tardi si lascia ammonire per un fallo del tutto inutile, grazie al quale l’Italia dovrà fare a meno di lui nella prossima gara, notizia non del tutto negativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.